Relazioni Interpersonali & Senso di Appartenenza

La ricerca di relazioni interpersonali appaganti e durature permette di sentirsi parte integrante di un tutto e mantenersi indipendenti.

ID Articolo: 24023 - Pubblicato il: 31 dicembre 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

 

Relazioni Interpersonali & Senso di Appartenenza. - Immagine: © Minerva Studio - Fotolia.comLa ricerca di relazioni interpersonali appaganti e durature permette di sentirsi parte integrante di un tutto e mantenersi indipendenti.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: RAPPORTI INTERPERSONALI

No man is an island”, nessun uomo è un’isola, recita il primo verso dell’omonima poesia di John Donne, valeva all’epoca del poeta e religioso inglese e vale ai tempi odierni, in cui è sempre più facile connettersi agli altri e avere relazioni interpersonali, che si parli di reale o virtuale.

LEGGI GLI ARTICOLI SUL SENSO DI APPARTENENZA

La ricerca di relazioni interpersonali appaganti e durature all’interno di un contesto sociale più ampio, permette di sentirsi parte integrante di un tutto e contemporaneamente di mantenere la propria indipendenza e individualità. Un bisogno fondamentale la cui mancanza potrebbe portare allo sviluppo di sintomi di tipo depressivo.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: DEPRESSIONE

Diversi studi si sono occupati del senso di appartenenza e disturbi dell’umore (Eberhart & Hammen, 2010; Flynn, Kecmanovic, & Alloy, 2010; Slavich, Thornton, Torres, Monroe, & Gotlib, 2009; Starr & Davila, 2008). I ricercatori dell’Università del Queensland, (W.D.Cockshaw et al. 2012) si sono concentrati sul significato del senso di appartenenza a uno specifico contesto, nel caso della ricerca è stato preso in considerazione il luogo di lavoro, differenziandolo da un più astratto e generale senso di appartenenza dell’individuo alla comunità in cui vive.

Rainbow Flag - Licenza d'uso: Creative Commons - Owner: http://www.flickr.com/photos/myloonyland/430364996

Articolo consigliato: Senso di appartenza e apertura verso l’altro

I partecipanti allo studio, 369, con una prevalenza femminile (il 72% ca) e un’età media di 40 anni, sono stati reclutati via mail con la collaborazione dell’associazione degli alunni e dello staff, del Servizio “Salute e Benessere”, interni all’università australiana. Al campione è stato chiesto di compilare un questionario online che indagava pensieri e cognizioni su due aspetti: far parte della comunità in senso generale e il senso di appartenenza legato al proprio gruppo di lavoro. Una terza parte del questionario era dedicata ad approfondire la presenza di sintomi ansiosi e depressivi.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: ANSIA

Messaggio pubblicitario I dati raccolti hanno confermato che il sentimento generale di appartenenza alla propria comunità, è diverso da quello specifico che deriva dal sentirsi parte di un gruppo.

Ciò potrebbe essere spiegabile con il fatto che ciascuno di noi fa parte di svariati contesti, all’interno dei quali ricopre uno specifico ruolo (in famiglia, a scuola, sul lavoro, con gli amici). Un altro aspetto emerso è che un deficit nel senso di appartenenza specifico di un contesto può essere predittivo dello sviluppo di sintomi depressivi. Ciò potrebbe dipendere da un diminuito senso di inclusione e valore personale, che l’appartenenza a un gruppo contribuisce a rafforzare. Lo studio dell’Università del Queensland, conferma qualcosa di cui tutti noi prima o poi ci siamo resi conto: che non si vive solo per se stessi, che sentirsi parte di un sistema permette di esprimere aspetti diversi della nostra identità e che le difficoltà nelle relazioni interpersonali interne al gruppo possono portare a un disagio significativo.

 LEGGI GLI ARTICOLI SU:

RAPPORTI INTERPERSONALI – SENSO DI APPARTENENZA – DEPRESSIONE – ANSIA 

 

  

BIBLIOGRAFIA

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Università e centri di ricerca

Messaggio pubblicitario