Metodi a confronto per la valutazione dello Stress Lavoro-Correlato: il metodo INAIL e il metodo V.I.S.

La valutazione dello stress lavoro-correlato si avvale di due metodi: il metodo INAIL, molto diffuso in Italia e quello V.I.S., il cui utilizzo è gratuito

ID Articolo: 108977 - Pubblicato il: 20 aprile 2015
Metodi a confronto per la valutazione dello Stress Lavoro-Correlato: il metodo INAIL e il metodo V.I.S.
Messaggio pubblicitario SFU 2022

Metodi a confronto per la valutazione dello Stress Lavoro-Correlato: Il metodo INAIL e il metodo V.I.S.

 

Questo approfondimento, offre una revisione critica della proposta fatta dall’INAIL in merito alla cosiddetta “fase preliminare” dello stress lavoro-correlato. Come noto, tale passaggio è secondo la normativa vigente, il primo step da compiere nel processo di valutazione e si avvale della considerazione di indicatori oggettivi e verificabili, quali gli eventi sentinella, unitamente a fattori di contenuto e contesto.

Poiché il metodo INAIL, non è l’unico strumento a disposizione (sebbene la sua adozione in Italia sia molto diffusa), si pone un confronto tra esso ed un altro metodo: il metodo V.I.S. (Valutazione per Indicatori di Stress), sviluppato seguendo un approccio di tipo psicologico, ergonomico e della medicina del lavoro (Sarto, De Carlo,  Falco, Vianello,  Zanella, Magosso, Bartolucci, Dal Corso,  2009).

Grazie al consenso degli autori e dell’editore (FrancoAngeli), l’utilizzo del metodo V.I.S è libero e gratuito.

 

BIBLIOGRAFIA:

State of Mind © 2011-2022 Riproduzione riservata.

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario