Messaggio pubblicitario Master DA 2020

L’obesità aumenta il rischio di demenza

E' stato dimostrato che coloro che hanno un BMI elevato hanno maggiori probabilità di sviluppare la demenza in età senile rispetto ai normopeso.

ID Articolo: 150520 - Pubblicato il: 15 dicembre 2017
L’obesità aumenta il rischio di demenza
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Le persone con un indice di massa corporea elevato (BMI), hanno maggiori probabilità di sviluppare demenza in età senile rispetto a quelle normopeso. Questa relazione è stata studiata in una ricerca, pubblicata sulla rivista Alzheimer & Demenza, che ha analizzato i dati di 1,3 milioni di adulti che vivono negli Stati Uniti e in Europa. Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che le persone che si avvicinano all’età di insorgenza della demenza perdono peso; infatti, nel momento in cui viene diagnosticata la demenza i pazienti hanno un peso inferiore rispetto ai coetanei che non hanno demenza.

 

La relazione tra il BMI e il rischio di demenza

Messaggio pubblicitario La correlazione tra BMI (indice di massa corporea) e rischio di insorgenza di demenza osservata in studi longitudinali sulla popolazione è attribuibile a due processi”, ha detto l’autore principale dello studio, il professor Mika Kivimäki. “Il primo processo è relativo all’effetto negativo del grasso corporeo in eccesso correlato rispetto al rischio di demenza, l’altro riguarda la perdita di peso dovuta alla demenza preclinica, per cui le persone che sviluppano demenza possono avere un BMI superiore alla media circa 20 anni prima dell’insorgenza, ma quando si avvicinano alla demenza hanno un indice di massa corporea più basso rispetto ai soggetti sani.

Ricerche precedenti su come il BMI di una persona possa incidere sulla probabilità di esordio della demenza in età avanzata hanno dato risultati contrastanti. Alcuni risultati hanno suggerito che l’obesità sia associata a un maggiore rischio di sviluppare demenza in età senile, mentre altri studi hanno riscontrato una correlazione inversa tra rischio di demenza e indice BMI.

Messaggio pubblicitario In questo nuovo studio, i ricercatori europei hanno analizzato i dati relativi a 39 studi effettuati sulla popolazione per un totale di 1.348.857 adulti.
I soggetti che hanno partecipato non presentavano demenza al momento dell’assessment ed è stato misurato il loro indice di massa corporea. In seguito, negli anni successivi i partecipanti sono stati valutati in relazione all’esordio di demenza.
Sul totale dei soggetti valutati, circa 6.800 partecipanti hanno sviluppato demenza dopo 38 anni dal primo incontro di assessment del BMI.
Dati dati è emerso che i soggetti con diagnosi di demenza presentavano due decenni prima un BMI elevato e maggiore rispetto ai soggetti rimasti sani (a cui a distanza di anni non è stata diagnosticata alcuna forma di demenza).

Nel 2015 il numero di persone con demenza ha raggiunto quasi 45 milioni, due volte superiore al 1990. Questo studio suggerisce che una corretta regolazione del peso corporeo, potrebbe prevenire o almeno ritardare l’insorgenza della demenza.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Demenza e depressione negli anziani: il rapporto esistente

Il rapporto tra la demenza di Alzheimer e la depressione negli anziani

Negli anziani il rapporto tra demenza e depressione è piuttosto incerto, in quanto la depressione può precedere la demenza o risultare un disturbo specifico

Bibliografia

  • Mika Kivimäki, Ritva Luukkonen, G. David Batty, Jane E. Ferrie, Jaana Pentti, Solja T. Nyberg, Martin J. Shipley, Lars Alfredsson, Eleonor I. Fransson, Marcel Goldberg, Anders Knutsson, Markku Koskenvuo, Eeva Kuosma, Maria Nordin, Sakari B. Suominen, Töres Theorell, Eero Vuoksimaa, Peter Westerholm, Hugo Westerlund, Marie Zins, Miia Kivipelto, Jussi Vahtera, Jaakko Kaprio, Archana Singh-Manoux, Markus Jokela. Body mass index and risk of dementia: Analysis of individual-level data from 1.3 million individuals. Alzheimer’s & Dementia, 2017; DOI: 10.1016/j.jalz.2017.09.016
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Riviste scientifiche

Categorie

Messaggio pubblicitario