expand_lessAPRI WIDGET

Immagine del profilo sui social: aspetti da tenere in considerazione

Il sottile confine tra la percezione di sé e l'impressione che si vuole dare online è racchiuso nella nostra immagine del profilo

Di Alessandro Ocera

Pubblicato il 06 Dic. 2023

L’immagine del profilo sui social network

La presentazione di sé è diventata una parte essenziale anche della nostra vita online. Quando creiamo profili sui social network, condividiamo una serie di informazioni personali, ma c’è un elemento che spesso trascende tutto il resto: l’immagine del profilo. Questa fotografia rappresenta la nostra carta d’identità virtuale, il nostro biglietto da visita nel mondo virtuale.

Le immagini del profilo comunicano molto di più di quanto possiamo immaginare. Rivelano chi siamo, almeno nella misura in cui vogliamo farlo, e ci permettono di dare una prima impressione di noi stessi a chi ci segue o ci scopre. Ma quanto influisce questa scelta sulla nostra presenza online? E quale differenza c’è tra la percezione che noi abbiamo di noi stessi e la percezione che gli altri hanno di noi?

Uno studio scientifico ha tentato di rispondere a questi interrogativi, esaminando il modo in cui le immagini del profilo influenzano le prime impressioni e la differenza tra la nostra percezione della nostra immagine del profilo e la percezione che gli altri si fanno di noi a partire dalla stessa immagine. 

Lo studio di White e Colleghi sulle immagini del profilo

Nel 2017, White e collaboratori (White et al., 2017) hanno condotto uno studio volto a indagare gli effetti della selezione delle immagini di profilo online sulle prime impressioni proprie e altrui. 

A tal fine, all’interno dello stesso studio, sono stati condotti due esperimenti: uno per analizzare in che modo i partecipanti valutavano e selezionavano le proprie immagini del profilo e le immagini del profilo di persone sconosciute in base alle prime impressioni e un altro per valutare le impressioni generate negli altri dalle immagini selezionate.

Secondo gli autori, la scelta della giusta immagine può essere un processo critico, in quanto le impressioni suscitate dalle immagini del profilo influenzano decisioni importanti, come la scelta di chi frequentare sulle app di dating, chi assumere tramite piattaforme dedicate al lavoro o anche con chi fare amicizia sui più comuni social.

Nel primo esperimento, i 102 studenti universitari coinvolti nello studio hanno fornito 12 immagini di loro stessi e tra queste hanno dovuto selezionare quelle che loro ritenevano essere più adatte per un profilo su un social network, su una piattaforma di dating o su un social professionale. 

I partecipanti hanno valutato le loro immagini sulla base di cinque aspetti: attrattività, affidabilità, dominanza, competenza e fiducia. L’affidabilità, la dominanza e l’attrattività sono state incluse per catturare le tre principali dimensioni delle prime impressioni facciali (Oosterhof & Todorov, 2008; Sutherland et al., 2013). La competenza e la sicurezza sono state incluse perché questi giudizi sono associati al successo nelle relazioni sentimentali e professionali (Murphy et al., 2015; Todorov et al., 2015). 

Gli stessi partecipanti hanno successivamente messo in atto lo stesso processo di valutazione con una serie di 12 immagini di un soggetto sconosciuto selezionato casualmente dello stesso sesso. In questo modo è stato possibile, per i ricercatori, rilevare eventuali differenze nel processo di selezione della propria immagine del profilo (auto-valutazione) e nel processo di selezione delle immagini altrui (valutazione degli altri). 

Nel secondo esperimento sono state reclutate online delle persone esterne allo studio per valutare le impressioni generate dalle immagini selezionate nel primo esperimento (sia nella condizione di auto-valutazione che di valutazione degli altri).  

Scegliere l’immagine del profilo da soli o farla scegliere agli altri?

Il risultato chiave di questo studio indica che le persone tendono a selezionare immagini di sé stesse per accentuare impressioni positive negli altri, adattando tale selezione in base ai diversi social network. Sorprendentemente però quando selezioniamo delle immagini del profilo per noi stessi e per degli sconosciuti, le prime non suscitano le stesse buone impressioni negli altri che invece suscitano le seconde. Cosa vuol dire questo? Che scegliendo la nostra foto del profilo non facciamo una così buona impressione come invece accade quando scegliamo la foto per altri. 

Questo risultato contraddice le previsioni basate sulla letteratura di auto-presentazione, secondo cui gli individui tenderebbero a selezionare immagini più lusinghiere di sé stessi rispetto a quelle di altre persone.

Questi risultati sottolineano che le persone, nonostante la tendenza generale di presentarsi in modo positivo, sembrano avere più difficoltà nel selezionare immagini di sé che creano buone prime impressioni. Ciò può essere in parte legato alla nota tendenza degli individui a percepire sé stessi in modo più positivo rispetto agli altri. Inoltre, l’articolo suggerisce che forse, nella scelta dell’immagine del profilo, potrebbe essere meglio lasciarci consigliare dagli altri! 

L’importanza del contesto nella scelta dell’immagine del profilo

L’articolo evidenzia in modo significativo l’importanza di selezionare immagini del profilo diverse a seconda del social network su cui poi si condivideranno. Le persone dimostrano consapevolezza delle diverse impressioni che le immagini possono trasmettere, adattando le scelte allo specifico contesto digitale. Questo fenomeno si manifesta sia nella selezione personale che in quella effettuata da altri. 

Contrariamente alle aspettative, invece, le immagini scelte personalmente spesso non riflettono impressioni favorevoli negli altri, suggerendo una discrepanza tra la percezione di sé e l’impressione che si vuole proiettare online. 

Questi risultati mettono in luce l’importanza di considerare attentamente il contesto sociale e professionale quando si cura la propria presenza online, poiché le prime impressioni digitali giocano un ruolo significativo nella formazione delle percezioni degli altri.

Immagine del profilo e prime impressioni

La ricerca di White et al. evidenzia la complessità della scelta dell’immagine del profilo online e l’impatto significativo sulle prime impressioni. Nonostante l’intento di proiettare una rappresentazione positiva di sé, le persone spesso faticano a selezionare immagini che riflettano questa intenzione. 

La consapevolezza del contesto si rivela fondamentale, e la discrepanza tra la percezione di sé e l’impressione desiderata online suggerisce un’opportunità di auto-riflessione. 

Per ottimizzare la presentazione digitale, considerare attentamente come si desidera essere percepiti, adattando le scelte alle diverse situazioni online, può influenzare positivamente la formazione delle prime impressioni e plasmare connessioni significative.

Si parla di:
Categorie
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Selfie e immagine di sé i risvolti psicologici della condivisione sui social
La nuova era digitale: i selfie e l’immagine di sé

I social network consentono di presentare il proprio sé migliore e ideale. Quale impatto può avere il fenomeno selfie sugli adolescenti?

ARTICOLI CORRELATI
Slacktivism: di cosa si tratta? Quando l’attivismo online può diventare dannoso

Sostenere cause sociali tramite l’attivismo online può fornire un aiuto prezioso, ma attenzione allo slacktivism, una forma superficiale e disinteressata di supporto

Lo psicologo negli e-sports

Gli e-sports, progettati con l'obiettivo di competitività, hanno suscitato l'interesse della psicologia per i fattori psicologici coinvolti

WordPress Ads
cancel