Prime prove di efficacia per la Terapia Metacognitiva Interpersonale

Sono stati condotti alcuni studi per verificare l'efficacia della terapia metacognitiva interpersonale per i disturbi di personalità. 

ID Articolo: 139603 - Pubblicato il: 11 settembre 2016
Prime prove di efficacia per la Terapia Metacognitiva Interpersonale
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Nel Centro di Terapia Metacognitiva Interpersonale di Roma abbiamo mosso un primo passo verso la dimostrazione dell’efficacia della Terapia Metacognitiva Interpersonale.

I primi passi per verificare l’efficacia della Terapia Metacognitiva Interpersonale

La Terapia Metacognitiva Interpersonale (TMI) è stata sviluppata per trattare principalmente i disturbi di personalità e le condizioni sintomatiche che a essi si associano.

Dopo una prima formulazione (Dimaggio & Semerari, 2003; Dimaggio, Semerari, Carcione, Nicolò & Procacci, 2007) sono stati pubblicati alcuni casi singoli selezionati a posteriori che mostravano la sua capacità di migliorare sia il disturbo di personalità che i sintomi psicologici. Rimaneva necessaria una valutazione più rigorosa dell’efficacia. A questo fine, era necessaria una manualizzazione che fornisse istruzioni dettagliate su come agire con i pazienti con disturbi di personalità seguendo un razionale rigoroso e delle procedure riproducibili.

Il manuale “Terapia Metacognitiva Interpersonale dei disturbi di personalità” è stato quindi pubblicato (Dimaggio, Montano, Popolo & Salvatore, 2013) e tradotto in inglese (2015). Nel Centro di Terapia Metacognitiva Interpersonale di Roma abbiamo quindi mosso un primo passo verso la dimostrazione dell’efficacia della Terapia Metacognitiva Interpersonale.

Gli studi effettuati

Messaggio pubblicitario Abbiamo seguito un disegno sperimentale iniziale, una serie di casi singoli. I pazienti che afferivano al centro venivano selezionati in base al soddisfare dei criteri di inclusione. Ne sono stati selezionati 3 consecutivi che rispettavano tali criteri. Sono stati ripetutamente testati nel corso di un trattamento strutturato della durata di 2 anni, con follow-up di tre mesi. Il lavoro che riassume i risultati, “Metacognitive Interpersonal Therapy for personality disorders: A case study series” (Dimaggio, Salvatore, MacBeth, Ottavi, Buonocore e Popolo) è stato appena accettato dal Journal of Contemporary Psychotherapy.

Tutti e tre i pazienti hanno completato il trattamento e hanno mostrato reliable change nel numero di criteri soddisfatti per disturbi di personalità (misurati con la SCID-II) e sulla gravità dei sintomi (misurata con il Global Severity Index della SCL-90-R). Si è evidenziato miglioramento anche nei problemi interpersonali e nella regolazione emotiva. Naturalmente la natura limitata, solo 3 casi, non permette di generalizzare sull’efficacia della Terapia Metacognitiva Interpersonale ed è solo un primo passo nella sua valutazione.

Un ulteriore passo è lo studio appena completato alla Queensland University of Technology di Brisbane. Keely Gordon-King e Robert Schweitzer hanno coordinato un team formato in Terapia Metacognitiva Interpersonale e supervisionato da Giancarlo Dimaggio a seguire le procedure del manuale più recente. Si trattava di un multiple-baseline case series, 7 pazienti con disturbi di personalità seguiti per 1 anno. I risultati saranno presto sottoposti per la pubblicazione.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 22, media: 4,82 su 5)

Consigliato dalla redazione

Il Desiderio nella Terapia Metacognitiva Interpersonale

Il Desiderio nella Terapia Metacognitiva Interpersonale

Partire dal desiderio del paziente è utile al cambiamento o è di ostacolo alla terapia? Vi è una sostanziale differenza, infatti, tra desiderio e bisogno.

Bibliografia

  • Dimaggio, G., Montano, A., Popolo, R. & Salvatore, G. (2015). Terapia Metacognitiva Interpersonale per i disturbi di personalità. Milano: Raffaello Cortina, 2013
  • Dimaggio, G., Semerari, A., Carcione, A., Nicolò, G. & Procacci, M. (2007). Psychotherapy of Personality Disorders: Metacognition, States of Mind and Interpersonal Cycles. London: Routledge.
  • Dimaggio, G. & Semerari, A. (Eds.) (2003). I disturbi di personalità. Modelli e trattamento. Stati mentali, metarappresentazione, cicli interpersonali. Roma-Bari: Laterza
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario