inTherapy

La mancata diagnosi del disturbo bipolare nel Regno Unito

Un recente studio effettuato nel Regno Unito ha rilevato che, dei pazienti in cura con antidepressivi, il 10% soffre di Disturbo Bipolare non riconosciuto

ID Articolo: 117862 - Pubblicato il: 11 febbraio 2016
La mancata diagnosi del disturbo bipolare nel Regno Unito
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

A circa il 10% dei pazienti britannici, nel corso di cure primarie, vengono prescritti antidepressivi per la depressione o per l’ansia. In realtà Hughes e colleghi hanno dimostrato di come spesso si tratti di un disturbo bipolare non diagnosticato.

Questi ricercatori, dalla Leeds e York Partnership NHS Foundation Trust e dalla Scuola di Medicina presso l’Università di Leeds, hanno intervistato alcuni giovani medici generali, raccontando il tutto in uno studio pubblicato successivamente sul British Journal of General Practice.

Messaggio pubblicitario Il Disturbo Bipolare si presenta spesso in comorbilità con la depressione, e può essere difficile da diagnosticare. Inoltre capita spesso che le persone che allo stesso tempo hanno vissuto periodi di sintomi di umore elevato (ad es. maggiore energia e attività, una maggiore fiducia, over-loquacità, elevata distrazione), spesso non riconoscano questi eventi come significativi e non ne parlano al loro medico. Tutto questo è però molto pericoloso, in quanto può portare a un trattamento inappropriato, come ad esempio la prescrizione di antidepressivi senza l’affiancamento di un farmaco stabilizzatore dell’umore. Tale scenario, potrebbe infatti aumentare il rischio di permanenza di un umore instabile.

Lo studio di Hughes, ha rilevato che tra le persone di età compresa tra i 16 e i 40 anni a cui vengono prescritti farmaci antidepressivi per la depressione o per l’ansia, circa il 10% soffriva di Disturbo Bipolare non riconosciuto. In particolar modo, questa assenza di diagnosi, era maggiormente diffusa tra i pazienti più giovani, e tra coloro che avevano riportato episodi depressivi maggiormente gravi. Lo studio sottolinea quindi, come gli operatori sanitari dovrebbero rivedere le storie di vita dei pazienti affetti da Ansia o Depressione, in particolare quelle dei pazienti più giovani.

Il dottor Tom Hughes, che oltre ad essere l’autore principale dello studio, è anche Consulente Psichiatra alla Leeds e York Partnership NHS Foundation Trust e all’Università di Leeds, ha detto:

Il Disturbo Bipolare è un problema serio, caratterizzato da alti livelli di disabilità e da un elevato rischio di suicidio. Quando esso è presente nei pazienti depressi, può essere facilmente trascurato. Una sotto-diagnosi e una sovra-diagnosi delle malattie possono creare grossi problemi. I nostri medici generali praticanti occupano una buona percentuale del miglior servizio sanitario nazionale nel mondo. Ci auguriamo che questo studio possa essere d’aiuto a loro e ai loro pazienti, così da migliorare il riconoscimento di questa condizione importante e invalidante.

Il professor Roger Jones, redattore del British Journal of General Practice, ha detto:

Il Dottor Tom Hughes ei suoi colleghi consigliano ai medici di medicina generale di guardare con maggior attenzione quei pazienti affetti da Depressione e Disturbi d’Ansia, soprattutto quelli più giovani e coloro che non stanno ottenendo effetti benefici dal proprio trattamento. Rivedere la storia di vita relativamente alla comparsa dei sintomi, potrebbe fornire alle persone la possibilità di ricevere un miglior trattamento e un recupero più veloce.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 4, media: 3,75 su 5)

Consigliato dalla redazione

Disturbo bipolare e disturbo borderline di personalit`a - somiglianze e differenze

Disturbo bipolare e disturbo borderline: separati alla nascita?

Il disturbo bipolare e il disturbo borderline di personalità presentano somiglianze diagnostiche ma anche delle differenze e richiedono trattamenti diversi

Bibliografia

State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario