Linking technology and psychology: feeding the mind, energy for life – Report dal XIV Congresso Europeo di Psicologia

Si è svolto a Milano dal 7 al 10 luglio il XIV Congresso Europeo di Psicologia dal titolo Linking technology and psychology:feeding the mind energy for life

ID Articolo: 112270 - Pubblicato il: 14 luglio 2015
Linking technology and psychology: feeding the mind, energy for life – Report dal XIV Congresso Europeo di Psicologia
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

 

Si è svolto a Milano nei giorni 7-10 luglio 2015 il XIV Congresso Europeo di Psicologia (ECP) dal titolo “Linking technology and psychology: feeding the mind, energy for life”, organizzato dall’ Italian Network of Psychologists’ Associations (INPA) con il patrocinio di EFPA, European Federation of Psychologists’Associations.

Questa edizione ha accolto sia le nuove ricerche sia le best practice di tutti i campi della psicologia con l’intento di estendere il contributo dell’indagine psicologica e delle sue applicazioni pratiche alla società nel suo complesso, oltre che ai tradizionali destinatari dei servizi psicologici.

Questo XIV Congresso e’ stato caratterizzato dalla presenza di psicologi provenienti da ogni parte del mondo e da un programma che ha coperto svariate aree della psicologia contemporanea con particolare attenzione al ruolo della psicologia all’interno della società. Infatti durante il congresso sono stati proposti molti contributi che mostrano come la psicologia aiuti a comprendere, prevenire e risolvere svariati problemi. In questa edizione e’ stata posta anche attenzione alla relazione tra la  psicologia, il cibo e la nutrizione come espressione del sostegno del Congresso a EXPO 2015 dedicato al tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Scopo ultimo del Congresso è stato quello di promuovere lo scambio di idee ed esperienze tra studiosi e ricercatori, di avviare collaborazioni e azioni destinate all’implementazione di migliori politiche in materia di salute, istruzione, lavoro e benessere individuale nei diversi campi di applicazione e per tutto il corso della vita.

Le aree principali trattate nel corso del XIV Congresso Europeo di Psicologia sono state: problemi generali e processi di base, sviluppo ed educazione, cultura e società, lavoro e organizzazione, salute ed interventi clinici e tematiche relative all’Expo 2015.

Il congresso è stato aperto il giorno 7 luglio dal workshop pre-congressuale dal titolo “Trauma and mental health: Advances in EMDR therapy”, condotto dalla Prof.ssa Isabel Fernandez. Durante il workshop sono stati presentati i risultati della ricerche sui cambiamenti a seguito del trattamento EMDR. Gli obiettivi del workshop erano quelli di fornire informazioni sulle ultime ricerche sul trauma e il suo impatto sulla salute mentale e fisica, revisionare la classificazione DSM-5 dei disturbi legati allo stress e al trauma, fare una panoramica sui trattamenti evidence based per il trauma e, infine, comprendere il trattamento EMDR per il trauma, la ricerca nell’ambito e le implicazioni cliniche.

A partire dal giorno 8 luglio, invece, si sono tenuti una serie di simposi all’interno dei quali sono stati presentati diversi contributi.

Tra questi, il primo giorno, particolare rilevanza é stata data al tema del bullismo e cyberbullismo con la presentazione di una panoramica sulle principali teorie e gli interventi evidence based più utilizzati in Europa.

Inoltre é stata posta particolare enfasi al concetto di stress, il quale è stato analizzato sia da un punto di vista psicobiologico, sia da un punto di vista pratico in particolare nell’assessment e management dello stress lavoro correlato.

Durante la sessione pomeridiana si è tenuto un simposio sulla salute sessuale e il wellbeing, in cui è stato discusso il ruolo della sessuologia in Italia e in Europa e i rapporti tra organizzazione della personalità, disfunzioni sessuali e la qualità della vita sessuale.

Messaggio pubblicitario La prima giornata é stata connotata anche da una forte impronta sull’uso delle nuove tecnologie in ambito psicologico. Partendo da una sessione dedicata ad internet e social media, sono stati poi affrontati i temi delle dinamiche sociali ed educative nello spazio virtuale e con l’ausilio delle nuove tecnologie, e del rapporto tra psicoterapia e tecnologia soffermandosi anche sulla possibilità di usufruire del cyberspazio nella carriera professionale degli psicologi e psicoterapeuti.

La seconda giornata del congresso é stata dedicata ad una serie di sessioni sulle tematiche della disgregolazione delle emozioni e il suo trattamento, il well-being e le strategie di coping, lo stato dell’arte nella terapia cognitiva, una prospettiva qualitativa nel supporto alle persone con ansia associata a PTSD e timidezza, l’esporazione del comportamento di autolesionismo da varie prospettive come quella clinica, interpersonale, cognitiva e biologica, un’ampia dissertazione sul trauma in termini di avversità infantili e psicopatologia dello sviluppo come anche della terapia cognitivo-comportamentale focalizzata sul trauma. Uno sguardo è stato dato anche alle nuove frontiere nei trattamenti come la medicina integrativa, la mindfulness, l’ipnosi e l’EMDR.

Quest’ultimo tipo di intervento é stato particolarmente approfondito nella giornata del 10 luglio. Infatti è stato condotto un simposio sulla terapia EMDR focalizzato sull’uso di tale tecnica in pazienti esposti a trauma o con PTSD che presentano una diagnosi di disturbo borderline di personalità. Inoltre é stato dedicato un simposio all’uso dell’EMDR nei disturbi alimentari discutendo le modalità di applicazione e i principali risultati ottenuti in Italia e Spagna.

Sempre il giorno 10, è stata dedicata una sessione all’emotional eating e alle modalità di prevenzione e intervento nei Disturbi Alimentari.

Le sessioni pomeridiane dell’ultimo giorno del XIV Congresso Europeo di Psicologia (ECP) sono state caratterizzate da interventi sui metodi di ricerca in psicologia, sul ruolo dello psicologo nello sport, sulla psicologia giuridica e psiconcologia.

Messaggio pubblicitario Un simposio particolarmente interessante che ha chiuso l’ultima giornata del congresso, è stato dedicato alle emozioni e ai disturbi emotivi nel quale sono stati proposti alcuni studi con le relative implicazioni terapeutiche da parte di ricercatori italiani e stranieri. I principali temi trattati sono stati quelli delle credenze cognitive e i processi coinvolti nella timidezza, l’uso della mindfulness in adolescenza per affrontare più efficacemente le situazioni di stress, la presentazione del modello italiano “Life themes and plans Implication of biased Beliefs” Libet e di un programma attuato a Brooklyn per insegnare le competenze emozionali e incoraggiare ad avvicinarsi alle divesità socio-culturali.

Ogni giornata del congresso è stata accompagnata dall’esposizione di poster ad opera di ricercatori di ogni parte del mondo afferenti alle diverse aree tematiche a cui il XIV Congresso Europeo di Psicologia si dedicava. Inoltre erano presenti stand delle principali associazioni di psicologia italiane e straniere.

Durante il congresso si é potuta respirare un’aria di rinnovamento e un desiderio di scambio e cooperazione tra i ricercatori presenti. Particolare degno di nota di questo XIV Congresso Europeo di Psicologia é stata la forte presenza di giovani ricercatori che hanno avuto la possibilità di presentare i loro lavori e di confrontarsi con ricercatori più esperti.

La prossima edizione del Congresso Europeo di Psicologia si svolgerà dall’11 al 14 luglio 2017 ad Amsterdam.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Comprendere i figli con disturbi alimentari: grande successo al primo incontro fuori-expo dell’Ordine degli Psicologia della Lombardia

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 4,20 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario