Messaggio pubblicitario

I bambini di pochi mesi non sanno parlare, ma sanno ragionare

Secondo un recente studio, i bambini di pochi mesi anche se non sanno parlare, sono in grado di fare deduzioni e compiere alcuni tipi di ragionamento logico

ID Articolo: 153497 - Pubblicato il: 28 dicembre 2018
I bambini di pochi mesi non sanno parlare, ma sanno ragionare
Messaggio pubblicitario SFU Presentazioni Settembre 2019
Condividi

Secondo un recente studio i bambini, anche se non sanno parlare, sono in grado di fare deduzioni e compiere alcuni tipi di ragionamento logico. Questo sta ad indicare che una certa capacità razionale è già presente nei bambini prima che inizino a parlare. Si tratta di bambini che hanno un anno di vita o poco più e, nonostante la tenerissima età, sanno prestare attenzione e sono in grado di compiere deduzioni. 

 

Messaggio pubblicitario A spiegare tutto questo sono i ricercatori della John Hopkins University, guidati dall’italiano Nicolò Cesena Arlotti. Gli studiosi si sono concentrati su bambini di 12 e 19 mesi di età, periodo in cui imparano le prime parole e frasi.

I bambini guardavano un’animazione con figure visive ripetute regolarmente, se uno o più elementi cambiava in maniera impropria, in modo cioè da non seguire la logica e non riprodurre ciò che avviene nella realtà, si accorgevano di questa incongruenza e mostravano reazioni di sorpresa.

La ricerca, pubblicata su Science, ha sottoposto 144 bimbi alla visione di alcuni video di animazione nei quali venivano mostrati due oggetti diversi, (A e B), che nel filmato venivano successivamente nascosti da una parete. In seguito l’oggetto A veniva rimosso dal nascondiglio, lasciando l’oggetto B, intuitivamente, dietro la parete. Quando la parete veniva rimossa, al posto dell’oggetto B compariva, talvolta, l’oggetto A, ossia quello che era stato rimosso inizialmente e dunque non avrebbe dovuto logicamente trovarsi lì.

Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA Durante l’esperimento i ricercatori hanno tracciato i movimenti oculari dei piccoli osservando che in media lo sguardo dei bambini si soffermava prevalentemente sulla situazione inattesa, indicando che erano effettivamente confusi.

I ricercatori hanno concluso che i bambini pur non essendo ancora in grado di esprimersi a parole nella loro testa, erano stati in grado di fare un ragionamento usando il processo di eliminazione. Un vero e proprio sillogismo disgiuntivo, ovvero una forma logica di pensiero in cui, se solo A o B possono essere veri, e A è falso, allora B deve essere vero. In sostanza, è la capacità di condurre il processo di eliminazione.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

L'apprendimento di regole astratte nei neonati di 3 mesi

I neonati sono in grado di apprendere regole astratte già da tre mesi

Una nuova ricerca ha portato nuove evidenze rispetto alla capacità dei neonati di imparare regole astratte a partire dai dati sensoriali provenienti dal dominio visivo e che la capacità di

Bibliografia

State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Riviste scientifiche

Categorie