Mangiare sano per prevenire la depressione

Secondo una recente ricerca, seguire una dieta sana come quella mediterranea, si associa a una migliore prevenzione della comparsa della depressione.

ID Articolo: 114853 - Pubblicato il: 28 ottobre 2015
Mangiare sano per prevenire la depressione
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Irene Rossi

Secondo quanto indicato da una ricerca pubblicata recentemente sul giornale BMC Medicine, seguire una dieta sana, come quella mediterranea, che comprende frutta fresca e secca, verdure e legumi ed un basso quantitativo di carne, si associa alla prevenzione della comparsa di depressione.

Il filone di studi che si occupa di studiare la relazione tra alimentazione e salute fisica ormai da diversi anni risulta essere molto ricco di indagini sempre più approfondite. Solo più recentemente i ricercatori hanno cominciato ad orientarsi anche verso l’indagine della relazione esistente tra nutrizione e salute mentale.

Messaggio pubblicitario Lo studio condotto dalla Dott.ssa Almudena Sánchez-Villegas e dai suoi collaboratori si colloca proprio in quest’ottica, ed è il primo che vede raffrontati sistematicamente diversi programmi di dieta e la loro associazione con il rischio di depressione.

I partecipanti coinvolti hanno usato un sistema di punteggio per misurare la loro aderenza ad una dieta salutare selezionata, in modo che un punteggio alto indicava che il soggetto stava seguendo una dieta sana. Alimenti come carne e dolci (fonti di grassi animali: saturi e e acidi grassi) erano punteggiati negativamente, mentre la frutta secca, fresca e verdura (fonti di omega 3, vitamine e minerali) venivano punteggiate positivamente.

Lo studio ha incluso 15.093 partecipanti, non affetti da depressione al momento dell’inizio della ricerca. Tutti i partecipanti erano ex studenti del’Università di Navarra, in Spagna, e facevano parte del progetto SUM (Seguimiento Universidad de Navarra), uno studio di coorte iniziato il 21 dicembre 1999, che ha seguito i laureati nel corso degli anni monitorandone con questionari periodici stili di vita e varie malattie, tra cui diabete, obesità e depressione. Questionari per valutare la dieta alimentare sono stati completati all’inizio del progetto e di nuovo dopo 10 anni. Un totale di 1.550 partecipanti ha riferito una diagnosi clinica di depressione o l’uso di farmaci antidepressivi dopo un follow-up mediano di 8,5 anni.

L‘analisi dei dati raccolti in questo modo ha portato a concludere che le abitudini alimentari che più aderivano all’Alternative Healthy Eating Index-2010 erano associate con la maggior riduzione del rischio di depressione.

Messaggio pubblicitario L’Alternative Healthy Eating Index-2010 prevede un elevato consumo di frutta e verdura, cereali integrali, acidi grassi polinsaturi, noci, grassi omega-3 e un basso apporto di carni rosse e trasformate, cereali raffinati, zucchero e bevande dolcificate. Appaiono evidenti le somiglianze con la dieta Mediterranea, che ne confermano i risvolti positivi per la salute di chi la segue. Così, nutrienti comuni e prodotti alimentari come gli acidi grassi omega-3, verdura , frutta, legumi e noci sembrerebbero responsabili della riduzione del rischio di depressione.

Secondo Sanchez-Villegas potrebbe esserci però un effetto soglia. L’effetto protettivo verso la depressione si verifica quando i partecipanti iniziano a seguire una dieta più sana. Anche una moderata aderenza a questo modello alimentare sano è stata associata ad una riduzione importante del rischio di sviluppare la depressione. Tuttavia, non è stato trovato alcun beneficio aggiuntivo quando i partecipanti hanno aumentando i livelli di aderenza da moderati a elevati o molto elevati.

Superata una certa soglia, quindi, la riduzione del rischio raggiunge un plateau e smette di aumentare. Perciò non è necessario aderire in modo drammatico ed esasperato ad una dieta sana per assicurarsi i benefici che i giusti di nutrienti possono fornire alla nostra salute.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Cibo per la mente: mangiare più pesce per ridurre il rischio di depressione - Immagine: 67341494

Cibo per la mente: mangiare più pesce per ridurre il rischio di depressione?

La prevenzione nei confronti della depressione può venire anche dalla dieta: sembra infatti che mangiare molto pesce contribuisca a ridurne il rischio.

Bibliografia

State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Riviste scientifiche

Categorie

Messaggio pubblicitario