Messaggio pubblicitario Master DA 2020

Pensiero intuitivo & utilizzo degli smartphone

I soggetti con una maggiore propensione al pensiero intuitivo si affidano maggiormente agli Smartphone per scopi e funzioni psicologiche nella quotidianità.

ID Articolo: 108673 - Pubblicato il: 14 aprile 2015
Pensiero intuitivo & utilizzo degli smartphone
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

FLASH NEWS

Le correlazioni indicano che i soggetti con una maggiore propensione al pensiero intuitivo (rispetto a quello analitico) si affidano maggiormente ai loro Smartphone, in quanto estensioni della mente, per scopi e funzioni psicologiche nella quotidianità, quali ad esempio l’orientamento spaziale o il recupero di informazioni già apprese.

Gli smartphone ci risolvono un sacco di problemi nella quotidianità sostituendosi non solo a oggetti, ad esempio sveglie, pile, mappe, agende, calcolatrici, guide etc, ma anche alle funzioni cognitive ad essi sottese quali la memoria, l’orientamento e la navigazione spaziale, abilità matematiche di base e i processi di apprendimento.

In tal senso i dispositivi digitali del nostro secolo vengono definiti “estensioni della mente” umana.

Messaggio pubblicitario Tuttavia un nuovo studio dell´Università di Waterloo e pubblicato sulla rivista Computers in Human Behavior dimostra che la controindicazione maggiore nell’ uso degli Smartphone in queste diverse funzioni colpirebbe proprio le persone definite come intuitive (rispetto agli analitici) e cioè tendenti a basarsi sulle proprie emozioni e sensazioni nel prendere decisioni e nella risoluzione di problemi.

Coinvolgendo circa 600 partecipanti i ricercatori hanno valutato diverse variabili tra cui lo stile cognitivo (intuitivo vs. analitico nella risoluzione di problemi), abilità numeriche e verbali; e d’altro canto hanno analizzato le abitudini di utilizzo degli Smartphone.

Le correlazioni indicano che i soggetti con una maggiore propensione al pensiero intuitivo (rispetto a quello analitico) si affidano maggiormente ai loro Smartphones, in quanto estensioni della mente, per scopi e funzioni psicologiche nella quotidianità, quali ad esempio l’orientamento spaziale o il recupero di informazioni già apprese. Non è stata però rilevata nessuna correlazione tra pensiero analitico o intuitivo e l’utilizzo degli Smartphones per scopi sociali o di puro intrattenimento.

Messaggio pubblicitario La tendenza ad affidarsi ai dispositivi digitali e a considerarli pragmaticamente delle estensioni della nostra mente probabilmente continuerà ad aumentare, e dunque a modificare le nostre menti e i relativi processi di funzionamento. Studi simili ci consentono di comprendere come la nostra mente si differenzi rispetto ad alcune variabili individuali nell’uso dei dispositivi digitali e come questi ultimi influenzino la nostra evoluzione cognitiva.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Come la tecnologia sta cambiando il nostro cervello

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Università e centri di ricerca

Riviste scientifiche

Categorie

Messaggio pubblicitario