The 3rd International Conference of Metacognitive Therapy – Milano 8, 9 Aprile 2016

Il Metacognitive Therapy Institute e Studi Cognitivi annunciano il terzo congresso scientifico ufficiale di Terapia Metacognitiva- Milano 8, 9 Aprile 2016.

ID Articolo: 111446 - Pubblicato il: 18 giugno 2015
The 3rd International Conference of Metacognitive Therapy – Milano 8, 9 Aprile 2016
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Logo Studi CognitiviLogo MCT Institute Il Metacognitive Therapy Institute  in collaborazione con

Studi Cognitivi sono lieti di annunciare

 

The 3rd International Conference of Metacognitive Therapy

il congresso scientifico ufficiale di Teoria e Terapia Metacognitiva

Milano 8 e 9 Aprile 2016.

L’IC-MCT raccoglie alcuni tra i grandi esperti internazionali di terapia cognitivo-comportamentale e metacognitiva con lo scopo di presentare e condividere i recenti sviluppi della ricerca scientifica nell’area della metacognizione, dei processi mentali e della Terapia Metacognitiva. Il comitato scientifico è composto da Adrian Wells, Hans Nordahl, Marcantonio Spada, Ezio Sanavio e Sandra Sassaroli. Durante la conferenza i partecipanti potranno partecipare a workshop, lezioni magistrali, dimostrazioni cliniche, simposi e poster. Ci saranno otto lezioni magistrali per approfondire l’uso di tecniche dai supervisori MCT.

Il 7 Aprile sarà possibile iscriversi a workshop precongressuali sull’applicazione della MCT come terapia di gruppo per la depressione, vari disturbi d’ansia e casi complessi. La lingua ufficiale della conferenza sarà l’inglese.

La IC-MCT nasce con l’intento di creare un occasione per conoscere, apprendere, approfondire e aggiornare le proprie competenze con abilità e tecniche associate alla prospettiva della Terapia Metacognitiva, il primo approccio emergente che ha mostrato un significativo incremento di efficacia rispetto agli storici protocolli di terapia cognitiva e comportamentale (per una sintesi vedi Norman, van Emmerik e Molina, 2014).

Messaggio pubblicitario  La conferenza si terrà nella spettacolare cornice di Palazzo Mezzanotte a Milano.

Per qualsiasi informazione potete visitare il sito web della conferenza che è in costante aggiornamento.

Siete tutti invitati a sottoporre abstract per poster, presentazioni orali e simposi (in lingua inglese) relativamente a metacognizione e psicopatologia, processi cognitivi, terapia metacognitiva e relative tecniche applicate ai vari disturbi psicologici. L’abstract deve essere suddiviso in Background, Method, Results e Conclusion per un massimo di 175 parole. È possibile scaricare un file con le indicazioni per la sottomissione al seguente indirizzo.  La deadline per la sottomissione dei lavori è 01/10/2015.

Cos’è la metacognizione?

La metacognizione è l’aspetto del funzionamento mentale che controlla i processi di autoregolazione (attentivi, cognitivi, comportamentali). Molte persone hanno dirette esperienze metacognitive, per esempio quando sono incapaci di ricordare il nome di una persona pur sapendo di conoscerlo. Questo esempio chiarisce come le componenti metacognitive lavorino per informare una persona che un ricordo è immagazzinato da qualche parte nella memoria anche se le persone non sono in grado di ricordarlo. Molti altri aspetti della metacognizione operano al di fuori della nostra coscienza. Negli ultimi vent’anni, la ricerca su processi e credenze metacognitive ha evidenziato un ruolo predominante nel mantenimento dei disturbi emozionali e comportamentali spostando l’attenzione dai contenuti del pensare e dai contesti di vita al modo in cui gli individui rispondono ai propri stati interni. Il disturbo psicologico non nasce tanto da rappresentazioni mentali o emozioni negative ma dal modo in cui gli individui rispondono o si difendono da quest’ultime.

Cos’è la Terapia Metacognitiva?

Messaggio pubblicitario  La Terapia Metacognitiva (Metacognitive Therapy o MCT) è una forma di psicoterapia di recente sviluppo che ha introdotto un nuovo modo di concettualizzare e trattare i disturbi psicologici. L’approccio MCT è basato su una teoria introdotta da Adrian Wells e Gerald Matthews (1994) ed è stato applicato inizialmente al trattamento del Disturbo d’Ansia Generalizzata (Wells, 1995, 2000). In seguito la Terapia Metacognitiva è stata estesa a tutti i disturbi d’ansia e alla depressione con numerose evidenze sull’efficacia del trattamento che propone (per una sintesi vedi Norman, van Emmerik e Molina, 2014).

Una delle caratteristiche dei disturbi psicologici come ansia e depressione è che il pensiero ripetitivo negativo (nelle forme di rimuginio o ruminazione) viene percepito come difficile da controllare o tendenzialmente produce prospettive distorte della realtà che alimentano stati d’animo negativi.

La Terapia Metacognitiva ha come obiettivo ridurre questo stile di pensiero e riportare la nostra risposta a pensieri ed emozioni negative sotto il controllo cosciente.

La MCT mira ad aiutare i pazienti a sviluppare nuovi modi di reagire ai pensieri negativi attraverso nuovi modi di controllare l’attenzione e modificando regole metacognitive controproducenti. Protocolli di intervento basati sulla teoria metacognitiva sono stati sviluppati per il trattamento dei disturbi d’ansia e della depressione (Wells, 2008).

VEDI DETTAGLI EVENTO

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Terapia Metacognitiva: Differenze e Prospettive di Integrazione

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 7, media: 4,71 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario