expand_lessAPRI WIDGET

Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista (2018) di Renzo Zambello – Recensione del libro

Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista è l'autobiografia di Renzo Zambello, medico e psicoanalista junghiano. L'autore, ripercorrendo la sua vita personale e privata, tocca molti temi che interessano ognuno di noi, come la crescita e l'accettazione di sé

Di Alice Mannarino

Pubblicato il 20 Set. 2018

Il libro Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista è il racconto autobiografico della vita del Dottor Renzo Zambello, medico e psicoanalista junghiano. L’autore pone come filo conduttore del racconto la vocazione per la psicoanalisi e il desiderio comparso per la prima volta all’età di 16 anni di diventare psicoanalista.

 

Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista ci descrive il lungo, complesso ma appassionante percorso di Renzo Zambello che lo ha portato a diventare prima medico e poi psicoanalista. Emerge un percorso tortuoso, fatto di salti, inciampi ma anche traguardi raggiunti e sogni avverati. Pagina dopo pagina ognuno di noi si sentirà partecipe della vita dell’autore poiché le difficoltà descritte rappresentano gli ostacoli che tutti possiamo incontrare durante il periodo di crescita, ovvero riuscire a individuarsi, scoprire se stessi, la propria autenticità e accettarsi.

Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista: il percorso di R. Zambello

Renzo Zambello ci apre le porte del suo mondo interno e lo fa con stile e con molta semplicità: l’inconscio, le immagini oniriche, la sincronicità, la relazione terapeuta e paziente vengono descritti in modo chiaro e appassionante anche per i non addetti ai lavori. A determinare l’esito del percorso dell’autore, dall’infanzia ad oggi, vengono citate varie persone che hanno influenzato in maniera significativa e talvolta dolorosa la sua vita, a partire dalla madre, per poi passare ai suoi formatori fino ad arrivare ai suoi pazienti. E sottolinea proprio come siano quest’ultimi ad avergli insegnato di più, insegnato che la vita è un qualcosa di sfaccettato, un qualcosa che non può essere etichettato ma che nasconde quasi sempre qualcosa in cui credere.

Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista: la crescita

Zambello è stato capace di toccare tantissimi temi con estrema facilità d’espressione e con il medesimo comun denominatore: il coraggio e la volontà di azzardare e sbagliare mille volte di seguito per poi scoprire se stessi, riscattarsi e sentirsi liberi. Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista è un libro che parla di crescita, di cambiamento interiore e di realizzazione del proprio potenziale per poi dirigerci verso “l’amore che muove il cielo e le altre stelle”.

Come il suo primo maestro, Carlo Gustav Jung, il dottor Zambello è altrettanto attratto dal mondo inconscio e spirituale, sensibile al linguaggio dell’invisibile, dove la relazione con il paziente si concentra tutta sul preconscio, piuttosto che sulla verbalizzazione.

Si tratta di un testo appassionante e coinvolgente, che riflette autenticità, di facile lettura nonostante la complessità dei temi trattati. E’ il racconto di un uomo che ha avuto la determinazione di conquistare la propria esistenza, che possa essere di aiuto a chi è in cerca di un incoraggiamento per scoprirsi, cercarsi e amarsi.

Si parla di:
Categorie
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
  • Zambello, R. (2018). Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista, Kimerik Edizioni
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Introduzione alla lettura e allo studio del pensiero di C. G. Jung di L. V. Fabj
Introduzione alla lettura e allo studio del pensiero di Carl Gustav Jung (2018) di L. V. Fabj – Recensione del libro

Introduzione alla lettura e allo studio del pensiero di Jung di V. L. Fabj vuole aiutare chi intende approcciare Jung a farlo nel modo corretto. L'autore suggerisce di farlo per temi, in modo da coglierne l'essenza del pensiero senza pregiudizi o incomprensioni, come molti hanno invece fatto

ARTICOLI CORRELATI
Tra sogno e immaginazione: considerazioni sparse sull’integrazione in psicoterapia

Il sogno e l'immaginazione possono essere parte del lavoro in psicoterapia in diversi approcci, così come anche le tecniche corporee

I meccanismi di difesa. Teoria, valutazione, clinica (2023) di Vittorio Lingiardi e Fabio Madeddu – Recensione

Il volume propone la complessa operazione di sistematizzazione dell'orizzonte teorico ed empirico nato dallo studio dei meccanismi di difesa

cancel