expand_lessAPRI WIDGET

Metodo LabGDR, un manuale operativo per l’utilizzo del gioco di ruolo in clinica, educazione e formazione (2019), a cura di Marco Scicchitano- Recensione del libro

Metodo LabGDR descrive il gioco di ruolo per poi approfondire gli ambiti applicativi, ludico, didattico, formativo, terapeutico e presentare alcuni progetti

Di Rossana Piron

Pubblicato il 11 Giu. 2020

Il libro Metodo LabGDR è pensato per essere uno strumento pronto all’uso, destinato a psicologi, educatori e formatori che vogliono addentrasi nell’affascinate mondo del gioco di ruolo.

 

Nato dalla collaborazione di un formato team di esperti, il primo LabGDR venne sperimentato con un gruppo di ragazzi Asperger, per poi diffondersi in studi clinici, comunità e centri di formazione. Il cuore centrale di questo metodo è “Imparare divertendosi”. L’utilizzo dell’immaginazione infatti può diventare uno strumento molto potente, per diversi motivi: aiuta ad allenare le capacità di mentalizzazione, stimola la relazione tra i partecipanti e soprattutto motiva l’apprendimento attraverso il divertimento e il coinvolgimento emotivo. In altre parole, permette di sperimentare nuovi stili di pensiero e di comportamento attraverso la personificazione di ruoli diversi, uscendo dal proprio punto di vista e spaziando in contesti relazionali nuovi.

A chi si rivolge il LabGDR? A chiunque possa godere dei suoi benefici, senza distinzione di età o livello cognitivo. Gli autori però si raccomandano di calibrare bene il gruppo in modo che sia omogeneo, al fine di evitare che qualche componente possa sentirsi escluso o meno coinvolto nelle dinamiche di gioco.

Il libro è diviso in due parti, la prima più esplicativa e teorica, la seconda pratica ed esperienziale, nella quale vengono presentati passo a passo alcuni progetti LabGDR che possono essere riprodotti.

Il primo capitolo offre spunti interessanti sulle principali caratteristiche del gioco di ruolo, a partire dall’esperienza decennale come master di Marco Modugno.

Gli ambiti applicativi del LabGDR sono principalmente 4: ludico, didattico, formativo e terapeutico.

Nel secondo capitolo troviamo le caratteristiche di ciascun ambito e i punti chiave a cui porre attenzione per garantirne la corretta applicazione.

Il terzo capitolo invece entra nel cuore del LabGDR, approfondendo in particolare gli aspetti clinici che riguardano l’apprendimento metacognitivo, come gestire il vissuto emotivo al termine della sessione di gioco e come incentivare lo sviluppo delle abilità relazionali.

Gli ultimi 3 capitoli sono destinati alla presentazione di progetti realizzati dagli autori, con la descrizione dettagliata degli strumenti utilizzati e dove reperirli, l’utenza di riferimento e le finalità del gioco.

Il GDR è stato ampiamente utilizzato all’interno di progetti terapeutico-riabilitativi svolti in ambiente naturale, sia in Italia che all’estero, ed esiste numerosa ricerca scientifica a supporto della sua efficacia nell’incentivare il benessere fisico, psicologico e relazionale.

E’ difficile, se non impossibile, trovare difetti a questo libro. E’ diretto, semplice e strutturato in modo da dare al lettore la sensazione di avere in mano uno strumento di immediata applicabilità, anche per i neofiti del gioco di ruolo e del mondo fantasy. Ogni capitolo espone gli obiettivi che si prefigge e le competenze che si andranno ad approfondire, permettendo di ritrovare facilmente i concetti a una seconda lettura.

 

Si parla di:
Categorie
SCRITTO DA
Rossana Piron
Rossana Piron

Tecnico di Riabilitazione Psichiatrica, Psicologa clinica

Tutti gli articoli
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
  • Scicchitano, M. (a cura di) (2019). Metodo LabGDR, un manuale operativo per l'utilizzo del gioco di ruolo in clinica, educazione e formazione. Franco Angeli
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Le fiabe delle culture americana e asiatica a confronto e il successo scolastico
Fiabe e successo scolastico: quando le lezioni iniziano dai libri di racconti

Una ricerca rivela differenti temi narrativi nelle fiabe cinesi e americane in linea con lo stile scolastico impartito nei due Paesi.

ARTICOLI CORRELATI
Le credenze metacognitive

Le credenze metacognitive sono le idee e teorie che una ciascuno di noi ha in merito al proprio funzionamento cognitivo

Le credenze metacognitive nelle disfunzioni sessuali

La review di Olivari e colleghi (2023) ha analizzato il ruolo delle credenze metacognitive nelle disfunzioni sessuali maschili e femminili

WordPress Ads
cancel