expand_lessAPRI WIDGET

La mia ciclotimia ha la coda rossa (2017) – Recensione del libro

La mia cictotimia ha la coda rossa è un libro a fumetti del 2017 che racconta della ciclotimia dell'autrice e di come si possa convivere con il disturbo.

Di Fabiana Di Segni

Pubblicato il 22 Gen. 2018

Aggiornato il 21 Nov. 2018 11:53

Lou Lubie racconta la sua storia in un fumetto dal titolo ” La mia cictotimia ha la coda rossa ” e ci conduce in un viaggio esplorativo, osservativo, commovente nella sua ciclotimia.

 

La metafora della volpe rossa nel libro La mia cictotimia ha la coda rossa

La ciclotimia è un disturbo bipolare di cui soffre circa il 6% della popolazione. Il più lieve tra i disturbi bipolari ma non per questo meno invasivo o destabilizzante.

Attraverso la Metafora della volpe rossa, l’autrice ci racconta la sua esperienza personale e ci “insegna” come si possa vivere con il proprio disturbo facendo anche cose meravigliose. In Questa graphic novel, pubblicata dalla casa editrice romana ComicOut, l’autrice racconta la sua esperienza, la travagliata ricerca di una diagnosi e di una cura, proponendo al lettore non solo numerose informazioni sul piano scientifico ma anche delle possibili soluzioni che vengono suggerite con ironia senza alcuna imposizione di verità assoluta.

Convivere con la ciclotimia

Il Testo offre uno spunto di riflessione e di analisi a clinici e pazienti (attraverso il percorso narrativo) diventando uno strumento che mostra come si possa convivere con la “volpe” che crea disordini nel cervello, come si possa addomesticarla, relazionarcisi o ignorarla a seconda delle situazioni che si vivono.

Alla continua ricerca di un equilibrio tra i suoi sbalzi d’umore , Lubie mette al centro la relazione con la volpe, i loro dialoghi, i compromessi e i numerosi tentativi di metterla a tacere e di non consentirle/consentirsi la distruzione di ogni suo progetto. In qualche modo ci indica una via relazionale e di confronto con la parte sofferente e spaventata che nega la gioia, nega la progettualità e a volte anche la stessa voglia di vivere.

Appassionante e illuminante come attraverso un fumetto, che per sua struttura linguistica e editoriale si mostra sintetico e immediato l’autrice con il suo tratto leggero e intenso sia riuscita a cogliere le sfumature di una patologia così delicata, spesso sottovalutata e di difficile diagnosi offrendo immagini spontanee di sofferenza, timore, preoccupazione ed euforia senza appesantire, colorando tuttavia la vita se pur difficile, con mille opzioni di resilienza.

Si parla di:
Categorie
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
  • Lou Lubie (2017). La mia ciclotimia ha la coda rossa. Comicout Editore.
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Il caregiving in caso di Disturbo Bipolare dal musical Next to Normal alla realta
Next to Normal: il disturbo bipolare e il caregiving in scena e nella realtà

Come ben rappresentato dal musical Next to Normal, i caregivers di pazienti bipolari mostrano elevato stress per le responsabilità che devono sostenere

ARTICOLI CORRELATI
Differenza tra tristezza e depressione

Depressione e tristezza possono essere confuse, ma non sono la stessa cosa. Scopriamo cosa le accumuna e cosa le differenzia

Esercizio fisico e depressione

L’esercizio fisico può essere un fattore di aiuto e di supporto nel trattamento della depressione e per promuovere il benessere mentale

cancel