Messaggio pubblicitario ISC Congresso 2019

Attenzione allo stress serale – La risposta del cortisolo alle situazioni stressanti che viviamo a fine giornata

La diminuizione dei livelli di cortisolo sembra essere implicata in una risposta meno efficace del nostro organismo allo stress alla sera.

ID Articolo: 160867 - Pubblicato il: 21 dicembre 2018
Attenzione allo stress serale – La risposta del cortisolo alle situazioni stressanti che viviamo a fine giornata
Messaggio pubblicitario SFU Presentazioni Settembre 2019
Condividi

Condizioni di stress cronico possono causare un’alterazione del ciclo cortisolo-melatonina impedendo una corretta diminuzione dei livelli di cortisolo nel sangue, l’ormone prodotto dal nostro organismo per far fronte allo stress, e rendendo quindi meno efficaci le nostre risposte alle situazioni stressanti.

 

Messaggio pubblicitario San Giorgio fino al 15 Luglio Ognuno di noi è sottoposto più o meno quotidianamente a qualche situazione che può essere considerata causa di stress ed è proprio in risposta a questo tipo di situazioni che il nostro organismo reagisce mettendo in circolo un ormone chiamato cortisolo, che ci aiuta a reagire in maniera più efficace e veloce agli stimoli stressanti. Tale ormone ha un ciclo opposto rispetto alla melatonina, un ormone implicato nella regolazione del ciclo sonno-veglia, che viene rilasciato nel momento in cui il livello di cortisolo si abbassa; dunque, quando il cortisolo si alza la melatonina si abbassa e viceversa. È importante sottolineare, inoltre, come i livelli di cortisolo inizino naturalmente ad abbassarsi al calare della luce solare.

Essere costantemente esposti a stimoli stressanti (e trovarsi quindi in una situazione di stress cronico) va pertanto ad inficiare il ciclo cortisolo-melatonina, impedendo una corretta diminuzione dei livelli di cortisolo nel sangue e portando numerosi problemi di salute o aggravando quelli già esistenti.

La reazione dell’organismo allo stress cambia nei diversi momenti del giorno: lo studio dell’Università di Hokkaido

Livelli di cortisolo normali aiutano a rispondere a stimoli stressanti aumentando, ad esempio, la frequenza del battito cardiaco. Ma cosa succede se il nostro corpo ha già cominciato a produrre melatonina e quindi a diminuire i livelli di cortisolo presenti nel nostro organismo? Secondo un recente studio dell’Università di Hokkaido in Giappone (Yamanaka, Motoshima & Uchida, 2018) bisogna fare attenzione agli stimoli causa di stress a cui siamo sottoposti nelle ore serali in quanto il nostro corpo sembrerebbe essere meno predisposto a produrre cortisolo per prepararci ad affrontare lo stimolo stressante.

Per misurare come varia la risposta del nostro corpo allo stress rispetto alla produzione interna di cortisolo, gli studiosi giapponesi hanno reclutato un campione costituito da 27 soggetti, selezionati sulla base dell’attività lavorativa svolta (che prevedeva un orario lavorativo tradizionale) e che non presentavano disturbi del sonno. I soggetti sono stati poi suddivisi in due gruppi: un gruppo ha partecipato all’esperimento ideato dagli studiosi al mattino (Gruppo 1), mentre l’altro gruppo alla sera (Gruppo 2).

Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA La condizione sperimentale ideata dagli studiosi dell’Università di Hokkaido, prevedeva di ricreare una condizione causa di stress richiedendo a ciascun partecipante di fare una presentazione di fronte a tre persone esperte e a una videocamera. Una volta finita la presentazione ai partecipanti sono stati prelevati dei campioni di saliva per misurare il livello di cortisolo. I partecipanti del Gruppo 1, ovvero quelli che avevano partecipato all’esperimento al mattino, mostravano livelli di cortisolo più alti, che li avrebbero aiutati a rispondere meglio alla sfida. Al contrario quelli del Gruppo 2, avendo svolto il test alla sera quando i livelli di cortisolo hanno già cominciato ad abbassarsi, hanno mostrato un tasso di cortisolo minore e una risposta alla situazione stressante meno efficace rispetto ai soggetti del Gruppo 1.

Secondo gli autori, sulla base dei risultati ottenuti è possibile affermare che è necessario fare molta attenzione agli stimoli stressanti ai quali potremmo essere sottoposti nelle ore serali in quanto il nostro organismo sarebbe meno preparato e reattivo per far fronte al meglio a condizioni causa di stress.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 7, media: 3,14 su 5)

Consigliato dalla redazione

Stress: alcune strategie per combattere burnout ed esaurimento emotivo

Cosa resta oggi dei nostri bisogni individuali? Ecco alcuni semplici consigli per gestire lo stress e tornare a riappropriarci del nostro benessere

Una condizione di stress prolungata può portare a burnout e ad esaurimento emotivo. Diventa fondamentale riconoscere i sintomi e intervenire tempestivamente

Bibliografia

State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE

Si parla di

Diventare Psicoterapeuta

Messaggio pubblicitario

Università e centri di ricerca

Categorie