Centri Clinici

Bravo nel disegno a 4 anni…più intelligente a 14!

Una nuova ricerca mostra il legame tra abilità nel disegno nei bambini di 4 anni e il quoziente intellettivo a 14 anni, sotto l'influenza dei geni

ID Articolo: 102485 - Pubblicato il: 18 settembre 2014
Bravo nel disegno a 4 anni…più intelligente a 14!
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

FLASH NEWS

 

Secondo una nuova e interessante ricerca condotta su un ampio campione di bambini le abilità nel disegno a 4 anni correlerebbero con l’intelligenza a 14.

I ricercatori hanno studiato 7.752 coppie di gemelli identici e non (per un totale di 15.504 bambini) partecipanti al Twins precoce Development Study (TEDS), finanziato dal Medical Research Council (MRC) nel Regno Unito, e hanno scoperto un legame tra disegno e intelligenza che sembra essere influenzato dai geni.

I bambini, su invito dei loro genitori, hanno hanno completato il ‘Draw-a-Child’ test, che consiste nel disegnare la figura intera di un bambino. Ad ogni figura è stato assegnato un punteggio tra 0 e 12, a seconda della presenza e della corretta funzionalità delle varie parti del corpo. Per esempio, un disegno con due gambe, due braccia, un corpo e la testa, ma non i tratti del viso, potrebbe avere un punteggio di 4. Ai bambini sono stati somministrati anche dei test di intelligenza verbale e non verbale a 4 e a 14 anni.

  Messaggio pubblicitario I risultati indicano che i punteggi più alti al test grafico erano anche moderatamente associati a punteggi di intelligenza più elevati a 4 e a 14 anni.

“Il Draw-a-Child test è stato ideato nel 1920 per valutare l’intelligenza dei bambini, quindi il fatto che il test correlasse con intelligenza all’età di 4 anni era previsto”, spiega la ricercatrice a capo dello studio Rosalind Arden. “Quello che ci ha sorpreso è che correlata con l’intelligenza anche dieci anni dopo.” 

“La correlazione è moderata, quindi i nostri risultati sono interessanti, ma questo non significa che i genitori debbano preoccuparsi se il loro bambino disegna male”, spiega Arden “infatti ci sono innumerevoli fattori, sia genetici che ambientali, che influenzano l’intelligenza nella vita adulta.”

Un altro dato riguarda l’ereditarietà delle abilità grafiche: all’età di 4 anni, i disegni di gemelli identici erano più simili tra loro di quelli di gemelli non identici. Secondo i ricercatori questo starebbe a indicare una forte matrice genetica nella correlazione osservata.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Puzzle che passione… e che vantaggi! – Neuropsicologia 

 

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 4,20 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario