I bambini bilingue hanno funzioni esecutive più sviluppate?

Bambini bilingue: un recente studio ha confrontato le funzioni esecutive di bambini bilingue e monolingue. I risultati sono piuttosto inaspettati

ID Articolo: 162094 - Pubblicato il: 06 febbraio 2019
I bambini bilingue hanno funzioni esecutive più sviluppate?
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Come è noto, dovendo imparare non solo i fonemi ma anche a distinguere la lingua del padre da quella della madre (e viceversa), i bambini che crescono in contesti bilingue impiegano leggermente più tempo a imparare a parlare rispetto ai coetanei cresciuti in un contesto caratterizzato da una lingua soltanto.

 

 

È possibile che il fatto di crescere bilingue possa influenzare in modo positivo le capacità attenzionali e quelle legate alle funzioni esecutive, rendendo i bambini bilingue più abili dei coetanei a ricordare istruzioni ed a shiftare tra un compito e l’altro fluidamente?

Messaggio pubblicitario

Bambini bilingue: lo studio sulle funzioni esecutive

Secondo gli autori di questa ricerca è importante studiare le funzioni cognitive nei bambini in quanto queste sono degli ottimi predittori del successo sia in ambito accademico che lavorativo.

Uno studio dell’Università del Tennessee e dell’Università della Ruhr di Bochum ha cercato di rispondere a questa domanda, studiando le funzioni esecutive in bambini bilingue tedeschi di origine turca, pertanto cresciuti in un contesto dove si trovano presenti due lingue.

Per testare l’ipotesi secondo la quale i bambini bilingue potessero avere delle funzioni esecutive più sviluppate rispetto a quelli monolingue, sono stati confrontati due gruppi differenti:

  • Bambini bilingue parlanti tedesco e turco
  • Bambini monolingue parlanti tedesco.

I due gruppi, per un totale di 350 partecipanti, hanno dovuto completare un test al computer per poter avere una misura oggettiva delle loro funzioni esecutive.

Messaggio pubblicitario

Bambini bilingue: i risultati dello studio

I risultati, purtroppo, non supportano l’ipotesi; al contrario: non sembrano esserci differenze inter-gruppo statisticamente significative per quanto riguarda le funzioni esecutive.

Ovviamente questo non vuol dire che crescere in un contesto bilingue sia inutile, in quanto parlare più di una lingua è comunque una risorsa a livello sia cognitivo che sociale molto importante nel corso della vita, semplicemente vuol dire che i benefit dell’essere bilingue, a livello cerebrale, potrebbero essere più limitati di quanto siamo portati a pensare.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 3,67 su 5)

Consigliato dalla redazione

Bambini bilingue: tra le abilita comunicative, un migliore riconoscimento vocale

Le competenze dei bambini bilingue nel riconoscimento delle voci

Secondo un recente studio, i bambini bilingue, rispetto ai coetanei monolingue, discriminerebbero meglio i suoni e identificherebbero meglio le voci.

Bibliografia

State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Categorie

Messaggio pubblicitario