Centri Clinici

La mia autostima: come svilupparla nei bambini? – Recensione

Un manuale con più di 100 attività rivolte a bambini, genitori ed insegnanti, su come costruire e mantenere un buon livello di autostima - Recensione

ID Articolo: 101797 - Pubblicato il: 23 luglio 2014
La mia autostima: come svilupparla nei bambini? – Recensione
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Francesca Soresi

 

La mia autostima di Deborah Plummer_RecensioneLa Plummer ci spiega che l’autostima è l’elemento di fondamentale importanza nella costruzione e nel mantenimento del benessere personale e non dipende dalla riuscita in sé o dall’ottenere buoni risultati, ma scaturisce dalla presenza di valore personale che consente di affrontare sia i fallimenti che i successi.

Deborah Plummer, terapista del linguaggio, nel suo libro “La mia autostima” (2002) propone un concetto di autostima formato da sette componenti.

La Plummer ci spiega che l’autostima è l’elemento di fondamentale importanza nella costruzione e nel mantenimento del benessere personale e non dipende dalla riuscita in sé o dall’ottenere buoni risultati, ma scaturisce dalla presenza di valore personale che consente di affrontare sia i fallimenti che i successi. È legata al sentirsi degni d’amore e al sentirsi capaci a prescindere dalla qualità dei risultati.

 

L’autostima si sviluppa all’inizio attraverso criteri esterni: da bambini sono le persone per noi significative (genitori, insegnanti, nonni, zii) che confermano il nostro valore personale e la nostra competenza attraverso amore e approvazione, infatti esperienze positive precoci favoriscono l’interiorizzazione di sentimenti di valore personale diminuendo via via la dipendenza da fonti esterne per il mantenimento di tale valore.

Messaggio pubblicitario Le componenti che individua Deborah Plummer sono:

1) Conoscenza di sé: la comprensione di chi sono attraverso le differenze e le somiglianze con gli altri

2) Il sé e gli altri: si riferisce allo sviluppo dell’empatia e alla conoscenza delle relazione interpersonali

3) Accettazione di sé: essere consapevoli dei propri punti di forza e di debolezza

4) Autonomia: sapersi prendere cura di sé

5) Espressione di sé: comprendere come ciascuno di noi comunica con gli altri

6) Fiducia in se stessi: consapevolezza che ognuno di noi ha un proprio valore

7) Consapevolezza di sé: consapevolezza del proprio corpo e delle proprie emozioni

All’interno del manuale vengono proposte schede operative suddivise in otto sezioni che affrontano, con l’obiettivo di potenziarle, le sette componenti appena descritte.

Le sezioni sono legate tra loro in un percorso simbolico di ricerca di un prezioso tesoro per riempire lo scrigno di un mago, rendendo il lavoro più divertente per il bambino.

Le schede sono un ottimo punto di partenza, ma l’autrice suggerisce di aggiungere di volta in volta attività di approfondimento (ad esempio favole, disegni, giochi), inventandone anche insieme ai ragazzi, per favorire maggiormente il cambiamento.

Il manuale è rivolto a psicologi, insegnanti e genitori; inoltre recentemente è stata pubblicata anche una versione CD-ROM del manuale utilizzabile su computer Windows, con schede stampabili e animazioni.

Indicazioni per l’uso

E’ possibile lavorare in gruppo o individualmente e personalizzare la ricerca del tesoro utilizzando anche solo una parte del percorso o invertendo l’ordine delle sezioni a seconda di quello che si ritiene più utile.

Pur essendo un manuale rivolto anche ad insegnanti e genitori, ritengo che l’intervento di uno psicologo costituisca un supporto importante e indispensabile, sia nel contesto familiare che scolastico, per comprendere le difficoltà del bambino e/o della classe e di conseguenza per scegliere le schede e creare le attività di approfondimento più utili per il percorso migliore da attuare.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

L’effetto paradossale dei complimenti sui bambini con bassa autostima

BIBLIOGRAFIA:

  • Plummer D. (2002). La mia autostima. Attività di sviluppo personale per una buona immagine di sè. Trento, Erickson. ACQUISTA ONLINE
VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 3,80 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Messaggio pubblicitario