Messaggio pubblicitario

Cyberbullismo nei Luoghi di Lavoro

Cyberbullismo nel luogo di lavoro - Otto lavoratori su dieci subiscono comportamenti di cyberbullismo, almeno una volta in sei mesi.

ID Articolo: 20739 - Pubblicato il: 14 novembre 2012
Messaggio pubblicitario SFU Presentazioni Settembre 2019
Condividi

FLASH NEWS

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

LEGGI GLI ARTICOLI SU: BULLISMO

Cyberbullismo nel luogo di lavoro – Otto lavoratori su dieci subiscono comportamenti di cyberbullismo, almeno una volta in sei mesi.

Fino ad oggi lo studio del cyberbullismo – l’uso delle moderne tecnologie di comunicazione, come email, testi o post, per compiere abusi sulla persona – si è principalmente focalizzato sui giovani in ambienti scolastico, piuttosto che sui lavoratori adulti. Tuttavia, il cyberbullismo sembra nascondersi insidiosamente anche nei luoghi di lavoro.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: PSICOLOGIA DEL LAVORO

Ad illuminarci sull’argomento sono i risultati di uno studio, che ha coinvolto ricercatori della University of Sheffield e della Nottingham University e che saranno presentati al Economic and Social Research Council’s (ESRC) annual Festival of Social Science che si terrà a novembre.

Lo studio ha incluso tre indagini distinte, effettuate sui i dipendenti in diverse università del Regno Unito, a cui veniva chiesto di parlare delle loro esperienze di cyberbullismo. Ai partecipanti allo studio è stato dato un elenco di ciò che può essere classificato come  bullismo – come l’essere umiliato, ignorato o vittima di pettegolezzi – e gli è stato chiesto se avessero vissuto un esperienza simile e con quale frequenza.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: SOCIETA’ & ANTROPOLOGIA

La precarietà- nuova nevrosi?. - Immagine: © Antonio Gravante - Fotolia.com

Articolo Consigliato: La Precarietà – Nuova Nevrosi?

Delle 320 persone che hanno risposto al sondaggio, circa otto su dieci aveva vissuto uno dei comportamenti elencati come cyberbullismo almeno una volta negli ultimi sei mesi. I risultati hanno anche mostrato che un 14-20 per cento li ha vissuti almeno una volta alla settimana – con un’incidenza simile al bullismo tradizionale.

LEGGI ANCHE: Cyberbullismo e Suicidio Adolescenziale: Esiste davvero una Relazione?

Il team di ricerca ha esaminato anche l’impatto del cyberbullismo sull’affaticamento mentale dei lavoratori e sul loro benessere. In generale, coloro che erano state vittime di cyberbullismo tendevano ad essere più affaticati mentalmente e ad avere minore soddisfazione professionale; addirittura in uno dei sondaggi, questa condizione è apparsa peggiore in seguito a cyberbullismo rispetto al bullismo convenzionale.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: STRESS

Messaggio pubblicitario  Il team di ricerca ha anche scoperto che essere testimoni di atti di cyberbullismo non provoca le stesse reazioni che sono state documentate nei casi di bullismo tradizionale, infatti mentre chi osserva atti di bullismo normalmente sperimenta un disagio e un calo del benessere personale, chi assiste a cyberbullismo rimane per lo più indifferente. I ricercatori ipotizzano che la “lontananza” del ciberspazio possa limitare la capacità delle persone di entrare in empatia con le vittime di cyberbullismo; questo influenzerebbe anche la reazione dei testimoni e le probabilità che arrivino a denunciare gli abusi osservati.

I ricercatori dispensano consigli su come datori di lavoro dovrebbero affrontare e prevenire il cyberbullismo sul posto di lavoro, convinti che questo tema diventerà sempre più importante vista la continua evoluzione  e diffusione delle tecnologie di comunicazione.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: BULLISMO – PSICOLOGIA DEL LAVORO – SOCIETA’ & ANTROPOLOGIA – STRESS

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 4,50 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Università e centri di ricerca

Categorie