inTherapy

Modalità Competitive e Relazioni Interpersonali: Ipercompetitività e Bullismo – Forum di Assisi 2015

In un recente studio presentato al Forum di Assisi 2015 si é tentato di verificare l’esistenza di correlazione positiva tra ipercompetitività e bullismo.

ID Articolo: 115746 - Pubblicato il: 19 novembre 2015
Modalità Competitive e Relazioni Interpersonali: Ipercompetitività e Bullismo – Forum di Assisi 2015
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Dal VI FORUM sulla FORMAZIONE in PSICOTERAPIA – Assisi 2015

Modalità Competitive e Relazioni Interpersonali: Ipercompetitività e Bullismo

Maria Elena Maisano, Fulvio Tassi, Sara Mori

Uno studente è oggetto di azioni di bullismo, ovvero è prevaricato o vittimizzato, quando viene esposto, ripetutamente nel corso del tempo, alle azioni offensive messe in atto da parte di uno o di più compagni

Olweus, 1996

Nello studio  si é tentato di verificare l’esistenza di una correlazione positiva tra ipercompetitività e bullismo.

Traendo spunto dall’esistenza di diverse analogie tra le caratteristiche di personalità e comportamentali degli individui ipercompetitivi (con stile competitivo volto a vincere sull’avversario a tutti i costi) e quelle dei cosiddetti bulli, si é tentato di verificare l’esistenza di una correlazione positiva tra ipercompetitività e bullismo, ipotizzando che una forte carica competitiva possa contribuire all’acquisizione ed al rafforzamento di caratteristiche di personalità che scatenino condotte di tipo disadattivo.

Messaggio pubblicitario Gli strumenti utilizzati sono l’adattamento italiano delle due scale Hypercompetitive Attitude Scale (HCA) e Personal Development Competitive Attitude Scale (PDCA ) ideate da Ryckman et al. I dati sono stati raccolti da un campione di 1011 studenti (583 maschi e 428 femmine) frequentanti i primi tre anni di scuole superiori della provincia di Lucca.

I risultati hanno confermato l’esistenza e la significatività della correlazione tra bullismo e ipercompetizione. La correlazione tra bullismo e competizione evolutiva (stile competitivo centrato sul miglioramento della performance) è risultata non significativa, sebbene non totalmente negativa. Probabilmente, perché anche laddove si compete per cercare di migliorare se stessi e la propria performance, non si é del tutto immuni dall’istinto a prevalere sull’avversario.

L’esistenza di una correlazione positiva tra ipercompetizione e bullismo indicherebbe una forma di influenza tra di essi che sarebbe interessante approfondire con ulteriori ricerche. Se le caratteristiche di tale influenza venissero meglio definite, sarebbe possibile ipotizzare che interventi, ad es. di tipo psicoeducativo, mirati all’acquisizione di uno stile competitivo positivo, potrebbero costituire un fattore di prevenzione o di diminuzione del rischio di porre in essere atti di bullismo nei confronti dei pari.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 12, media: 4,50 su 5)

Consigliato dalla redazione

Interventi evidence based contro il bullismo e il cyberbullismo: un confronto in Europa

Interventi evidence based contro il bullismo e il cyberbullismo: un confronto in Europa

Durante il XIV Congresso Europeo di Psicologia tenutosi a Milano è stato effettuato un confronto tra diversi interventi attuati in Europa contro il bullismo

Bibliografia

  • Il VI Forum sulla Formazione in Psicoterapia (Assisi 2015): una palestra per il confronto scientifico
  • VI Forum sulla Formazione in Psicoterapia (Assisi 2015) – ARCHIVIO LAVORI PRESENTATI
  • V Forum sulla Formazione in Psicoterapia (Assisi 2013) TUTTI I LAVORI E I REPORTAGE
  • Ryckman, R.M., Hammer, M., Kaczor, L.M., & Gold, J.A. (1990). Construction of a hypercompetitive attitude scale. Journal of personality assessment, 55, 630-639
  • Ryckman, R.M., Hammer, M., Kaczor, L.M., & Gold, J.A. (1996). Construction of a development competitive attitude scale. Journal of personality assessment, 66, 374-385
  • Collier, S.A., Ryckman, R.M ., Thorton, B., & Gold, J.A. (2010). Competitive personality attitudes and forgiveness of others. The journal of psychology, vol. 144, 535-543
  • Fonzi, A., (ed) (1997). Il bullismo in italia. Il fenomeno delle prepotenze a scuola dal piemonte alla sicilia. Giunti: firenze
  • Fonzi, A. Tassi, F., & Schneider, B.H. (1995). Stili competitivi e fattori di rischio psicosociale in bambini in età scolare. In gli indicatori psicologici e sociali del rischio, a cura di m. D’alessio, e. Ricci bitti, g.v. Betocchi, napoli: gnocchi, 213-226
  • Fonzi, A., (2006). Bullismo. La storia continua: dal gioco crudele alla crudeltà violenta. Psicologia contemporanea, 197, 28-36
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario