expand_lessAPRI WIDGET

Schadenfreude e Triade Oscura – Disimpegno morale e aggressività relazionale come moderatori?

Individui con tratti della Triade Oscura mostrerebbero una maggiore tendenza alla Schadenfreude, ovvero al provare gioia per le disgrazie altrui

Di Tommaso Arosio

Pubblicato il 12 Ott. 2020

A volte il dolore o il dolore di qualcun altro può portare gli individui che hanno assistito alla scena in questione a godere di questa situazione. Che relazione c’è tra questo fenomeno, rappresentato dalla parola tedesca Schadenfreude, e la Triade Oscura?

 

Il dolore di qualcuno evoca quasi sempre un sentimento di compassione per coloro che ne sono direttamente esposti – anche solo come osservatori (Spinrad&Eisenberg, 2019). Tuttavia, a volte il dolore o il dolore di qualcun altro può portare gli individui che hanno assistito alla scena in questione a godere di questa situazione. Questo fenomeno è solito essere indicato dalla parola tedesca Schadenfreude (Feather et al., 2013).

La cosiddetta Triade Oscura è una caratterizzazione personologica di alcuni tratti della personalità – cioè il narcisismo, il machiavellismo e la psicopatia – che condividono alcune caratteristiche in comune in termini di aggressività e freddezza emotiva (Paulhus& Williams, 2002).

Sono ancora pochi gli studi che hanno indagato la relazione tra Triade Oscura e Schadenfreude (James et al., 2014; Porter et al., 2014); nessuno ha finora testato i ruoli di mediazione del disimpegno morale e dell’aggressività relazionale tra queste due.

Uno studio recente (Erzi, 2020) ha indagato proprio questo, ipotizzando che gli individui che presentano tratti della Triade Oscura avranno la tendenza a disimpegnarsi moralmente, ottenendo punteggi più alti nell’aggressività relazionale e questo si tradurrà in un aumento di Schadenfreude nei confronti degli altri.

Per questa ricerca sono stati reclutati 309 adulti, i quali hanno completato un sondaggio online comprendente la Short Dark Triad (Jones &Paulhus, 2014) per la valutazione dei tratti personologici relativi alla Triade Oscura; il Moral Disengagement (Moore et al., 2011), per la determinazione del disimpegno morale; la Relational Aggression in Friendships Scale (Kurtyılmaz et al., 2017) per la valutazione dell’aggressività relazionale; infine, per la misurazione della Schadenfreude, sono state fatte immaginare due situazioni legate al dolore di altre persone in un contesto sociale e un contesto accademico, nei quali i partecipanti avrebbero dovuto esprimere quanto fossero divertiti, felici, allegri e contenti per ogni scenario.

Dai risultati dello studio è emerso innanzitutto che livelli più elevati nella Triade Oscura – psicopatia, narcisismo e machiavellismo – erano associati a livelli più elevati di Schadenfreude, disimpegno morale e aggressività relazionale. Inoltre, il disimpegno morale e l’aggressività relazionale hanno mediato gli effetti della psicopatia, del narcisismo e del machiavellismo sulla Schadenfreude. Ciò suggerisce che gli individui che hanno più alti tratti della Triade Oscura sono probabilmente disimpegnati moralmente e hanno tendenza di aggressione relazionale espressa, portando a una conseguente maggiore Schadenfreude.

 

Si parla di:
Categorie
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
  • Erzi, S. (2020). Dark Triad and schadenfreude: Mediatingrole of moral disengagement and relational aggression. Personality and IndividualDifferences, 157, 109827.
  • Feather, N. T., Wenzel, M., &McKee, I. R. (2013). Integrating multiple perspectives on schadenfreude: The role of deservingness and emotions. Motivation and Emotion, 37(3), 574–585.
  • James, S., Kavanagh, P. S., Jonason, P. K., Chonody, J. M., &Scrutton, H. E. (2014). The dark triad, schadenfreude, and sensationalinterests: Dark personalities, dark emotions, and dark behaviors. Personality and Individual Di erences, 68, 211–216.
  • Jones, D. N., &Paulhus, D. L. (2014). Introducing the short Dark Triad (SD3): A brief measure of dark personality traits. Assessment, 21, 28–41.
  • Kurtyılmaz, Y., Can, G., &Ceyhan, A. A. (2017). Relationships among relational aggression and self esteem, social connectedness and social anxiety levels of university students. TurkishPsychologicalCounseling and Guidance Journal, 7(47), 33–52.
  • Moore, Celia, Detert, James R., Trevino, Linda K., Baker, Vicki L., & ve Mayer, David M. (2011). “Whyemployees do badthings: Moral disengagement and unethicalorganizationalbehavior”. PersonnelPsychology, 65, 1–48.
  • Paulhus, D. L., & Williams, K. M. (2002). The dark triad of personality: Narcissism, ma- chiavellianism, and psychopathy. Journal of research in personality, 36(6), 556–563.
  • Porter, S., Bhanwer, A., Woodworth, M., & Black, P. J. (2014). Soldiers of misfortune: An examination of the Dark Triad and the experience of schadenfreude. Personality and IndividualDifferences, 67, 64–68.
  • Spinrad, T. L., &Eisenberg, N. (2019). ProsocialEmotions. In Handbook of Emotional Development (pp. 351-372). Springer, Cham.
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Triade oscura di personalità: studio sulla correlazione con il sessismo ostile
Tratti di personalità oscura e sessismo: la triade oscura odia le donne?

Un recente studio si è riproposto di indagare se qualsiasi forma di sessismo fosse associata allo sviluppo dei tratti della triade oscura di personalità

ARTICOLI CORRELATI
Applicazioni della Schema Therapy per pazienti forensi: nuove frontiere della cura

Le ricerche sono favorevoli all'utilizzo della Schema Therapy nella gestione terapeutica dei pazienti forensi, spesso definiti incurabili

Il DOC da relazione

Il DOC da relazione rappresenta una dimensione del disturbo ossessivo compulsivo esplicitamente focalizzata sulle relazioni

cancel