inTherapy

Facebook & Mamme Moderne: vi presento il mio bambino!

Facebook & mamme moderne: La maternità e dipendenza da Facebook, e dai social network in generale, potrebbero avere a che fare con il narcisismo?

ID Articolo: 30955 - Pubblicato il: 24 maggio 2013
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

di Giulia Giorgi, Psicologa Psicoterapeuta

 

Facebook & Mamme Moderne: Vi presento il mio bambino!. - Immagine: © Dmitriy Melnikov - Fotolia.comFacebook & mamme moderne: La maternità e dipendenza da Facebook, e dai social network in generale, potrebbero avere a che fare con il narcisismo?

LEGGI GLI ARTICOLI SU: SOCIAL NETWORK

Sono sempre più numerosi i genitori e le neo mamme della nostra era che ogni giorno aggiornano il loro blog, pagina Facebook, account Twitter con informazioni, foto, curiosità, dettagli della gravidanza o maternità, aggiornamenti orari anche indiscriminati, di ciò che stanno facendo loro o i loro piccoli.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: GRAVIDANZA & GENITORIALITA’

In America e non solo è stato coniato il termine oversharenting da “overshare“  e “parenting“ proprio per indicare la tendenza dei genitori di condividere online la vita dei loro bimbi, spesso in modo inappropriato e, spesso quando questi ancora non sono nati. I social network, Facebook in particolare, per alcune mamme  sono uno svago, un divertimento, uno strumento di condivisione delle gioie e difficoltà della fase della gravidanza ma anche della maternità; per altre ancora i blog hanno aperto le opportunità di scambio per creare e reinventarsi nuove attività lavorative. Tuttavia, non si può nascondere come sia ormai riconosciuta l’esistenza di una dipendenza da internet per cui certe mamme non potrebbero  fare a meno di aggiornare quotidianamente il proprio (o quello del loro baby) status di Facebook per mantenere alto l’interesse altrui su di loro o, forse perché no, “ alimentare “ il narcisismo insito nella personalità.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: NARCISISMO

Diffamazione su Facebook & Sfogo Emozionale. - Immagine: © DURIS Guillaume - Fotolia.com

Articolo Consigliato: Diffamazione su Facebook & Sfogo Emozionale

Ci potremmo chiedere che interesse potrebbero avere gli altri nel sapere qual è il primo giorno in cui il nostro bimbo ha assaggiato la frutta o quanto ha pianto nelle prime notti, ma non si può nemmeno nascondere che la maternità porti inevitabilmente ad isolarsi in una nuova dimensione e adeguarsi a ritmi giorno-notte faticosi e deprimenti. Forse potremmo pensare che il non condividere rientrerebbe nell’etica del dovere della cura di sé rimandando alle virtù di riservatezza, dignità, modestia (Allen, 2011).  Noi abbiamo l’obbligo di proteggere la nostra come l’altrui riservatezza, tanto più se si tratta di quella dei nostri figli?

LEGGI GLI ARTICOLI SU: PSICOLOGIA DEI NEW MEDIA

La maternità e dipendenza dai social network potrebbero avere a che fare con il narcisismo?  Il narcisismo sociale potremmo dire sia divenuta una categoria  sociale del nostro quotidiano non più solo una struttura patologica di personalità come un tempo. Il narcisismo adolescenziale, lungi dall’essere stigmatizzato con un’accezione negativa come qualche anno fa, è  all’ordine del giorno; sarebbero proprio le accezioni narcisistiche che ci trattengono dal crescere, dall’invecchiare, diventare brutti o accettare di buon grado  trasformazioni del nostro corpo anche transitorie. Già una ricerca condotta da alcuni studenti dell’Università della Georgia relativamente ad un gruppo di individui con profili su Facebook ha concluso che il numero di amici , i wallpost e i “mi piace“ pubblicati sulle pagine degli account Facebook potrebbero riconfermare una maggiore predisposizione alla personalità narcisista rispetto ad altri profili (Buffardi & Campbell, 2008).

LEGGI GLI ARTICOLI SU: INTERNET ADDICTION

Messaggio pubblicitario  In tal senso, i narcisisti on line, come nella vita reale, avrebbero relazioni più numerose ma meno intime e una tendenza a pubblicare foto personali glamour, quasi di  “auto promozione” della loro bellezza e fisicità rispetto a foto istantanee.

Si potrebbe, dunque, ipotizzare che i genitori che tendono all’overshare della vita dei loro bambini potrebbero avere una spiccata predisposizione a tratti narcisisti di personalità? Di certo le mamme moderne tendono sempre più a sperimentare la maternità ed, in seguito, la gravidanza in età più avanzata verso i 40 anni, interpretandolo come un successo  personale di cui essere orgogliose. Tra le mamme over 30, spesso, i cambiamenti fisiologici del corpo per la gravidanza sono investiti di nuovi significati e dunque, pubblicare e condividere online e su Facebook le foto del proprio corpo dopo il parto o le immagini del proprio bimbo come un successo, “che cosa sono stata capace di generare pur restando fisicamente perfetta e immutata”, potrebbero essere tutti spunti di riflessione interessanti.

 

LEGGI GLI ARTICOLI SU:

SOCIAL NETWORK – GRAVIDANZA & GENITORIALITA’ – NARCISISMO – PSICOLOGIA DEI NEW MEDIA –INTERNET ADDICTION 

 

 

BIBLIOGRAFIA: 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 4, media: 4,75 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario