La dieta persona (2018) di Tiziana Stallone – Recensione del libro

La dieta persona afferma che il programma alimentare idoneo per ciascuno di noi è basato sui meccanismi fisiologici, biologici e genetici dell'organismo

ID Articolo: 166895 - Pubblicato il: 10 luglio 2019
La dieta persona (2018) di Tiziana Stallone – Recensione del libro
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

La miglior dieta è quella che riusciamo a fare! Così la dott.ssa Tiziana Stallone, Biologa Nutrizionista, presenta nel suo libro La dieta persona la tipologia di “dieta” che risulta più efficace nel lungo termine.

 

Scegliere quello che ci piace di più e che si adatta maggiormente ai nostri ritmi, ci dà modo di essere più costanti, più stimolati a proseguire e mantenere il rispetto di un equilibrio, soprattutto senza percepire restrizioni, regole, divieti e imposizioni.

La dieta persona: i pricincipi

Messaggio pubblicitario Il volume La dieta persona poggia su tre pilastri: la considerazione dello specifico individuo, nella sua unicità psico-fisica; lo sviluppo di autoconsapevolezza dei propri punti deboli (bisogni emozionali, fragilità) così come dei punti di forza; un approccio globale all’intero stile di vita. Non è infatti possibile concepire un mantenimento a lungo termine senza agire su vari fattori che si influenzano vicendevolmente. Ecco allora la rilevanza data agli aspetti di personalità, al bisogno di dimagrire ma anche alla necessità di condividere i pasti, la convivialità, e di adattarsi alla quotidianità lavorativa e familiare.

È importante “vedere” le persone, indossare i loro panni, trovare soluzioni per alleggerire la loro vita, anche attraverso la dieta.

È così che Tiziana Stallone esprimere il concetto di “personalizzazione” del regime alimentare.

La dott.ssa Stallone sottolinea inoltre un importante concetto di prevenzione e salute:

La dieta non si abbandona mai. Non esiste il periodo in cui si sta a dieta e quello in cui la dieta finisce. A dieta si rimane sempre, tutti i giorni, tutto l’anno, per tutti gli anni della nostra vita.

Quella che può apparire una brutta notizia, in realtà fa riferimento a un modo equilibrato di alimentarsi che può essere sostenuto nel lungo periodo, nutrendo il corpo (e la psiche!) di ciò di cui ha bisogno.

La dieta persona: alimentarsi con più consapevolezza

Messaggio pubblicitario Il termine “dieta” non assume soltanto il più noto concetto di “restrizione alimentare” ma fa riferimento al “regime salutare” a cui tutti dovremmo attenerci per mantenerci sani, forti e attivi, a prescindere dalla necessità di perdere peso.

La Dieta Persona è una strategia e tecnica di dimagrimento (ma non solo, ricordiamo infatti che il principio basilare è quello di trovare un’alimentazione sana ed equilibrata che ci consenta di restare in salute) volta a sviluppare auto-consapevolezza e conoscenza. Per poter scegliere il programma alimentare più idoneo alla nostra persona è difatti cruciale studiare i meccanismi fisiologici, biologici e genetici su cui si fonda il nostro organismo, assieme a tutti i meccanismi che ne regolano il corretto funzionamento. Acquisire nozioni di base sugli aspetti ormonali e metabolici e sui processi di assimilazione dei nutrienti ci consente di effettuare scelte autonome e stabilire ciò che meglio si adatta ad ognuno di noi. Non è infatti sufficiente ragionare “per calorie”. A parità di assunzione calorica, potremmo aver introiettato cibi “poveri” di nutrienti e a rischio di innescare processi fisiologici negativi.

Non da meno è l’autoconsapevolezza rispetto alle proprie fragilità e vulnerabilità psicologiche: siamo dei mangiatori malinconici, per cui il cibo è una coccola e un sollievo dalle fatiche quotidiane? O apparteniamo al gruppo di chi non riesce a frenare l’istinto di aprire la credenza e divorare ciò che trova al rientro dal lavoro? O ancora, non riusciamo a negarci il piacere di una buona cena in piacevole compagnia?

Il volume La dieta persona ci porta alla scoperta del nostro rapporto con l’alimentazione, e a scoprirne i lati oscuri e gli errori in cui facilmente cadiamo. Vengono offerti spunti pratici sull’organizzazione di alcuni pasti e/o spuntini, ma in sostanza il testo non vuole direzionare verso la scelta di una dieta prestabilita e rigida, quanto piuttosto alla presa di coscienza che per stare bene occorre dedicare del tempo a noi stessi e assumerci ognuno le proprie responsabilità.

Complessivamente, l’idea espressa dalla dott.ssa Stallone appare molto simile ai concetti psicologici di mindfulness e mindful eating, in cui la consapevolezza è il perno su cui fa leva tutto il possibile cambiamento duraturo e profondo della persona.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Mindful-eating: una metodologia innovativa per regolare il rapporto con il cibo

Mindful-eating: una metodologia innovativa per regolare il rapporto con il cibo - Recensione

Il libro Mindful Eating propone una modalità di approccio con il cibo basata sulla consapevolezza e sull'attenzione al qui e ora.

Bibliografia

  • Stallone T. (2018). La dieta persona. Il primo metodo basato sulla personalità per controllare la fame, sentirsi gratificati, dimagrire. Tre60.
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Categorie

Messaggio pubblicitario