Salute e malattia: uomini e donne a confronto

Se per gli uomini più sono i sintomi maggiore è la preoccupazione, per le donne invece è la personalità a fare la differenza sulla gestione della malattia..

ID Articolo: 107298 - Pubblicato il: 05 marzo 2015
Salute e malattia: uomini e donne a confronto
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

FLASH NEWS

Per gli uomini è più una questione di numeri: più sono i sintomi maggiore è la preoccupazione, per le donne invece è la personalità a fare la differenza sulla gestione della malattia ma la reazione non cambia al cambiare dei sintomi.

Uno dei tanti luoghi comuni a proposito delle differenze tra uomini e donne riguarda come si affronta la malattia. Nonostante ormai persino le pubblicità ironizzino sulle esagerate reazioni maschili ai più banali sintomi influenzali, viene comunque da chiedersi se sia davvero così.

Una recente ricerca dimostra che effettivamente sia il genere che la personalità influenzano il modo in cui si affronta la malattia.

Robert Rosenman e i suoi colleghi della Washington State University hanno infatti condotto uno studio longitudinale che ha coinvolto 2859 persone del Regno Unito in cui, tra altre cose, hanno registrato dati circa le loro malattie fisiche e mentali, la personalità dei partecipanti, la loro felicità e il livello di soddisfazione della propria vita.

Secondo quanto raccolto per gli uomini è più una questione di numeri: più sono i sintomi maggiore è la preoccupazione, per le donne invece è la personalità a fare la differenza sulla gestione della malattia ma la reazione non cambia al cambiare dei sintomi.

Messaggio pubblicitario Non è tutto sembrerebbe che mentre per gli uomini non sussista alcuna correlazione tra personalità e malattia, per il gentil sesso ci siano due tipi distinti di personalità che sembrano essere meno colpite dalle malattie mentali rispetto a tutti gli altri: il primo tipo è caratterizzato da alti livelli di amabilità, il secondo da bassi livelli di coscienziosità.

Le donne appartenenti alla prima categoria hanno più probabilità di avere una migliore rete sociale e quindi di ricevere maggior supporto per far fronte a eventuali malattie e dunque riprendersi prima e meglio e subirne meno le conseguenze, nel secondo caso invece l’autore sostiene che esperendo con più frequenza la sensazione di non avere il controllo di ciò che accade non risentono eccessivamente dell’impatto di una malattia mentale.

GENDER STUDIES

In ogni caso dover affrontare una malattia, specie se mentale, è sempre una sfida e ogni individuo deve far ricorso alle proprie risorse per gestire al meglio il decorso e le eventuali conseguenze.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Ambiente e benessere. L’educazione ambientale come educazione alla salute

 

BIBLIOGRAFIA:

 

Articoli sul tema: Accettazione della Malattia

Eziologia, comorbilità e correlati della disgrafia
Psicologia

Eziologia, comorbilità e correlati della disgrafia

La disgrafia è uno dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento, riguarda prettamente gli aspetti grafo-motori e consiste nella difficoltà a riprodurre i segni grafici, causando una scrittura deformata, con forme e grandezze irregolari e tratto tremolante. Mariasilvia Rossetti, Giulia Balerci – OPEN SCHOOL Studi Cognitivi, San Benedetto del Tronto   L’apprendimento da

A star is born: a (New) love is born?! – Lettura sistemica del film
Attualità Psicologia

A star is born: a (New) love is born?! – Lettura sistemica del film

Are you happy in this modern world? Una domanda, una sfida, perché chiedersi se si è felici dentro un mondo che ci suona stonato, costituto da assetti comportamentali stretti, a ridosso di aspettative ed apparenze, risulta essere un atto abbastanza complesso. Attenzione! L’articolo contiene spoiler   La felicità, se esiste,

Manuale di intervento sul trauma (2019) di A. Montano e R. Borzì – Recensione del libro
Psicologia

Manuale di intervento sul trauma (2019) di A. Montano e R. Borzì – Recensione del libro

Manuale di intervento sul trauma offre una panoramica completa, ma chiara ed essenziale, sul trauma e le sue implicazioni; guida il lettore in un percorso che prende in esame dati empirici e concettualizzazioni teoriche, ma allo stesso tempo che permette di identificare i materiali e le risorse utilizzabili nel lavoro clinico.

Bambini e metacognizione: sintomi, metacredenze e attention control in presenza o assenza di disturbi d’ansia
Psicologia Psicoterapia

Bambini e metacognizione: sintomi, metacredenze e attention control in presenza o assenza di disturbi d’ansia

I disturbi d’ansia sono fra i disturbi più comuni nei bambini e negli adolescenti, con una prevalenza stimata tra il 3 e il 20% (Costello et al., 2005); sono associati a numerosi problemi di sviluppo, psicosociali e psicopatologici come un cattivo rendimento scolastico e difficoltà con il gruppo di pari

Teoria Polivagale e Psicoterapia, ristabilire il ritmo della regolazione – Report dal workshop con Deb Dana
Psicologia Psicoterapia

Teoria Polivagale e Psicoterapia, ristabilire il ritmo della regolazione – Report dal workshop con Deb Dana

Nel corso di due giornate, Deb Dana mostra i risvolti applicativi della Teoria Polivagale in ambito psicoterapeutico, arricchendo l’evento formativo con numerosi esempi di osservazione e comprensione del proprio SNC e dimostrazioni di attività terapeutiche volte a un rimodellamento funzionale dello stesso.    ISC International ha organizzato nelle giornate del 30

Disturbi alimentari della sfera maschile: una riflessione storica su pregiudizi e stereotipi di genere
Psichiatria Psicopedia

Disturbi alimentari della sfera maschile: una riflessione storica su pregiudizi e stereotipi di genere

I disturbi del comportamento alimentare sono considerati ancora oggi patologie tipicamente femminili, tuttavia le prime descrizioni di questi disturbi riguardavano uomini.   Introduzione I disturbi del comportamento alimentare sono stati considerati per lungo tempo patologie prevalentemente femminili, sia dall’opinione pubblica, che ancora oggi li reputa ‘malattie da femmine’, sia dalla

Edward Lee Thorndike e il condizionamento strumentale – Introduzione alla Psicologia
Psicologia

Edward Lee Thorndike e il condizionamento strumentale – Introduzione alla Psicologia

Edward Lee Thorndike è uno psicologo statunitense nato a Williamsburg nel Massachusetts il 31 agosto 1874 e morto a Montrose, New York,  il 9 agosto 1949. Inizialmente insegnò psicologia alla Columbia University di New York, e in seguito diresse il dipartimento di psicologia dell’Institute of Educational Research. Realizzato in collaborazione

Cosa c’è che non va tra di noi? Un’analisi descrittiva delle problematiche sessuali nelle relazioni
Psicologia

Cosa c’è che non va tra di noi? Un’analisi descrittiva delle problematiche sessuali nelle relazioni

Studiare i problemi sessuali spostando l’attenzione dall’individuo alla coppia e alla vita sessuale della coppia permette di ridurre la patologizzazione del singolo, e di raggiungere una più chiara comprensione dei meccanismi interni della coppia anziché prediligere la focalizzazione sulle mancanze di uno dei due.   Nell’ambito delle relazioni romantiche eterosessuali,

Nasce CBT-Italia: la Società Italiana di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
Psicoterapia

Nasce CBT-Italia: la Società Italiana di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

COMUNICATO STAMPA Il 5 dicembre 2019 è nata CBT-Italia – Società Italiana di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Ne danno il lieto annuncio i soci fondatori, clinici e accademici con una storia importante alle spalle e la voglia di scriverne una nuova nei prossimi anni. L’intento di CBT-Italia è quello di diventare un polo

Attaccamento traumatico e co-regolazione: la neurobiologia della relazione – Report dal workshop con Janina Fisher
Psicologia Psicoterapia

Attaccamento traumatico e co-regolazione: la neurobiologia della relazione – Report dal workshop con Janina Fisher

Nel caso di pazienti con attaccamento traumatico, il fine ultimo del trattamento è sviluppare le capacità di autoregolazione, entrando in contatto e in intimità con l’altro e costruendo un senso di integrazione del sé. La co-regolazione terapeuta-paziente avviene attraverso un’attenta sintonizzazione dei messaggi somatici inviati dal cliente.   Lo scorso

La tecnologia nelle nuove generazioni
Attualità Psicologia

La tecnologia nelle nuove generazioni

Alcuni studiosi, come Mark Prensky (2001) ritengono che gli studenti sono cambiati radicalmente; non sono più le persone per cui il sistema educativo è stato pensato.   Oggi i ragazzi non sono solo cambiati rispetto al passato, né hanno semplicemente mutato il modo di parlare, vestirsi o agghindarsi, come era

Il sesso nella coppia e la pratica della non-monogamia eterosessuale: scambismo e poliamore
Attualità Psicologia

Il sesso nella coppia e la pratica della non-monogamia eterosessuale: scambismo e poliamore

La cultura occidentale contemporanea onora la monogamia, sostenendola come uno standard morale ideale e come fondamento solido per la costruzione di interazioni sociali normative per individui, gruppi e istituzioni.   Shippers (2016) descrive questa monogamia istituzionalizzata e obbligatoria come: Il dominio e la superiorità dell’etero-mascolinità, un insieme di aspettative culturali

Le funzioni del gioco nel contesto evolutivo
Psicologia

Le funzioni del gioco nel contesto evolutivo

Il concetto di gioco richiama un’attività di natura ricreativa, piacevole, intrinsecamente motivata e non finalizzata. Tuttavia, soffermandosi solo alle caratteristiche velleitarie connesse al suo specifico esercizio, si commetterebbe il rischio di trascurare le numerose competenze adattive e funzionali che il gioco consente di acquisire.   Il concetto di gioco richiama

Il dono nella cultura cristiana
Cultura Psicologia

Il dono nella cultura cristiana

Dal momento della nascita di Gesù il donare se stessi diventa uno dei punti principali dell’atto del donare. Se Dio dona se stesso, i cristiani non possono fare altro che seguire questa strada, questa via.    La cultura cristiana non solo segue temporalmente quella ebrea, ma la porta a compimento.

Gli operatori dell’emergenza. Fattori di rischio e di protezione (2019) di C. Iacolino e B. Cervellione – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Gli operatori dell’emergenza. Fattori di rischio e di protezione (2019) di C. Iacolino e B. Cervellione – Recensione del libro

Nel libro Gli operatori dell’emergenza. Fattori di rischio e protezione gli autori hanno affrontato tematiche comuni della psicologia, quali stress e trauma, seppur guardandole da un diverso punto di vista, analizzando ad esempio il contesto dell’emergenza come non esclusivamente legato alle catastrofi naturali.   Il 22 Ottobre 2019 è uscito nelle

Perdonare se stessi: indagati il ruolo del senso di colpa e della vergogna nel determinare le differenze individuali
Psicologia

Perdonare se stessi: indagati il ruolo del senso di colpa e della vergogna nel determinare le differenze individuali

La capacità di perdonare se stessi per i torti commessi appare correlata con una migliore salute generale, maggiore empatia, minore depressione e minori tendenze suicidarie.   La capacità di perdonare se stessi viene definita come un processo emotivo e motivazionale volto alla riparazione di un torto compiuto ai danni di

Stelle sulla terra (2007) storia di creatività dislessica
Psicologia

Stelle sulla terra (2007) storia di creatività dislessica

Le persone con dislessia sembrano possedere un pensiero divergente e meno veicolato da schemi formali e rigidi, che favorisce il potenziale creativo. Non tutti però riescono a mettere a frutto le proprie potenzialità. E’ importante aiutare il bambino dislessico sia a prevenire problemi scolastici, emotivi e comportamentali, sia ad accrescere

Anoressia Sessuale: sesso? No, grazie! Quando l’evitamento sessuale diventa patologico
Psicologia

Anoressia Sessuale: sesso? No, grazie! Quando l’evitamento sessuale diventa patologico

L’anoressia sessuale viene definita come l’atto di evitare compulsivamente di dare o ricevere nutrimento sociale, sessuale o emotivo. Quindi non sarebbe una semplice assenza di desiderio, ma una sorta di compulsione incontrollata a ripudiare ogni forma di approccio con il sesso.   Nell’ultimo periodo nella ricerca psicologica, si parla di

Specchi nel cervello (2019) di G. Rizzolatti e C. Sinigaglia – Recensione del libro
Neuroscienze Psicologia

Specchi nel cervello (2019) di G. Rizzolatti e C. Sinigaglia – Recensione del libro

La risposta mirror riflette un meccanismo neuronale fondamentale per interagire con l’ambiente che ci circonda. Questa proprietà è presente in un’ampia gamma di neuroni con differenti caratteristiche funzionali, in diverse aree cerebrali ed in molteplici specie animali.    La concettualizzazione classica dei neuroni specchio – in grado di rispondere sia

Come si riorganizza il cervello dopo l’asportazione di un emisfero?
Neuroscienze

Come si riorganizza il cervello dopo l’asportazione di un emisfero?

Sebbene sia piuttosto semplice descrivere in cosa consista un’operazione di emisferectomia, molto più difficile è invece cercare di spiegare cosa comporti, a livello funzionale, perdere il contributo di una parte così fondamentale dell’organo cerebrale, centrale operativa per il corretto funzionamento di tutte le funzioni vitali.   Alcune gravi forme di

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario