expand_lessAPRI WIDGET

Alto Potenziale Cognitivo e Doppie Eccezionalità (2021) di Ermelinda Maulucci – Recensione

'Alto Potenziale Cognitivo e Doppie Eccezionalità' invita ad approfondire la complessità della plusdotazione cognitiva e il contesto in cui si sviluppa

Di Laura Prosdocimo

Pubblicato il 03 Dic. 2021

Come spiegato nel volume Alto Potenziale Cognitivo e Doppie Eccezionalità l’intensità e la sensibilità dei bambini plusdotati possono essere meglio compresi secondo la teoria delle “overexcitabilities”

 

Ermelinda Maulucci è una autorevole voce nel panorama legale e psicologico nazionale ed europeo che supporta il riconoscimento dei bambini e ragazzi plusdotati. In questo libro l’autrice si occupa di doppia eccezionalità che tuttavia non è eccezionale riscontrare tra bambini e ragazzi. L’autrice invita il lettore ad approfondire la complessità della plusdotazione cognitiva e il contesto in cui si sviluppa, spesso confuso con caratteristiche o profili riconducibili ai disturbi dell’attenzione, DSA e alla sfera dell’autismo. Nel nostro paese l’Alto Potenziale Cognitivo secondo le Linee Guida viene valutato su una base psicometrica, tuttavia la plusdotazione è caratterizzata da un funzionamento globale diverso dalla generalità delle altre persone, in particolare per un possibile sviluppo asincrono e specifici tratti emotivi e sociali. I bambini plusdotati come sottolinea Michael Piechowski (in Silverman, 1998) presentano un’organizzazione cognitiva complessa, un alto livello di sensibilità, una vivida immaginazione e sensazioni amplificate determinando una percezione del mondo differente: penetrante, coinvolgente, assorbente, complessa.

Il testo esamina i principali strumenti psicometrici di valutazione del QI e sottolinea l’importanza di considerare il contesto nel quale si svolgono.

L’intensità e la sensibilità dei bambini plusdotati possono essere meglio compresi secondo la teoria delle “overexcitabilities” secondo la quale vi sono cinque tipi di iper-eccitabilità: Intellettiva, Immaginativa, Emotiva, Psicomotoria, Sensoriale e possono essere confuse con alcune caratteristiche proprie di alcuni disturbi.

Come per tutti i bambini, il ruolo dei genitori e della famiglia è fondamentale per favorire lo sviluppo di una personalità armonica con le loro caratteristiche.

Gli insegnanti involontariamente possono contribuire a rendere la vita scolastica meno soddisfacente, ostacolando per esempio soluzioni originali. Per questo motivo in molti Stati è prevista una didattica differenziata, la Gifted Education. Il mancato riconoscimento di questi bambini può determinare la credenza di essere sbagliati, quindi diversi e manifestare iperadattamento, sottorendimento, calo dell’autostima, ansia e depressione.

Per tale ragione l’intelligenza elevata deve avere un ruolo nel processo diagnostico e in particolare identificare i bambini con doppia eccezionalità è molto complesso. Diversi studi evidenziano che un bambino gifted può presentare un disturbo e/o una neurodiversità come un bambino normodotato.

Il testo propone importanti considerazioni e suggerisce strumenti utili da tenere in evidenza in un processo diagnostico riguardante DSA, Sindrome di Asperger e ADHD.

L’intento della Maulucci, sulla base della letteratura internazionale, sembra sia quello di offrire un contributo a favore dei doni di bambini e ragazzi ad alto potenziale cognitivo che meritano di essere espressi al meglio. L’autrice quindi offre un’occasione di riflessione attenta per insegnanti e genitori e questo libro non può mancare nella libreria dei professionisti impegnati nella pratica clinica in età evolutiva per una corretta valutazione globale.

 

Si parla di:
Categorie
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
  • Maulucci, E. (2021). Alto potenziale cognitivo e doppie eccezionalità. Kimerik edizioni
  • Silverman L.K. (1998). Through the lens of Giftedness. 204, Roeper Review, vol. 20, n. 3.
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Plusdotazione: quali difficoltà nella regolazione emotiva - Psicologia
Plusdotazione e regolazione emotiva: quale rapporto?

Nel caso della plusdotazione i bambini gifted tendono a vivere ogni emozione in modo intenso, sono molto sensibili e più reattivi di fronte a certi stimoli

ARTICOLI CORRELATI
Affrontare il cambiamento climatico con intelligenza emotiva

L’intelligenza emotiva può giocare un ruolo per affrontare dal punto di vista psicologico temi complessi come il cambiamento climatico

Daniel Goleman e l’intelligenza emotiva

Daniel Goleman ha ridefinito i parametri delle capacità cognitive e sociali, evidenziando il ruolo cruciale delle emozioni

cancel