EABCT 2012: Report sulle Iniziative e le Attività (Di Antonio Pinto)

EABCT 2012: Le Iniziative e le Attività dell'Editorial Board per favorire la cooperazione anche con la diffusione della CBT in nuovi paesi.

ID Articolo: 15121 - Pubblicato il: 10 settembre 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Riceviamo e pubblichiamo una relazione di Antonio Pinto, membro del Board dell’EABCT (European Association for Behavioural and Cognitive Therapies) sul congresso appena concluso a Ginevra (EABCT 2012)

 

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SU EABCT 2012

EABCT 2012 Genève

Il congresso è stato ricco di spunti e particolarmente interessante. L’idea dell’organizzatore, Lucio Bizzini, di sottolineare nel tema dominante l’importanza delle neuroscienze nel lavoro psicoterapeutico ha  determinato riscontri positivi sia in termini di iscritti al congresso  che di contributi scientifici presentati. L’integrazione tra le terapie standard e quelle di terza generazione ancora una volta ha destato notevole interesse, ma al contempo sono state gettate le basi anche per le terapie del futuro.

Ormai da diversi anni l’EABCT  sta diventando un luogo di incontro e di confronto sempre più aperto e multiculturale, sia da un punto di vista scientifico che sociale. Arrivano continue richieste di iscrizione e di adesione alla nostra associazione, da diverse parti del mondo, anche extra-europee. Segno evidente di rinnovato interesse che, soprattutto da alcuni anni a questa parte, l’EABCT sta suscitando, sia per i contenuti e le iniziative scientifiche che propone, sia per le sue caratteristiche di accoglienza ed ospitalità.

Le ultime a unirsi all’EABCT, di cui sono entrate a far parte come Full Memberships, sono state le Associazioni di Terapia cognitiva dell’Ucraina e del Montenegro, mentre hanno chiesto e ottenuto di diventare nostre Affiliate Members  le associazioni del Canada e del Marocco.

Notevole è lo sforzo che l’EABCT sta producendo sia in termini organizzativi  che scientifici, e il piano operativo (Activity Plan) diventa ogni anno sempre più ricco e impegnativo.

EABCT 2012 – State of Mind

Articolo Consigliato: Ultime impressioni dall’EABCT 2012: una Società che non è da Rottamare!

Oltre all’ordinaria gestione della vita societaria e congressuale, il Board in questi ultimi anni ha promosso una serie di iniziative ed attività:

1) grazie al monumentale lavoro svolto da alcuni colleghi, coordinati da Thomas Kalpakogku, sono state portate a termine le linee guida per l’accreditamento dei Training Standard, secondo parametri e linee guida comuni e condivisi;

2) è stata attivata una task force per la diffusione della terapia cognitiva e cognitivo-comportamentale (ovvero la CBT) in Africa. L’idea è quella di aiutare pazienti meno fortunati dei nostri a poter beneficiare degli stessi avanzati ed efficaci trattamenti di cui  possono usufruire i nostri  pazienti;

3) non solo in Africa, ma anche in altre regioni europee in cui la CBT è meno sviluppata, i membri dell’EABCT si stanno adoperando per aiutarle nell’organizzazione di training e percorsi formativi;

4) sono stati istituiti dei premi per i migliori poster presentati ai congressi;

5) è stata costituita una commissione per la valutazione della richiesta di fondi (di cui l’EABCT dispone grazie all’ottima gestione del passato congresso Mondiale di Barcellona) da destinarsi a progetti e/o iniziative varie provenienti da associazioni e/o gruppi appartenenti all’EABCT;

6) si sta costituendo uno Scientific Advisory Board con lo scopo di contribuire a fornire maggiore spessore scientifico all’Associazione e fornire un supporto ai locali  comitati scientifici organizzatori di congressi;

7) sono stati attivati dei gruppi di ricerca  scientifici internazionali, i SIG (Specialized Interest Group), per i quali mi sono personalmente adoperato, per cercare di spingere quanto più è possibile i nostri soci alla cooperazione ed al confronto.

Il primo a essere stato attivato è stato quello sull’OCD, che grazie all’ottimo lavoro organizzativo e coordinativo di Barbara Barcaccia, ha già realizzato due meeting regionali ad Assisi (nella prossima primavera si terra’ il terzo), e un simposio a Ginevra che ho avuto il piacere di coordinare e di presiedere; abbiamo da poco lanciato anche il SIG sui BIPOLAR  Disorders ed altri sono in fase di costituzione (Low Intensive Therapy, Depression, Psycosis, Trauma , Sex and couple Therapy).

 

EABCT 2012 – State of Mind

Articolo Consigliato: Segal all’ EABCT 2012: Neuroscienze e Mindfulness – Opening Lecture

Giovanni Ruggiero è in fase di start up per il SIG sul Worrying and Rumination. Ricordo a tutti che i SIG rappresentano una straordinaria opportunità per entrare a far parte di gruppi di lavoro internazionale all’interno dei quali apportare il proprio contributo e nei quali è possibile arricchirsi e preparare momenti di confronti, ricerca, e future cooperazioni.

LEGGI ARTICOLI SU: RIMUGIONIO E RUMINAZIONE

Ricordo inoltre che sono previste sessioni di meeting e di incontro in camere virtuali, all’interno di piattaforme telematiche che stiamo cercando di allestire. Invito pertanto tutti i Direttori di Scuole, Didatti, Trainers e affini a dare massima diffusione a questa iniziativa soprattutto tra gli studenti e persone più giovani e desiderose di sviluppare un maggior senso di appartenenza alla nostra associazione e che hanno bisogno di essere adeguatamente stimolati ed incuriositi. Pochi per esempio sanno  che se si iscrivono alla SITCC diventano automaticamente membri anche dell’EABCT.

8 ) Gestione di rapporti con altre associazioni;

9) Diffusione delle Newsletter;

10) Organizzazione di congressi che saranno: 2013: Marocco (Marraketch) (organizzato dall’EABCT stessa in mancanza di altri gruppi organizzatori); 2014: Olanda (L’Aia); 2015: Israele (Gerusalemme); 2016: Svezia (Stoccolma); 2019: collaborazione del Congresso Mondiale in Europa (Londra o Berlino).

I due congressi in Marocco ed Israele rappresentano quel tentativo a cui accennavo prima di allargare i nostri confini scientifici e non. Invito pertanto tutti a prenderli in seria considerazione al fine di una vostra partecipazione. Peraltro, soprattutto in Marocco, ci stiamo adoperando per mantenere i costi a livello più basso possibile, cercando di andare incontro alle esigenze dei giovani e dei nostri studenti.

Per ulteriori approfondimenti o chiarimenti non esitate a consultare il sito EABCT  o a contattarmi personalmente (dott.antonio.pinto@virgilio.it).

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SU EABCT 2012

VOTA L'ARTICOLO
(Nessun voto)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario