Gli effetti del trauma sui sintomi ansiosi e depressivi: a volte migliorano. Scopriamo perchè!

Uno studio longitudinale suggerisce che l'esposizione ad un trauma può portare a volte ad un miglioramento di preesistenti sintomi di ansia o depressione

ID Articolo: 114014 - Pubblicato il: 05 ottobre 2015
Gli effetti del trauma sui sintomi ansiosi e depressivi: a volte migliorano. Scopriamo perchè!
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Un nuovo studio longitudinale suggerisce che l’esposizione a un trauma acuto può portare, in alcuni individui, ad un miglioramento di preesistenti sintomi di ansia o depressione.

La ricerca, condotta da Anthony Mancini della Pace University, Heather Littleton della East Carolina University e Amie Grills della Boston University, ha studiato la resilienza umana in seguito alla sparatoria del 2007 al Virginia Polytechnic Institute, il secondo più grave massacro scolastico nella storia degli USA. La sparatoria ha causato 33 morti (incluso l’omicida, uno studente sudcoreano) e 29 feriti.

La vita di molte persone e delle loro famiglie è stata con certezza segnata in modo profondamente negativo da questo tragico evento, ma i ricercatori dello studio in questione hanno ipotizzato che l’esposizione al trauma possa aver motivato alcuni studenti a cercare maggiore connessione sociale con gli altri e che questo maggiore sentimento di connessione possa aver contribuito a migliorare preesistenti sintomi legati alla depressione e ansia.

Messaggio pubblicitario Mancini e colleghi hanno esaminato i dati di uno studio longitudinale su studenti che frequentavano diverse università al momento della sparatoria. Hanno analizzato i dati di 368 giovani del Virginia Tech testati per sintomi di depressione e ansia prima della sparatoria e 2, 6 e 12 mesi dopo la sparatoria. Dopo la sparatoria, i ricercatori hanno valutato il livello di esposizione all’evento traumatico, la perdita di persone care, e il livello di minaccia percepita dei partecipanti allo studio.

Esaminando i sintomi di depressione e ansia nel corso del tempo, i ricercatori hanno individuato modelli distinti di adattamento: la maggior parte dei partecipanti ha mostrato profili relativamente costanti nel tempo – o hanno iniziato con livelli relativamente bassi di sintomi che sono rimasti bassi nel corso dello studio (56% per i sintomi di ansia, il 59% per i sintomi della depressione), o hanno iniziato con livelli relativamente alti di sintomi che sono rimasti alti nel corso del tempo (8% per i sintomi di ansia, il 15% per i sintomi della depressione).
Come ci si aspetta in seguito ad un evento traumatico, alcuni individui hanno mostrato un forte aumento dei sintomi dopo la sparatoria (23% per i sintomi di ansia, 19% per i sintomi della depressione).

Ma i ricercatori hanno anche identificato un quarto gruppo di individui che ha riportato una diminuzione dei sintomi nel corso del tempo (13,2% per i sintomi di ansia, 7,4% per i sintomi della depressione).
In accordo con le ipotesi dei ricercatori, ulteriori analisi hanno indicato che i soggetti che hanno mostrato questa “traiettoria di miglioramento” mostravano anche un aumento del sostegno sociale nel corso del tempo.

Dato che le relazioni sociali sono un elemento chiave del funzionamento psicologico sano, i risultati suggeriscono che il trauma, in alcuni individui, può essere associato a miglioramenti nel funzionamento psicologico, in quanto aumenta i sentimenti di vicinanza con amici e familiari.
I risultati nel complesso forniscono una più profonda comprensione degli effetti psicologici del trauma di massa e suggeriscono che un elemento chiave del coping adattivo è la valorizzazione delle relazioni intime.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Trauma e memoria: il misinformation effect

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 4, media: 3,75 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario