Leader e narcisismo: il potere percepito rende eccessivamente sicuri?

Alcuni studi hanno messo in evidenza la relazione esistente tra il narcisismo, il potere percepito e il senso di sicurezza personale nei leader.

ID Articolo: 142947 - Pubblicato il: 02 febbraio 2017
Leader e narcisismo: il potere percepito rende eccessivamente sicuri?
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

L’eccesso di sicurezza, per i leader che sono chiamati a rendere importanti decisioni per conto della propria organizzazione, potrebbe condurre a disastri. La ricerca ha a lungo dimostrato che pensare di sapere più cose di quelle che si sanno, limita la capacità di prendere decisioni.

 

Narcisismo ed eccesso di sicurezza

Una nuova ricerca suggerisce che l’eccesso di sicurezza sarebbe fortemente collegato al narcisismo ed emergerebbe, in modo particolare, nel momento in cui le persone fortemente narcisiste si sentirebbero più “potenti”. Per questo motivo, un capo narcisista che irradia sentimenti di superiorità, sensazione di avere diritto a fare qualcosa e un costante desiderio di ammirazione, potrebbe anche essere più propenso a prendere decisioni a rischio.

Attraverso quattro studi, Lee A. Macenczak, Stacy Campbell, Amy B. Henley e W.Keith Campbell, un team di ricercatori di psicologia proveniente dalla Georgia, hanno rilevato una connessione tra narcisismo ed eccesso di sicurezza: l’elevato narcisismo andrebbe di pari passo con l’eccesso di sicurezza. Quando le persone fortemente narcisiste erano “caricate” con sentimenti di potere, essi diventavano anche più fiduciosi nelle proprie abilità.

I narcisisti sono particolarmente predisposti ad errori di eccesso di sicurezza perché essi possiedono le seguenti qualità: essi ritengono di essere unici e speciali, tanto da avere il diritto ad ottenere risultati migliori nella vita rispetto agli altri, e di essere più intelligenti e fisicamente attraenti rispetto a quanto essi effettivamente siano
spiegano Macenzack e coll. nella rivista “Personality and Individual Differences”.

 

Il primo studio: il legame tra narcisismo ed eccesso di sicurezza

Messaggio pubblicitario Nel primo studio, 135 partecipanti (53% uomini, 47% donne; 80% caucasici), hanno completato la versione di 40 item del Narcicistic Personality Inventory (NPI-40), un questionario valutante la presenza di tratti di personalità narcisisti. Il reattivo consiste nella presentazione ai soggetti di item composti da due affermazioni, tra cui essi devono scegliere in base a quale delle due li rappresenti maggiormente (ad es. “Mi piace avere autorità sulle persone” vs “Non mi dispiace seguire gli ordini”).

Dopo aver completato l’NPI-40, i partecipanti eseguivano un test di cultura generale di 15 domande, relativamente difficili. Essi dovevano scegliere la risposta corretta tra due per ogni domanda posta dal test (ad es. “Quale fiume è più lungo? Il Mississipi o lo Yangtze?”). A seguito di ogni risposta, i soggetti erano chiamati a valutare quanto si reputassero fiduciosi di aver dato la risposta corretta, selezionando un livello di fiducia dal 50% al 100%, e a fare una stima delle risposte esatte date, sia per loro stessi che per gli altri partecipanti.

Come previsto, i risultati hanno indicato che il narcisismo è positivamente correlato alle differenti misure dell’eccesso di sicurezza
scrivono i ricercatori.

 

Il secondo e il terzo studio: il legame tra percezione di potere e l’eccesso di sicurezza nei narcisisti

In altri due studi addizionali, i ricercatori hanno indagato se la percezione di potere spingerebbe ulteriormente i narcisisti verso l’eccesso di sicurezza.
I partecipanti hanno seguito una procedura simile rispetto allo studio precedente, ma questa volta essi erano indotti a sentirsi più o meno “potenti” prima di prendere parte al test di cultura generale. Ai soggetti nella condizione di “alto potere” era chiesto di ricordare e scrivere una situazione in cui essi avevano controllato altre persone o gruppi; i soggetti nella condizione di “basso potere“, invece, erano chiamati a descrivere una situazione in cui qualcun altro aveva avuto potere su di loro.

Come nello studio precedente, il narcisismo è risultato predire l’eccesso di sicurezza. Tuttavia, le diverse condizioni di potere non sembravano comportare dei cambiamenti rispetto alla fiducia.

 

Quarto studio: il legame tra percezione di potere ed eccesso di sicurezza nei soggetti con alti livelli di narcisismo

In un quarto studio, i ricercatori hanno effettuato la stessa manipolazione riguardo alle diverse condizioni di potere, ma stavolta hanno utilizzato un campione precedentemente valutato, che presentava alti livelli di narcisismo.

Nella procedura di “pre-screening” i partecipanti avevano risposto al “Single-item Narcissism Scale” (SINS), strumento che consiste in una singola affermazione per valutare il narcisismo: “Io sono narcisista“. I soggetti si autovalutano, per questa affermazione, su una scala di 7 punti da “Non molto vero” a “Molto vero”. Nello studio sono stati inclusi solo coloro i quali avevano risposto con un 4 o con un numero più alto. Questo campione, che consisteva in un numero di 250 individui (36% uomini, 64% donne; 68% caucasici), ha poi completato la stessa procedura utilizzata nell’esperimento precedente.

Compatibilmente agli altri esperimenti, il narcisismo è risultato essere un predittore significativo dell’eccesso di sicurezza. Inoltre, quando i soggetti fortemente narcisisti erano indotti a sentirsi potenti, l’eccesso di sicurezza diventava ancora più elevato.

 

Discussione dei risultati: il narcisismo, la percezione di potere nei leader delle aziende

Messaggio pubblicitario L’eccesso di sicurezza non sarebbe collegato solo al narcisismo o alla percezione di potere. In un articolo di revisione del 2004 pubblicato sulla rivista “Psychological Science in the Public Interest”, David Dunning, Chip Heath e Jerry M. Suls, hanno revisionato le ricerche sulla valutazione di sé. In base alle loro revisioni, essi sono giunti ad una conclusione chiave:

Quando si guarda all’accuratezza dell’autovalutazione sui posti di lavoro, dalla postazione in ufficio fino alla sala riunioni manageriale, si può constatare che i soggetti tendono ad avere visioni di sé eccessivamente elevate, che sono solo modestamente correlate alla performance attuale.

Per mitigare questi risultati negativi, Dunning e colleghi suggerirebbero che sia gli amministratori delegati che gli impiegati dovrebbero ricevere dei feedback frequenti.

La letteratura passata, esaminando i leader, ha indicato che i narcisisti spesso diventano leader all’interno delle organizzazioni. Un buon esempio potrebbe essere la situazione che è accaduta alla Enron Corporation
scrivono Macenczak e colleghi.
Lì, molti leader, che avevano plausibilmente alti livelli di narcisismo, hanno preso decisioni troppo rischiose in cui avevano un alto grado di fiducia. Le organizzazioni dovrebbero essere caratterizzate da processi volti a monitorare le decisioni prese dai top manager per assicurarsi che coloro che sono al potere abbiano delle procedure per stabilire che le proprie decisioni siano sotto controllo.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 6, media: 4,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Leader si nasce o si diventa

Leader si nasce o si diventa?

La genetica, l'intelligenza emotiva e la flessibilità sono caratteristiche che, se ben incanalate, racchiudono la chiave del successo di un leader.

Bibliografia

  • Dunning, D., Heath, C., & Suls, J. M. (2004). Flawed self-assessment implications for health, education, and the workplace. Psychological Science in the Public Interest, 5(3), 69-106. doi: 10.1111/j.1529-1006.2004.00018.x
  • Macenczak, L. A., Campbell, S., Henley, A. B., & Campbell, W. K. (2016). Direct and interactive effects of narcissism and power on overconfidence. Personality and Individual Differences, 91, 113-122. doi: 10.1016/j.paid.2015.11.053
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario