Stress: in coppia le donne sono più supportive degli uomini

In coppia, nei momenti di tensione, gli uomini sarebbero più sensibili allo stress e faticherebbero a gestirlo, diventando più critici e meno supportivi.

ID Articolo: 113896 - Pubblicato il: 29 settembre 2015
Stress: in coppia le donne sono più supportive degli uomini
Condividi

Gli uomini sarebbero maggiormente sensibili allo stress, il loro e quello della partner, che faticherebbero a gestire diventando più critici, meno supportivi e confortanti.

In coppia le donne sono più supportive degli uomini: è quanto emerge da uno studio condotto a Zurigo grazie al supporto della Swiss National Science Foundation Research Grants.

Messaggio pubblicitario In particolare gli uomini sarebbero maggiormente sensibili allo stress, il loro e quello della partner, che faticherebbero a gestire diventando più critici, meno supportivi e confortanti, sopratutto quando la partner esprime i suoi sentimenti in termini maggiormente emotivi.

Il team condotto dal dr. Bradbury ha studiato 189 coppie, eterosessuali e soddisfatte delle loro relazioni, che duravano da più di 4 anni. Le coppie sono state divise in tre gruppi sperimentali in cui o l’uomo, o la donna, o entrambi i partners venivano sottoposti a stress.

Ciascuna coppia si trovava in una stanza e veniva filmata dai ricercatori per 8 minuti. Lo stress veniva indotto con dei finti colloqui di lavoro e chiedendo ai soggetti di contare alla rovescia da 2.043 il più velocemente possibile, dicendo loro di ricominciare da capo a ogni errore. Per misurare i livelli di stress, sono stati prelevati campioni di saliva e testati i livelli di cortisolo: i risultati delle rilevazioni hanno mostrato che il test è stato molto stressante per entrambi i partners.

L’analisi delle registrazioni invece ha permesso di verificare le risposte verbali, comportamentali ed emotive allo stress: è stato possibile osservare la presenza o l’assenza di sostegno positivo o negativo di ciascuno nei confronti del partner e la qualità delle interazioni non verbali (ad esempio tenersi per mano o abbracciarsi, o evitare il contatto visivo distraendosi con altri oggetti)

I risultati indicano che in condizioni di non stress sia uomini che donne sono stati in grado di sostenere positivamente il/la partner; ma sotto stress le cose sono cambiate: mentre le donne si sono dimostrate supportive nei confronti dei partner che mostravano ansia e stress, gli uomini hanno prodotto un maggior numero di commenti negativi, mostrandosi quindi meno capaci di interazioni positive supportive con le compagne.

Messaggio pubblicitario Secondo i ricercatori conoscere il ruolo giocato dallo stress all’interno di questi scenari può essere di aiuto alla coppia: è importante sapere che lo stress può aumentare l’esigenza di essere oggetto di cura di entrambi i membri di una coppia e rendere meno probabile il fatto che uno dei due riceverà il supporto di cui necessita da parte del partner perché lo stress interferisce con la capacità di essere in contatto con le esigenze dell’altro. Alla luce di questo alcune coppie potrebbero addirittura raccogliere la sfida e decidere di cercare attivamente una maggiore vicinanza proprio nei momenti di stress per contrastarne gli effetti negativi sulla relazione.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Il cervello di uomini e donne: quali le differenze? – Neuroscienze

BIBLIOGRAFIA:

 

 

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Categorie

Messaggio pubblicitario