Neuroscienze

Condividi

Articoli

NEURO-PSICOTERAPEUTI: la naturale evoluzione?
Neuroscienze

NEURO-PSICOTERAPEUTI: la naturale evoluzione?

Neuroscienze e psicoterapia tra sacro e profano “Un’importante differenza tra chi pensa che l’intelligenza sia flessibile e chi pensa che sia cristallizzata sta nel modo in cui reagiscono agli errori!”, sostiene Jason S. Moser dell’Università del Michigan. In altre parole chi pensa di poter imparare dai propri errori avrebbe un’attivazione

Se mi lasci ti cancello: dalla fantacommedia alla realtà.
Neuroscienze

Se mi lasci ti cancello: dalla fantacommedia alla realtà.

Il film di Michel Gondry Eternal sunshine of the spotless mind – Se mi lasci ti cancello (2004) potrebbe oggi rappresentare non più uno scenario fantascientifico per psicologi e visionari, ma una meta sempre più raggiungibile. Un gruppo di neuroscienziati dell’Università di New York, guidati da Cristina Alberini, ha scoperto

Sonno e Memoria: Ti serve un’idea brillante? Dormici sopra
Neuroscienze

Sonno e Memoria: Ti serve un’idea brillante? Dormici sopra

Il sonno non è uno stato di incoscienza inerte ma un periodo di cambiamenti ciclici regolari tra l’attività del corpo e del cervello.

L’occhio della mente o il tocco della mente?
Neuroscienze

L’occhio della mente o il tocco della mente?

Leggiamo sul volume settembrino di Cerebral Cortex una interessante ricerca svolta dai ricercatori della USC. Damasio e colleghi hanno scoperto che quando guardiamo un oggetto il nostro cervello non solo elabora le caratteristiche fisiche dell’oggetto in questione, ma recupera in memoria anche i ricordi legati alle sensazioni che tale oggetto dà

La narcosi catodica: cervelli in stand-by e deficit d’attenzione.
Neuroscienze

La narcosi catodica: cervelli in stand-by e deficit d’attenzione.

Vostro figlio non riesce a concentrarsi? Forse sta guardando troppa televisione. «E’ il numero di ore e l’età in cui un bimbo inizia a guardare la televisione che incidono biologicamente sull’individuo. Ed è principalmente a causa del mezzo stesso, non del messaggio trasmesso, che si ottengono questi effetti devastanti». Sono

Ma la musica può
Neuroscienze

Ma la musica può

Musica per il nostro cervello – Parte 3 Ci eravamo lasciati sottolineando i benefici che la musica porta al nostro cervello e come essa agisca su di esso; vedremo oggi più nel dettaglio questi meccanismi cercando anche di capire come la musica possa essere usata in terapia e perché. Va premesso

La cura per l’asma: le montagne russe.
Neuroscienze

La cura per l’asma: le montagne russe.

Due olandesi, Simon Rietveld e Ilja van Beest, hanno scoperto che i sintomi dell’asma possono essere trattati facendo un giro sulle montagne russe. Pensate possa essere uno scherzo? Ebbene, questa affermazione è il risultato di una ricerca sperimentale eseguita su 25 donne affette da asma severa e, ovviamente, un gruppo

La felicità è negli occhi di chi guarda
Neuroscienze

La felicità è negli occhi di chi guarda

Gli sguardi o la loro assenza possono discriminare gli stati d’animo. Bruce Springsteen cantava “gli occhi tristi non mentono mai”, uno studio sembra confermare che di certo sono “sfuggenti”. J.Hills e Michael B. Lewis, due ricercatori, rispettivamente, della Ruskin University di Cambridge e della Cardiff University, hanno confermato quanto aveva

EDRS 2011: Le neuroscienze all’assalto dei disturbi alimentari
Neuroscienze

EDRS 2011: Le neuroscienze all’assalto dei disturbi alimentari

“Il rischio di contrarre anoressia nervosa aumenta in individui col gene 5-HTTLPR-S/S che ricevono l’allele MAOA-L da madri MAOA-S/L”. Quando ho sentito questa frase, ascoltando la sessione plenaria di Kenneth Nunn, neuropsichiatra infantile australiano appassionato di disturbi alimentari e della nuova neuroscienza del cervello, una frase mi ha schiaffeggiato la

Quando le preoccupazioni fanno ammalare: il corpo saggio!
Neuroscienze

Quando le preoccupazioni fanno ammalare: il corpo saggio!

E’ ormai ampiamente riconosciuto, in letteratura e nell’esperienza clinica, che uno stile di pensiero ripetitivo, pervasivo e orientato in senso negativo, sia non solo una reazione comune ad eventi stressanti, ma in alcuni casi una risposta addirittura automatica che tutti noi utilizziamo a fronte di situazioni percepite come minacciose, incerte,

Clicca su “condividi” su Facebook: sì, ma solo se mi fa agitare, arrabbiare o divertire!
Neuroscienze

Clicca su “condividi” su Facebook: sì, ma solo se mi fa agitare, arrabbiare o divertire!

Condividi su Facebook: sentirsi spaventati, arrabbiati o divertiti porta le persone a condividere storie e informazioni

Città o Campagna? Te lo dice lo Stress!
Neuroscienze

Città o Campagna? Te lo dice lo Stress!

Campagna o città? Questo è il problema: se sia meglio vivere in campagna, con animali e natura, oppure se vivere in città con un “mare” di palazzi e cemento. È ben noto che gli abitanti delle città in tutto il mondo godono di numerosi vantaggi rispetto ai loro compatrioti rurali

Musica per il nostro cervello (seconda parte)
Neuroscienze

Musica per il nostro cervello (seconda parte)

Nella prima parte di questo articolo ho scritto dell’influenza positiva che la musica esercita sul nostro cervello; non sorprende, infatti, che fin dalle antiche civiltà greche venissero intonati canti per curare le ferite di guerrieri e contadini, così come nei secoli successivi la musica fosse impiegata in casi di epilessia, perdita

Riconoscere un’emozione dal volto: giapponesi, americani e questioni di contesto.
Neuroscienze

Riconoscere un’emozione dal volto: giapponesi, americani e questioni di contesto.

Emozioni e cultura: vale la pena parlarne a fronte dello scenario multiculturale che caratterizza la nostra quotidianità nell’era contemporanea, come a più riprese sottolinea Luigi Anolli nel suo ultimo libro “La sfida della mente multiculturale”. L’autore presenta un interessante studio di Takahiko Masuda e colleghi dell’Università di Alberta (Canada), che

Musica per il nostro cervello (prima parte)
Neuroscienze

Musica per il nostro cervello (prima parte)

Suonare uno strumento musicale non  è semplicemente un’attività di piacere  ma è anche un mezzo per sviluppare le  capacità del cervello. È quanto  dimostra uno studio presentato a  Firenze all’ 8° Congresso Mondiale dell’International Brain Research Organization, uno dei più importanti nel settore delle neuroscienze. Lo dice uno studio condotto

Omega 3, formula per essere (anche) più felici
Neuroscienze

Omega 3, formula per essere (anche) più felici

Che l’olio di fegato di merluzzo facesse bene alla salute ce lo dicevano già i nostri nonni, ma ora la ricerca scientifica ci dice di più: i ben noti Omega 3, oramai venduti sotto forma di integratori alimentari di ogni genere, allevierebbero anche i sintomi depressivi. Ma che cosa sono

EABCT 2011: Shopaholics! Fenomenologia dello Shopping Compulsivo
Neuroscienze

EABCT 2011: Shopaholics! Fenomenologia dello Shopping Compulsivo

Nel primo giorno ufficiale del congresso di Reykjavik si è svolto un simposio centrato su uno dei disturbi di recente attenzione clinica: lo shopping compulsivo (compulsive buying). Il disturbo è caratterizzato da un’eccessiva e incontrollata tendenza all’acquisto e alla spesa di denaro che può produrre notevole disagio emotivo e dannose conseguenze

Mal di testa? Oltre la solita aspirina
Neuroscienze

Mal di testa? Oltre la solita aspirina

  Le statistiche indicano che circa il 20% degli italiani soffre abitualmente per il mal di testa. Il costo sociale di questo disturbo   ammonta al milione di euro all’anno. E’ difficile dire cosa lo scateni visto che può configuarsi sia come sintomo di altri disturbi o costituire una malattia a

Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario