ADHD e Autismo: EEG a confronto

Sembra che soggetti con ADHD e ASD mostrino un'alterata sincronizzazione dell’attività elettrica fra i due emisferi cerebrali.

ID Articolo: 172465 - Pubblicato il: 03 marzo 2020
ADHD e Autismo: EEG a confronto
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Misurazione e comparazione tra le registrazioni dell’Attività Elettrica dell’Encefalo su un campione di bambini (6 – 10 anni) con diagnosi di Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (AD/HD) e Disturbo dello Spettro Autistico (ASD).

Introduzione

Messaggio pubblicitario La superficie dell’encefalo è sede di potenziali bioelettrici spontanei che si modificano a seconda dello stato di riposo o di attività del soggetto. I potenziali di superficie sono, principalmente, il risultato dell’attività dei neuroni corticali piramidali disposti in corrispondenza dell’area corticale sottostante l’elettrodo, durante analisi EEG. Una parte della letteratura sostiene che alcuni sintomi dell’autismo potrebbero derivare da un’alterata connettività cerebrale. Studi di Neuroimaging su individui affetti da autismo hanno messo in evidenza la presenza di profili di “sincronizzazione” cerebrale che differiscono da quelli presenti nei gruppi di controllo. L’ADHD non è fra i disturbi dello spettro autistico, ma ha alcuni degli stessi sintomi. Infatti, a differenza della versione precedente del manuale diagnostico DSM IV, la versione più recente (DSM-5) consente invece di diagnosticare entrambi in una persona.

Strumenti e metodi

Per effettuare il confronto tra tre gruppi di bambini maschi (6-10 anni) è stato utilizzato il Brain Monitor, un valido ed apprezzato apparecchio che funziona attraverso un software per la rilevazione ed analisi delle onde cerebrali su due canali (Analisi EEG). Questo strumento permette di rilevare in tempo reale sincronizzazione dell’attività elettrica cerebrale tramite due elettrodi posti sui lobi frontali e due vicino alle zone postero auricolari. Il software proprietario permette di avere la visualizzazione delle onde cerebrali ed anche la loro analisi mediante la Trasformata di Fourier. Inoltre, sono state utilizzate Scale SDAG (Cornoldi, Gardinale, Masi, Pettenò): Scala Genitori (per individuazione di comportamenti disattenzione e iperattività nel bambino) e Scala Insegnanti (per individuazione di comportamenti disattenzione e iperattività nel bambino).

Risultati

Messaggio pubblicitario I risultati ottenuti mostrano che la percentuale di sincronizzazione emisferica nell’arco di dieci minuti di registrazione, nelle locazioni frontale 1 (F1) e frontale 2 (F2) del gruppo di controllo, è vicino ai valori medi posti fra 60% e 90%, mentre i gruppi AD/HD e ASD, oltre a presentare valori medi inferiori al 40%, presentano indici di dispersione con valori molto distanti dagli indici di posizione, tra cui sono stati evidenziati numerosi picchi negativi (ossia al di sotto della linea mediana di zero) per prolungati periodi di tempo. Inoltre, nello specifico, è stato riscontrato che il gruppo con AD/HD, nella valutazione elettroencefalografica, ha evidenziato percentuali negative di sincronizzazione in quantità sensibilmente minori rispetto alle registrazioni di sincronizzazione negative riscontrate nel gruppo con ASD.

Conclusioni

I risultati riportati indicano, in entrambi i casi (AD/HD e ASD), alterata sincronizzazione dell’attività elettrica fra i due emisferi cerebrali e, di conseguenza, come riportato in letteratura, ciò potrebbe essere causa di situazioni di forte stress/ansia e una alterata comunicazione dovuta ad una anomala connessione funzionale tra i due emisferi. La situazione richiede l’applicazione di adeguate terapie per ripristinare un corretto funzionamento fra la parte razionale e verbale (sinistra) e la parte emotiva ed intuitiva (destra) del cervello.

EEG relative ai soggetti con Disturbo dello Spettro Autistico (ASD)

IMM1. EEG soggetti con Disturbo dello Spettro Autistico (ASD)

IMM2. EEG soggetti con Disturbo dello Spettro Autistico (ASD)

IMM3. EEG soggetti con Disturbo dello Spettro Autistico (ASD)

MM4. EEG soggetti con Disturbo dello Spettro Autistico (ASD)

IMM5. EEG soggetti con Disturbo dello Spettro Autistico (ASD)

EEG relative ai soggetti con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD)

IMM1. EEG soggetti con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD)

IMM2. EEG soggetti con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD)

IMM3. EEG soggetti con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD)

IMM4. EEG soggetti con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD)

IMM5. EEG soggetti con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD)

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 3,40 su 5)

Consigliato dalla redazione

Elettroencefalografia: caratteristiche e modalità di funzionamento

Elettroencefalografia (EEG): caratteristiche e modalità di funzionamento - Introduzione alla Psicologia

L' elettroencefalografia o elettroencefalogramma è un esame che consente la misurazione dell'attività elettrica del cervello attraverso degli elettrodi.

Bibliografia

State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario