Perché preferiamo ascoltare suoni bassi e profondi?

Un team di ricercatori ha studiato come il cervello reagisce ai suoni per spiegare perché è più facile per gli uomini seguire suoni bassi e profondi.

ID Articolo: 103743 - Pubblicato il: 30 ottobre 2014
Perché preferiamo ascoltare suoni bassi e profondi?
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

FLASH NEWS

Un team di ricercatori del Canada’s McMaster Institute for Music and the Mind ha studiato come il cervello reagisce a toni bassi e acuti per spiegare come gli esseri umani rilevano il ritmo e perchè è più facile, per la maggior parte di noi, seguire suoni bassi e profondi.

I ricercatori hanno monitorato l’attività elettrica nel cervello di 35 persone durante l’ascolto di una sequenza di note di pianoforte basse e acute suonate allo stesso tempo; ogni tanto, le note sono state suonate 50 millisecondi troppo velocemente: la stragrande maggioranza delle persone riusciva a rilevare la sequenza insolita nel tono più basso.

Messaggio pubblicitario Poi i ricercatori hanno chiesto a un altro gruppo di uomini e donne di seguire le stesse sequenze tonali battendo il ritmo con le dita. Quando si è verificato il cambiamento di tempi, i ricercatori hanno notato che le persone seguivano più facilmente la variazione del ritmo in sincronia con i toni bassi.

Successivamente, i ricercatori hanno suonato le sequenze attraverso un modello computerizzato di orecchio umano. E hanno scoperto che anche il modello computerizzato ha riconosciuto l’insolito nel tono basso più spesso di quanto ha fatto nel tono più alto, portando i ricercatori a ipotizzare che l’effetto si verifichi all’interno dell’orecchio stesso. Cioè la capacità di discriminare i tempi insoliti tra i toni emerge precocemente nel processamento cerebrale del suono; ecco perchè i bassi svolgono un ruolo cruciale nella percezione del ritmo che più amiamo.

 

 ARTICOLO CONSIGLIATO:

Musica & selezione sessuale: se suoni uno strumento piaci di più!

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 6, media: 2,33 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario