Farmacoterapia vs. Psicoterapia i risultati di una nuova meta analisi

Farmacoterapia: da una nuova meta analisi la maggior parte dei pazienti preferirebbe l’intervento psicoterapico rispetto alla sola assunzione di farmaci

ID Articolo: 34197 - Pubblicato il: 18 settembre 2013
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

– FLASH NEWS-

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Secondo una nuova meta-analisi che ha analizzato il trend attuale nel mondo anglosassone la maggior parte dei pazienti se posti di fronte a una scelta – farmacoterapia o psicoterapia – preferirebbe l’intervento psicoterapico rispetto alla sola assunzione di farmaci.

Lo studio ha preso in considerazione 34 ricerche  con campioni principalmente composti da pazienti con diagnosi di depressione e disturbi d’ansia.

In generale, il 75% dei soggetti coinvolti ha affermato la propria preferenza per la psicoterapia rispetto al puro trattamento farmacologico. Interessante anche il dato secondo cui tale tendenza sia ancora più marcata nelle donne e nei ragazzi giovani.

Messaggio pubblicitario D’altro canto però la meta analisi pone la questione in termini semplicistici e dicotomici: nessun accenno all’atteggiamento verso un trattamento integrato farmaco-psicoterapico, né distinzioni più specifiche relativamente alla gravità sintomatologica.

Certamente, come ci aspettiamo da una meta-analisi rimangono anche implicite e non approfondite le motivazioni alla base di tale preferenza: il peso dello stigma legato all’assunzione dei cosiddetti “ psicofarmaci”? La paura e gli stereotipi di dipendenze o effetti non desiderati e non controllabili?

 

LEGGI:

PSICOFARMACOLOGIA – STIGMADIPENDENZE

ANTIDEPRESSIVI E GRAVIDANZA: SI PUO’?

 

 

BIBLIOGRAFIA

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Categorie

Messaggio pubblicitario