Messaggio pubblicitario

Alcool Prima di Dormire: Insonnia e Conseguenze sulla Salute

Uno studio giapponese ha recentemente dato conferma che l’ alcool può provocare insonnia e privare delle sue funzioni lo stato di riposo.

ID Articolo: 25401 - Pubblicato il: 28 gennaio 2013
Messaggio pubblicitario SFU Presentazioni Settembre 2019
Condividi

FLASH NEWS

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Comunemente si tende a credere che bere alcool prima di andare a letto favorisca il sonno. Uno studio condotto da ricercatori giapponesi ha recentemente dato conferma che l’alcool può provocare insonnia e privare delle sue funzioni lo stato di riposo.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: ALCOL

I risultati  sono stati pubblicati sulla rivista Alcoholism: Clinical & Experimental Research da un gruppo di ricerca dell’Università di Akita in Giappone.

Psicoterapia cognitiva: le dipendenze patologiche e il lato oscuro del desiderio. - Immagine: © Andrea Danti - Fotolia.com

Articolo consigliato: Psicoterapia cognitiva: le dipendenze patologiche e il lato oscuro del desiderio

I ricercatori hanno reclutato un gruppo di volontari formato da studenti universitari, a cui è stato somministrato alcool, sotto forma di bevanda, in diverse proporzioni e in tempi differenti. I livelli di alcool, calcolati in grammi, erano ripartiti nel seguente modo: a) zero grammi nel gruppo di controllo; b) 0,5 grammi (nel gruppo “dose bassa”) e infine c) 1 grammo (nel gruppo “dose alta”). Le dosi venivano distribuite ai partecipanti, 60 minuti o 40 minuti prima di andare a letto.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: INSONNIA

 Successivamente ai volontari è stata monitorata l’attività cerebrale e cardiaca (tramite elettrocardiogramma). L’attenzione degli studiosi si è focalizzata sulla relazione tra la variabilità della frequenza cardiaca e la loro percentuale di sonno. Anche se dopo l’assunzione di alcool, la prima metà del sonno sembra essere di buona qualità e procedere normalmente, al termine del monitoraggio l’equipe ha rilevato casi di insonnia, sonno perturbato e una sensazione di esaurimento durante la veglia da parte dei volontari. I dati ottenuti sembrano derivare da un’alterazione del sistema nervoso autonomo: la branca del sistema parasimpatico che normalmente agisce rallentando la frequenza cardiaca e favorendo la digestione, viene soppressa, mentre, al contrario, prevale il sistema simpatico.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: DIPENDENZE

Messaggio pubblicitario Il cambiamento di questo rapporto di complementarietà porta l’organismo a mantenersi in uno stato di leggera attivazione che interferisce con la funzione ristoratrice del sonno e conducendo alla sua  frammentazione. Lo studio presente ha valutato gli effetti acuti dopo solo una singola dose di alcool assunta e ne ha registrato le conseguenze negative sulla salute.

Nei bevitori abituali, nei quali le dosi assunte assumono una valenza cronica, l’effetto potrebbe essere ancora peggiore dal momento che assumono più di un grammo di alcool e gli effetti conseguenti potrebbero essere molto più ampi e gravi.

Evitare dunque di assumere bevande alcooliche prima di andare a letto la sera è una buona strategia per potersi assicurare una notte di sonno migliore.

LEGGI GLI ARTICOLI SU:

alcool – INSONNIA – DIPENDENZE

 

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 4, media: 4,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Università e centri di ricerca

Categorie