expand_lessAPRI WIDGET

APA Style: arrivata la nuova edizione del manuale

La nuova versione del manuale APA propone nuove linee guida per la citazione di fonti bibliografiche e la formattazione del testo

Di Sara Palmieri

Pubblicato il 20 Apr. 2020

Alla fine dello scorso anno, più precisamente ad ottobre 2019, l’American Psychological Association (APA) ha pubblicato la settima edizione dell’APA Publication Manual che sostituirà l’ultima edizione del 2009.

 

La versione aggiornata del manuale, composto da 12 capitoli, si propone di fornire linee guida più ampie e agevoli relativamente alla modalità di citazione di fonti bibliografiche e formattazione del testo.

In questo articolo verrà proposta una panoramica delle principali sezioni che sono state revisionate nel manuale.

Per quanto riguarda la bibliografia e le citazioni nel testo, il nuovo manuale propone una serie di esempi che facilitano la comprensione della modalità corretta di citazione delle fonti, anche di quelle online.

Tra i principali cambiamenti nella settima edizione troviamo:

  • la citazione nel testo per le opere con tre o più autori è ora accorciata sin dalla prima citazione; ovvero è necessario inserire solo il primo autore seguito da “et al.”;
  • il riferimento geografico dell’editore non è più incluso;
  • nella bibliografia finale devono essere inserite le iniziali di cognome e nome fino ad un numero massimo di 20 autori diversamente dai 7 indicati nella penultima edizione del manuale; sono presenti anche indicazioni su come citare lavori con più di 20 autori;
  • i DOI sono formattati come gli URL e l’etichetta “DOI:” non è più necessaria.

Altri cambiamenti proposti nel nuovo manuale riguardano una maggiore flessibilità del formato del testo con, ad esempio, l’indicazione di più opzioni tra cui scegliere relativamente al tipo di carattere e alla sua dimensione. Inoltre, la dicitura “Running head” è stata eliminata in favore solo del titolo abbreviato e del numero di pagina.

Sono presenti anche dei cambiamenti per quel che riguarda la formattazione di tabelle e figure sebbene essa non sia cambiata radicalmente rispetto alla sesta edizione del manuale.

Il nuovo manuale, infine, prevede anche un capitolo per supportare gli autori in uno stile di scrittura che sia inclusivo e che eviti pregiudizi su temi come il genere, l’età, la disabilità, l’identità razziale ed etnica e l’orientamento sessuale. Anche in questo caso sono fornite delle esemplificazioni.

Il manuale dovrebbe iniziare ad essere ufficialmente utilizzato a partire dalla primavera 2020; nel frattempo restano valide le indicazioni presenti nella sesta edizione pubblicata nel 2009.

 

Si parla di:
Categorie
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
  • American Psychological Association. (2010). Publication manual of the American Psychological Association (6th ed.). Washington, DC: Author.
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
L APA contraddice se stessa Il riesame critico delle linee guida
L’APA contraddice se stessa? Il riesame critico delle linee guida

Un articolo che si aggiunge ai commenti di Cheli, Dimaggio, Gazzillo e Mancini sul riesame critico che l’APA fa sulle sue stesse linee guida

ARTICOLI CORRELATI
Rimuginio desiderante: valutazione dell’impatto sulla soddisfazione sessuale e relazionale – PARTECIPA ALLA RICERCA

La ricerca presentata vuole indagare la relazione tra il rimuginio desiderante e la soddisfazione sessuale e relazionale percepita

Che cos’è una meta-analisi? Il metodo PRISMA

Le meta-analisi sono un metodo usato nella ricerca per sintetizzare i risultati di molti studi scientifici sullo stesso argomento

cancel