L’amore ai tempi di Sh.rek (2019): il coraggio di riscoprire la nostra vera identità – Recensione del film

L'amore ai tempi di Sh.rek è un film che racconta il percorso che tre coppie, seguite da un terapeuta, decidono di intraprendere per salvarsi dalla routine

ID Articolo: 168926 - Pubblicato il: 08 ottobre 2019
L’amore ai tempi di Sh.rek (2019): il coraggio di riscoprire la nostra vera identità – Recensione del film
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

L’amore ai tempi di Sh.Rek – Può accadere così, all’improvviso, in un giorno qualunque, di ritrovarsi nelle tasche il coraggio di uscire dalla zona confort e fare delle scelte. Anzi, il coraggio di fare LA scelta. Quale? (Ri) scoprire la nostra vera identità.

 

Messaggio pubblicitario E può accadere a tutti, sia chiaro, nessuno escluso. Ma non sarà un viaggio facile perché ci costringerà a spogliarci delle nostre armature, a specchiarci l’anima in un lago trasparente e chiederci: chi siamo veramente? La nostra vita è davvero nostra o è una specie di copione che recitiamo per non deludere nessuno, noi compresi? Beh, conoscere la risposta non sarà sempre piacevole. Si, perché potremmo imbatterci in aspetti del nostro io che non siamo pronti ad accettare né a cambiare. Ma, arrivati a quel punto, saremo già oltre il confine del ritorno. Saremo già consapevoli di non poter riavvolgere il nastro e riprendere, come se nulla fosse, quella quotidianità che ci proteggeva. E allora, non resterà che liberarci della coperta di Linus e imparare a danzare all’inaspettato ritmo della verità. Un ritmo folle che potrà farci perdere affetti e certezze ma che, in cambio, ci restituirà la nostra dimensione. È questo il senso di un film che – con ironia ben condita dalla giusta dose di introspezione e magistrali colpi di scena – punta a far riflettere sulle dinamiche psichiche che, troppo spesso, ci sequestrano in una cosciente prigione di sensi. Paura di affrontare il futuro? Non solo. Paura della libertà. Del resto, apre la voce narrante leggendo Fromm:

l’uomo crede di volere la libertà. In realtà ne ha una grande paura. Perché? Perché la libertà lo obbliga a prendere delle decisioni, e le decisioni comportano rischi.

Si tratta di L’amore ai tempi di Sh.Rek, scritto da Andrea Cacciavillani e Tonino di Ciocco (coautori di Oltre la linea gialla, lungometraggio che ha incassato riconoscimenti in festival di tutto il mondo) con Alessandro Derviso, regista dell’opera. Prodotto da Moscacieca produzioni srls. Nel cast, anche Carola Stagnaro.

L’ARTICOLO CONTINUA DOPO LE IMMAGINI

L'amore ai tempi di Sh.rek - recensione del film immagine 1

ALESSANDRO DERVISIO – REGISTA

L'amore ai tempi di Sh.rek - recensione del film immagine 2

ANDREA CACCIAVILLANI – SCENEGGIATORE

L'amore ai tempi di Sh.rek - recensione del film immagine 3

TONINO DI CIOCCO – SCENEGGIATORE

Il film, commedia brillante che ha raccolto l’entusiasmo del pubblico e della critica di settore e che è stato ospitato da Gigi Marzullo a Cinematografo, si snoda sul percorso che tre coppie – seguite da un noto psicoterapeuta – decidono di intraprendere per salvarsi dalla routine che le sta lentamente uccidendo: la terapia Sh.Rek.

Messaggio pubblicitario Un innovativo esperimento a più step: Consapevolezza / Sofferenza / Identità. I segnali del corpo, spiega lo psicoterapeuta interpretato da Adolfo Margiotta, possono essere campanelli di allarme, sintomi di una sofferenza che ci aiuta a capire i pericoli che stiamo soffrendo. E allora, prosegue, cosa manca per arrivare alla nostra identità? La risposta è: reazione. Conoscere cosa ci fa soffrire ci può permettere di evitarlo solo se riusciremo a reagire. Così, disegneremo la nostra identità. La Sh.Rek – che non ha come obiettivo quello di evitare le discussioni, ma di favorire il confronto – coinvolgerà e sconvolgerà ciascun partner fino a condurlo, appunto, sul ciglio della sua vera identità. E non è scontato che questa nuova (o meglio svelata) identità sarà ancora il tassello perfetto per proseguire la vita di coppia messa, inevitabilmente, in discussione. Dividersi? Ritrovare l’equilibrio? Fuggire? Chissà quale sarà l’effetto dell’esperimento sulle coppie in gioco?

Una cosa è certa: il film va visto per la capacità di far riflettere sulle apparenze ingannevoli (non a caso si ispira a Shrek, creatura orribile ma estremamente buona) non tanto dell’essere umano ma della nostra identità, tanto intima quanto estranea e sconosciuta persino a noi stessi. Ma L’amore ai tempi di Sh.Rek ci insegna anche che siamo ancora in tempo, tutti, per esplorarci, guardare negli occhi e sconfiggere i mostri che ci hanno impedito di crescere, decidere, vivere, amarci. I mostri che ci hanno impedito di salvarci. Perché, così chiude il film:

chi salva se stesso, salva il mondo intero.

 

L’AMORE AI TEMPI DI SH.REK – GUARDA IL TRAILER

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 3,67 su 5)

Consigliato dalla redazione

Terapia di coppia per amanti (2017) di A. M. Federici - Recensione del film - EVID

Terapia di coppia per amanti (2017) - Recensione del film

'Terapia di coppia per amanti' è una commedia romantica che strappa risate, dove si vede una coppia innamorata ma incastrata in vite matrimoniali ormai finite. I due amanti si ritrovano
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario