Momenti di Felicità 2015 – Festival della Psicologia en plein air – Torino

Torino 27-28 Giugno 2015 @ Sermig Arsenale della Pace, Piazza Borgo Dora 61. EVENTO GRATUITO.

27 Giugno 2015
Inizia il27 Giugno
Finisce il28 Giugno
Località Sermig Arsenale della Pace
Piazza Borgo Dora 61 torino


Vai alla mappa
Prezzo EVENTO GRATUITO

Festival Felicita Torino

Condividi

Momenti di Felicità 2015 è il primo Festival della Psicologia en plein air in programma sabato 27 e domenica 28 giugno al Sermig di Torino.

L’Arsenale della Pace di Torino si trasformerà in Arsenale della Felicità, pronto ad accogliere nel suo giardino psicologi, economisti, docenti universitari, giornalisti, creativi, registi, musicisti, incontri, dibattiti, workshop e spettacoli.

“Come Ordine Psicologi Piemonte abbiamo voluto, con il Festival della Psicologia, entrare nel panorama piemontese degli eventi culturali con una proposta sfidante: parlare di felicità e coinvolgere in questo dialogo a più voci tutta la cittadinanza.

Per questo abbiamo pensato ad una prima edizione del Festival della psicologia gratuita e per tutti, bambini e adulti.

​Con questo evento l’Ordine degli Psicologi si propone di dare spazio a quello che fa sentire bene le persone. Se si lavora insieme Torino può diventare una piccola capitale della felicità e la Psicologia è chiamata a fare la propria parte. Parlare di felicità è tema accattivante, sfuggente, anche rischioso visti i tempi, ma la comunità dei 6500 psicologi piemontesi raccoglie ogni giorno queste ed altre sfide.

 

SCARICA LA BROCHURE CON IL PROGRAMMA

 

GUARDA GLI ALTRI EVENTI IN PROGRAMMA

GLI ULTIMI ARTICOLO DI STATE OF MIND

Fuori o senza bordi – Riflessioni e significati della serie “Strappare Lungo i Bordi”
Attualità Psicologia

Fuori o senza bordi – Riflessioni e significati della serie “Strappare Lungo i Bordi”

Quante volte ci siamo chiesti se fosse davvero questo ciò che dovevamo aspettarci dalla vita, se abbiamo fatto tutto per ‘benino’, come se ci fosse una lista da seguire e delle spunte da mettere per ogni azione svolta. La serie Netflix Strappare lungo i bordi del fumettista romano Michele Rech in arte Zerocalcare, ci invita a riflettere su tutte quelle volte in cui siamo andati fuori dai bordi.   È tutto sotto controllo! Cosa può andare storto se hai tutto sotto controllo? Cosa potrebbe andare storto se non avessi tutto sotto controllo? Nasciamo e cresciamo con stereotipi e pregiudizi che

Perché ci piace guardare gli altri giocare: il caso degli esports – Psicologia Digitale
Psicologia

Perché ci piace guardare gli altri giocare: il caso degli esports – Psicologia Digitale

Milioni di persone sono appassionate di esports e seguono campionati e tornei sia dal vivo che in streaming. Quali sono le motivazioni di un fenomeno tanto diffuso? PSICOLOGIA DIGITALE – (Nr. 25) Perché ci piace guardare gli altri giocare: il caso degli esports   Cosa sono gli esports  Gli esports (anche e-sport, eSport, dall’inglese electronic sport) sono competizioni di videogiochi di livello amatoriale, semiprofessionistico e professionistico. Quello degli esports è un fenomeno sempre più popolare e diffuso: secondo i dati del Global Esports & Live Streaming Market Report 2021 (Newzoo, 2021) il pubblico globale dei giochi in live-streaming supererà i 700

Preoccupazione ed umorismo: prendere la vita con leggerezza è davvero utile ad incrementare il benessere?
Psicologia

Preoccupazione ed umorismo: prendere la vita con leggerezza è davvero utile ad incrementare il benessere?

Diversi studi hanno dimostrato che le persone con un maggiore senso dell’umorismo presentano meno ansia e stress rispetto alle persone con un minore senso dell’umorismo (Kuiper, 2012).   L’umorismo è un costrutto multidimensionale che combina svariati aspetti, come abitudini comportamentali, abilità e competenze, un tratto di personalità e una strategia di coping (Ruch, 2008). Recentemente è stato sviluppato un modello che descrive le differenze individuali nell’uso dell’umorismo concentrandosi su una lista di otto stili, ovvero i Comic Style Markers (CSM) (CSM; Ruch, Heintz, et al., 2018) Gli otto stili comici possono essere classificati come stili di umorismo “leggeri” o “oscuri”.

Alto Potenziale Cognitivo e Doppie Eccezionalità (2021) di Ermelinda Maulucci – Recensione
Psicologia

Alto Potenziale Cognitivo e Doppie Eccezionalità (2021) di Ermelinda Maulucci – Recensione

Come spiegato nel volume Alto Potenziale Cognitivo e Doppie Eccezionalità l’intensità e la sensibilità dei bambini plusdotati possono essere meglio compresi secondo la teoria delle “overexcitabilities”   Ermelinda Maulucci è una autorevole voce nel panorama legale e psicologico nazionale ed europeo che supporta il riconoscimento dei bambini e ragazzi plusdotati. In questo libro l’autrice si occupa di doppia eccezionalità che tuttavia non è eccezionale riscontrare tra bambini e ragazzi. L’autrice invita il lettore ad approfondire la complessità della plusdotazione cognitiva e il contesto in cui si sviluppa, spesso confuso con caratteristiche o profili riconducibili ai disturbi dell’attenzione, DSA e alla

Immagine di sé e sessualità in pazienti oncologici
Psicologia

Immagine di sé e sessualità in pazienti oncologici

Sebbene la vita dei pazienti oncologici muti in seguito alla diagnosi o ai trattamenti, non molto spazio viene dato a come le relazioni col partner e la sessualità possano modificarsi in relazione ai cambiamenti dell’immagine di sé.   Gli effetti positivi per i trattamenti locali dimostrati dalla chemioterapia hanno ampliato il suo utilizzo (Nygren, 2001) ma, nonostante i suoi benefici, questo intervento può comportare degli effetti collaterali: tra i più comuni nausea, vomito, affaticamento e alopecia (Kayl & Meyers, 2006). Pazienti oncologici e alopecia Poiché i capelli spesso possono rappresentare un simbolo di bellezza o maturità, la loro perdita rappresenta

Effetto spotlight: una vita sotto i riflettori
Psicologia

Effetto spotlight: una vita sotto i riflettori

L’effetto spotlight è stato definito come una convinzione legata al sovrastimare la quantità di attenzione, ricevuta da parte di terzi, rispetto al proprio aspetto fisico o al proprio comportamento (Myers e Twenge, 2017).   Tale tendenza a sovrastimare le proprie caratteristiche, nella convinzione che le altre persone le notino con particolare attenzione, fu definita inizialmente da Brown e Stopa nel 2007. Sono presenti numerosi studi su questo effetto e sull’abbigliamento: Gilovich e colleghi (2000) fecero indossare dei vestiti a dei soggetti che giudicavano tali indumenti come “imbarazzanti”. I soggetti della ricerca credevano che almeno il 50% delle persone presenti avesse

“Noi siamo uno. Terapia integrata per la prevenzione del trauma” – Salute psicofisica individuale e collettiva dopo la pandemia. Quali strade per far fronte all’incertezza? – Report del webinar
Attualità Psicologia

“Noi siamo uno. Terapia integrata per la prevenzione del trauma” – Salute psicofisica individuale e collettiva dopo la pandemia. Quali strade per far fronte all’incertezza? – Report del webinar

Dal 12 al 14 Novembre 2021 si è tenuto l’evento “Noi siamo uno. Terapia integrata per la prevenzione del trauma” per costruire una riflessione condivisa con professionisti della salute di diversa provenienza e impostazione teorica, sul tema dello stress e del trauma.   Con il patrocinio del Consiglio Nazionale Ordine Psicologi, Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Associazione Italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione, EMDR e Società Italiana di psico-neuro-endocrino-immunologia, l’esperienza della pandemia è occasione per la Dott.ssa Marta Zighetti, psicoterapeuta e terapeuta supervisore EMDR, e per l’associazione “Essere Esseri Umani”, per costruire

Il burnout lavorativo: effetti psicologici e trattamento
Psicologia

Il burnout lavorativo: effetti psicologici e trattamento

Il burnout è una sindrome tipica delle professioni coinvolte nelle relazioni di aiuto; è una reazione emotiva, cognitiva e comportamentale di progressivo allontanamento da una fonte di malessere.   Lavorare in determinati ambiti infatti non è sempre facile, le componenti stressanti, ovvero gli “stressors” con cui ci si confronta, possono portare ad un logoramento professionale, emotivo, psichico, provocando delle alterazioni sull’efficacia lavorativa e sul rapporto con l’utenza. Si rende nota la presenza del burnout negli anni ’70, quando i rapporti familiari e sociali cambiano andando verso una dimensione più privata, mettendo in secondo piano in gruppo informale e delegando le

Esiste il rapporto sessuale? (2021) di Massimo Recalcati – Recensione
Psicologia

Esiste il rapporto sessuale? (2021) di Massimo Recalcati – Recensione

L’esperienza di limite che Recalcati sottolinea nel suo nuovo libro Esiste il rapporto sessuale?, parte dall’impatto del corpo con l’azione del linguaggio, che rivela come di fondo non esista un’“essenza del sesso” data a priori come dato della natura.   Recalcati, nel suo ultimo scritto, racconta il tema della sessualità umana, anche attraverso la presentazione di parecchi esempi clinici, in quanto incastro complesso non solo di soggetti ma anche di fantasmi, dimensione peraltro fondante di ogni incontro che veda emergere la vita erotica, in quanto labirintica e intimamente ingovernabile. Uno degli aspetti centrali proposti da Recalcati, risulta una sessualità che

“Tradisco sì, ma solo per timore di rimanere da solo!” La paura di essere single come mediatrice nella relazione tra attaccamento ansioso e tradimento
Psicologia

“Tradisco sì, ma solo per timore di rimanere da solo!” La paura di essere single come mediatrice nella relazione tra attaccamento ansioso e tradimento

L’infedeltà, intesa come una violazione delle norme di relazione che regolano l’esclusività, rappresenta uno degli aspetti più dolorosi all’interno delle relazioni romantiche.   Infatti è associata ad una serie di outcome negativi come l’aumento del rischio di problemi di salute sia mentali (ad es. ansia, depressione) che fisici (ad es. malattie sessualmente trasmissibili), diminuzione dell’autostima, fiducia danneggiata nel partner, violenza domestica, rottura e divorzio (Fincham & May, 2017). Infedeltà e attaccamento La ricerca precedente ha dimostrato che alcuni fattori di personalità influenzano il coinvolgimento nel tradimento: persone con alto livello di estroversione, nevroticismo, narcisismo e psicopatia riportano livelli più elevati

Il DOC ai giorni nostri visto dagli occhi di un ragazzo di 28 anni. Il caso di A.
Psichiatria Psicologia

Il DOC ai giorni nostri visto dagli occhi di un ragazzo di 28 anni. Il caso di A.

Nel 2017 A. approda presso lo studio di uno psichiatra per iniziare un percorso di terapia integrata e si configura la prima diagnosi di disturbo ossessivo compulsivo.   Corre l’anno 2021 e nella nostra società molti stereotipi fanno, ancora, fatica a scomparire. Sicuramente uno di questi è che tutte le persone che hanno e/o avrebbero bisogno di supporto dallo psicoterapeuta e/o dallo psichiatra siano “strani” o “non normali”. Soprattutto chi ha bisogno di aiuto psichiatrico è considerato strano, alienabile dalla quotidianità sociale anche se i manicomi sono stati chiusi secondo la L.180 del 1978 (legge Basaglia). Sarebbe così difficile spiegare

Il gioco d’azzardo patologico: un’eziopatogenesi psicodinamica
Psicologia

Il gioco d’azzardo patologico: un’eziopatogenesi psicodinamica

Nell’ottica freudiana il ricorso al gioco d’azzardo non costituisce soltanto un mezzo di difesa contro impulsi sessuali edipici, ma anche uno strumento di autopunizione.   Nel tentativo di identificare una possibile eziopatogenesi del disturbo da gioco d’azzardo compulsivo, la prospettiva psicodinamica pone l’attenzione sull’analisi del vissuto retrospettivo individuale, inteso come il condensato delle esperienze psicologiche maturate sin dalle prime fasi della vita e dei loro contenuti caratterizzanti. Proprio la natura più o meno appagante di questi vissuti potrebbe aver provocato la maturazione di una dimensione egoica ben coesa e strutturata, o alternativamente di un autentico vuoto affettivo, un “buco nell’Io”

Uno studio sui cavalli: riconoscimento emotivo attraverso immagini e vocalizzazioni
Psicologia

Uno studio sui cavalli: riconoscimento emotivo attraverso immagini e vocalizzazioni

Negli ultimi anni numerosi studi hanno osservato le emozioni animali e la loro modalità di espressione attraverso il linguaggio corporeo e le espressioni facciali (Waller e Micheletta, 2013), vocali (Briefer, 2018) e olfattive (Kikusui et al., 2001; Trösch et al., 2019).   Il riconoscimento delle emozioni tra gli animali Il riconoscimento emotivo è importante in quanto permette una reazione adeguata per facilitare l’interazione che avviene tra membri della stessa specie (Špinka, 2012). Dato che non è ancora chiaro se gli animali possano classificare le emozioni o meno, lo studio di Trösch e colleghi (2019) vuole valutare questa capacità studiando il

L’alleanza terapeutica: contributi teorici, rotture e riparazioni
Psicoterapia

L’alleanza terapeutica: contributi teorici, rotture e riparazioni

L’alleanza terapeutica è una variabile, forse la più importante, che costituisce la relazione terapeutica.   Riprendendo una definizione in ottica di Terapia Metacognitiva Interpersonale (TMI), la relazione terapeutica “consiste nell’insieme dei processi interpersonali che intercorrono tra terapeuta e paziente, sia nel contesto della “relazione reale” che si svolge nel qui e ora (vissuti di simpatia, senso di affinità, condivisione di interessi comuni, ecc.), sia nel contesto della relazione transferale e controtransferale, in cui sia nel paziente che nel terapeuta si attivano modelli relazionali e emozioni in gran parte derivati dalle rispettive storie evolutive” (Dimaggio et al., 2013). Una buona alleanza

Nata due volte (2021) di Giorgia Bellini – Recensione
Psicologia

Nata due volte (2021) di Giorgia Bellini – Recensione

Nata due volte è un libro che racconta un’esperienza di vita. È stato scritto da Giorgia Bellini che lo ha editato con pubblicazione indipendente nel 2021.   L’autrice è una giovane che ha sofferto di bulimia ed è riuscita a riconquistare una normalità di vita. Ha voluto, con questa sua opera, condividere la sua storia. Nell’introduzione Giorgia chiarisce come il motivo che l’ha spinta a scrivere e pubblicare questo libro è la voglia di testimoniare che, da un lato, i disturbi alimentari possono spingere le persone a ‘’toccare il limite’’ e, dall’altro, che è possibile guarire. Come sottolineato da Giuseppe

I vantaggi del perdono tra gli adolescenti
Psicologia

I vantaggi del perdono tra gli adolescenti

Precedenti ricerche suggeriscono però che il perdono porterebbe con sé molti vantaggi per i ragazzi, aiutandoli a superare emozioni negative come rabbia, preoccupazione, paura e imbarazzo.   Nelle relazioni sociali, le persone occasionalmente violano le norme relazionali o danneggiano gli interessi altrui. Tali “trasgressioni” tendenzialmente suscitano due differenti reazioni: la tendenza ad evitare e la tendenza a cercare vendetta. Questo accade perché in seguito ad un’offesa le emozioni principali da parte di chi la subisce sono solitamente paura, rabbia e tristezza (Gilam et al., 2019). In alcuni casi, quando le reazioni istintive di evitamento e di vendetta sono ridotte ed

Il concetto di valore nell’essere umano, una riflessione assiologica
Psicologia

Il concetto di valore nell’essere umano, una riflessione assiologica

Nel trattamento delle sindromi psicologiche molto spesso ci imbattiamo in convinzioni che riguardano il proprio valore o il valore degli altri.   Tali convinzioni risultano fondamentali nel mantenimento del disagio psichico in quanto definiscono in modo totale ed invasivo non solo l’efficacia di tutte le aree funzionali della persona, ma la sua stessa essenza. Il termine valore viene utilizzato in modo confuso ed indefinito, a volte è astratto mentre a volte è concreto. Come astratto designa le proprietà del valore ed è spesso usato come equivalente di merito o di capacità dell’individuo, come sostantivo concreto invece il termine si riferisce

Manuale del Disturbo Borderline di Personalità nell’infanzia e nell’adolescenza – Recensione
Psichiatria Psicologia

Manuale del Disturbo Borderline di Personalità nell’infanzia e nell’adolescenza – Recensione

Manuale del Disturbo Borderline di Personalità nell’infanzia e nell’adolescenza è organizzato in sei parti, ciascuna di queste tenta di analizzare tematiche e problematiche connesse, riportando una grande quantità di ricerche, teorie e modelli.   Questo libro assume un grande valore scientifico e clinico, non solo racchiude gran parte delle ricerche scientifiche condotte sul Disturbo Borderline di Personalità in infanzia e adolescenza, in ottica multidisciplinare ed evoluzionistica, ma percorre varie tappe: dalla complessa questione diagnostica, alla prevenzione e al trattamento. Il Nuovo libro Manuale del Disturbo Borderline di Personalità nell’infanzia e nell’adolescenza a cura di Carla Sharp e Jennifer I. Tackett, edizione italiana

“Quante realtà esistono? Una, nessuna o centomila?” L’importanza degli atteggiamenti secondo la psicologia sociale
Psicologia

“Quante realtà esistono? Una, nessuna o centomila?” L’importanza degli atteggiamenti secondo la psicologia sociale

L’atteggiamento viene definito in psicologia sociale come una “tendenza nel valutare il senso in positivo o negativo un oggetto, sia esso reale o astratto, ed essendo quest’ultimo proveniente dall’ambiente sociale lo si può identificare come la risposta, ma non solo, a qualcosa al di fuori di sé” (Maggio, 2018).   “C’è forse una realtà sola, una per tutti? […] Non ce n’è una neanche per ciascuno di noi, poiché in noi stessi la nostra cangia di continuo!” (Luigi Pirandello, Uno nessuno e centomila, 1909).   Esiste un potenziale di cambiamento ancora prima che venga effettuata una comunicazione tra mittente e

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 2021
Attualità Psicologia

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 2021

Il 25 novembre di ogni anno si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, un’occasione per puntare l’attenzione su una tematica dolorosa e, purtroppo, sempre più attuale   Le origini della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne Questa importantissima ricorrenza è stata istituita dall’assemblea dell’Onu nel 1999. La data è stata scelta per ricordare il sacrificio di Patria, Minerva e Maria Teresa, tre sorelle che, a causa della loro militanza politica contro il regime del dittatore dominicano Rafael Leonida Trujillo, furono brutalmente trucidate nel 1960. Le sorelle Mirabal, fervide attiviste politiche della Repubblica


Come raggiungere l'evento
Torna in cima
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi

Messaggio pubblicitario