Memoria e Percezione degli Eventi: Correlazioni?

Memoria - Difficoltà nel ricordare gli eventi quotidiani: disfunzionale il processo di segmentazione dell’esperienza continua in eventi discreti.

ID Articolo: 31338 - Pubblicato il: 29 maggio 2013
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

FLASH NEWS

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Gli adulti più anziani possono avere difficoltà nel ricordare gli eventi di tutti i giorni perché  sarebbe disfunzionale il processo di segmentazione dell’esperienza continua in eventi discreti.

Alcuni problemi di memoria comunemente riscontrati possono derivare da una incapacità di segmentare la vita quotidiana in esperienze discrete, secondo un nuovo studio pubblicato su Psychological Science.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: MEMORIA

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Articolo Consigliato: Anche una Breve Attività Fisica può Migliorare la Memoria

Lo studio suggerisce che i problemi di elaborazione degli eventi quotidiani possono essere il risultato di un’atrofia senile di una porzione del cervello chiamata lobo temporale mediale (MTL).

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: NEUROPSICOLOGIA

I ricercatori hanno ipotizzato che gli adulti più anziani possono avere difficoltà nel ricordare gli eventi di tutti i giorni perché  sarebbe disfunzionale il processo di segmentazione dell’esperienza continua in eventi discreti.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: TERZA ETA’

Nello studio, ai soggetti sono stati presentati brevi filmati di persone impegnate in attività quotidiane, come ad esempio una donna che fa la prima colazione o un uomo che costruisce una nave con i Lego. E’ stato quindi richiesto di dividere il filmato in singoli blocchi, premendo un pulsante ogni volta che ritenevano stesse terminando un’attività e iniziandone un’altra.

Messaggio pubblicitario In seguito, è stato chiesto loro di ricordare ciò che era accaduto nei filmati e ed è stata effettuata una risonanza magnetica strutturale (MRI) sul cervello dei soggetti coinvolti.

Secondo lo studio i soggetti con minori prestazioni mnestiche presentavano atrofia del Lobo temporale mediale e prestazioni deficitarie nella segmentazione discreta degli eventi quotidiani.

Ricerche future potrebbero ulteriormente approfondire questo interessante legame tra la percezione degli eventi e la memoria.

LEGGI: 

MEMORIA – TERZA ETA’ – NEUROPSICOLOGIA

 

 

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 4, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Riviste scientifiche

Categorie

Messaggio pubblicitario