inTherapy

Un avatar per perdere peso

Uno studio suggerisce che l'interazione con un avatar può aiutare le donne nella lotta ai chili di troppo e nella costruzione di abitudini di vita più sane.

ID Articolo: 32922 - Pubblicato il: 17 luglio 2013
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

– FLASH NEWS-

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

In aiuto al problema del grave sovrappeso che affligge ben due terzi della popolazione americana, un nuovo studio suggerisce che l’interazione con un avatar, che funga da modello di comportamento per la perdita di peso, potrebbe aiutare alcune donne nella lotta ai chili di troppo e nella costruzione di abitudini di vita più sane.

LEGGI ANCHE GLI ARTICOLI SU: CYBERPSICOLOGIA

Melissa Napolitano, PhD alla George Washington University School of Public Health and Health Services (SPHHS) in collaborazione con i colleghi della Temple University , ha condotto un sondaggio tra 128 donne in sovrappeso.

Illusione di Delboeuf: un trucco per dimagrire. - Immagine: © Joss - Fotolia.com

Articolo consigliato: Illusione di Delboeuf: un trucco per dimagrire

La maggior parte di loro aveva cercato di perdere peso durante l’ultimo anno e non aveva mai usato un gioco di realtà virtuale.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: TECNOLOGIA E PSICOLOGIA

Nonostante la mancanza di familiarità con la realtà virtuale molte delle partecipanti hanno dichiarato, in accordo con la teoria del modellamento, che l’osservazione del comportamento di un avatar avrebbe potuto aiutarle a mettere in atto comportamenti per il controllo del peso, come passeggiare tutti i giorni e comprare alimenti più sani.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: ALIMENTAZIONE

Il team della Napolitano, grazie alla collaborazione di Antonio Giordano e Giuseppe Russo del Temple’s Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine, ha creato un DVD che ha mostrato alle partecipanti l’avatar in quattro ambienti reali. Le donne non potevano manipolare l’avatar ma potevano sceglierne le fattezze, così da renderlo simile a loro e da facilitare il processo di immedesimazione.

Nella seconda parte dello studio pilota, il team ha scelto otto donne in sovrappeso per un test di quattro settimane: l’obiettivo era studiare gli effetti del modellamento nell’apprendimento di comportamenti utili alla perdita di peso (ad esempio scegliere porzioni di cibo adeguate e come fare attività fisica). Le partecipanti hanno visto il video una volta alla settimana per 15 minuti e stabilito in precedenza degli obiettivi da raggiungere.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: ATTIVITA’ FISICA

Messaggio pubblicitario Dopo quattro settimane di trattamento le donne avevano perso una media di un chilo e mezzo, in linea con i programmi dietetici tradizionali.

I ricercatori sperano che il processo di modellamento con l’avatar renda le donne più propense a mantenere le nuove abitudini di vita anche nel lungo periodo.

 

 

 LEGGI:

CYBERPSICOLOGIA – ATTIVITA’ FISICA – ALIMENTAZIONE – TECNOLOGIA E PSICOLOGIA

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario