Una storia di Pregiudizio.

Cosa si intende, per pregiudizio e per Razzismo? Entrambi i termini si riferiscono a una visione negativa di un gruppo di persone basate unicamente sulla loro appartenenza a quel gruppo o etnia.

ID Articolo: 8472 - Pubblicato il: 24 aprile 2012
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

 

Una storia di Pregiudizio. - Immagine: © sunnychicka - Fotolia.comQualche giorno fa, dopo una lunga ed estenuante giornata di lavoro, mi accingevo a tornare finalmente a casa. La metropolitana era gremita di gente, soprattutto tifosi entusiasti nell’attesa di poter assistere alla tanto ambita partita milan-barcellona. Ed ecco arrivare la mia corsa, e la voglia di casa impazzava. In attesa di poter salire, una signora di mezza età dal fare austero mi spinge contro il poggia mani, che prontamente cerco di afferrare senza successo facendomi male ad una spalla. Di conseguenza, invito la signora a non perseverare e lei difende il suo fare sostenendo che se non mi avesse spinta io non mi sarei spostata, ignorando la restante parte di gente. Ha continuato ammonendomi, “proprio TU devi stare zitta!”. Ed io, “come mai signora, cosa ho fatto?”. E dopo aver farfugliato insulti che vi risparmi ecco le educate parole, “tu sei una di campagna, quindi devi stare zitta!?!”. Per la prima volta nella mia vita sono stata oggetto di razzismo, di pregiudizio, o di giudizio. Che brutta sensazione! Tanta rabbia, tanta amarezza! Allora, decido di fare un passo a ritroso e capire realmente cosa succede, quando si è soggetti a queste manifestazioni.

Stereotipi, Pregiudizi ed Euristiche

Articolo consigliato: Stereotipi, Pregiudizi ed Euristiche

Sicuramente, il pregiudizio e il razzismo hanno causato enormi sofferenze attraverso la storia, proprio per questo è molto importante cercare di capire come agiscono. Cosa si intende, per pregiudizio e per Razzismo? Entrambi i termini si riferiscono a una visione negativa di un gruppo di persone basate unicamente sulla loro appartenenza a quel gruppo o etnia. Il razzismo, in particolare, è una specifica forma di pregiudizio, che coinvolge gli atteggiamenti o comportamenti pregiudizievoli nei confronti dei membri di un gruppo etnico. Di conseguenza, si creano degli stereotipi, ossia si individuano tratti particolari che portano una persona a sentirsi parte di un determinato gruppo. Si tratta, dunque, di luoghi comuni, ad esempio gli asiatici sono laboriosi e studiosi, gli ispanici sono dei “macho”, i bibliotecari sono introversi, e le cubiste sono donne di “cattivo affare”.

Messaggio pubblicitario A lungo andare questi stereotipi assumono connotazioni e accezioni negative e seguono di pari passo il pregiudizio. Quando ciò accade il pregiudizio si fonde con lo stereotipo. Per definizione, gli stereotipi sono limitativi e ignorano l’individualità delle persone, si perde quello che realmente si è per diventare stereotipo stesso.

Quindi, chi è immigrato, diventa automaticamente emarginato, poiché non autoctono, non integrato, e perpetuando questi schemi, non lo sarà mai.

Credo che in ognuno di noi ci sia una parte dedita al pregiudizio, in fondo fa parte del nostro essere e se così non fosse stato non avrebbe creato dei problemi. D’altra parte ciascuno potrebbe essere vittima di pregiudizi per un motivo qualsiasi. La soluzione non è celarsi dietro falsi perbenismi, o moralismi, ma accettare di poterlo esprimere e di esserne vittima. Solo l’accettazione potrebbe portare a una soluzione, il riconoscere i propri limiti aiuta a non vedere inutili appendici o false etichettature negli altri.

 

BIBLIOGRAFIA: 

  • Brewer, MB & Campbell, D. (1976) atteggiamenti etnocentrismo e Inter-Group:.. Prove East African New York: Sage Publications.
  • Processi del Gruppo Brown, R. (2000)., 2nd Edition. Malden, MA: Blackwell Publishing.
  • Wright, D. & Taylor, DM (2009). “La psicologia sociale della diversità culturale: Social pregiudizi, stereotipi e discriminazione,” SAGE Handbook of Social Psychology, Student Edition Concise. M. Hogg & J. Cooper (a cura di), Los Angeles, CA: SAGE Publications, pps. 361-387.  
VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario