La facilitazione ritmica in compiti motori e cognitivi: uno studio sperimentale

E' stato studiato l'effetto del ritmo per indagare una possibile correlazione positiva di questa stimolazione in compiti motori-comportamentali e cognitivi.

ID Articolo: 113471 - Pubblicato il: 15 settembre 2015
La facilitazione ritmica in compiti motori e cognitivi: uno studio sperimentale
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Questo articolo ha partecipato al Premio state of Mind 2014 Sezione Junior

La facilitazione ritmica in compiti motori e cognitivi: uno studio sperimentale

Autore: Simone Donati

Università di Bologna

 

ABSTRACT

Ho studiato l’effetto del ritmo su un campione di 27 soggetti, 10 maschi e 17 femmine per indagare una possibile correlazione positiva di questa stimolazione in compiti motori-comportamentali e cognitivi. Tutti i partecipanti dovevano effettuare entrambe le prove. Nella prova motorio-comportamentale avevano l’istruzione di battere un dito su un microfono da me fornito (tapping) con l’istruzione di aumentare progressivamente la velocità dell’esecuzione del compito. Nella prova cognitiva, invece, i partecipanti dovevano contare all’indietro ad alta voce per sette da un
numero casuale a tre cifre. Anche in questo caso l’istruzione era di aumentare progressivamente la velocità del calcolo. Entrambe le prove erano divise in prova di controllo e prova sperimentale, dove nella prova di controllo veniva fornito l’ascolto di un metronomo per i primi dieci secondi, dopodiché l’audio veniva interrotto e il partecipante iniziava con la prova. Per quanto riguarda la prova sperimentale, la traccia del metronomo rimaneva presente per tutta la durata del compito del partecipante. Il risultato principale che questo studio ha ottenuto è stata una correlazione significativa tra la prova cognitiva e la presenza del metronomo, mentre nessuna correlazione è stata trovata nella prova motorio-comportamentale.

Parole chiave: Facilitazione ritmica, Metronomo, Calcolo Mentale, Tapping, Effetto Mozart

 

Messaggio pubblicitario I have studied the effect of the rhythm on a population of 27 subjects, 10 males and 17 females, in order to investigate a possible positive correlation of that stimulation in motor-behavioral tasks and cognitive tasks. All participants had to perform both tasks.
On motor-behavioral task they had the instruction to perform a finger tap on a microphone. The instruction of that task was to progressively increase the speed of execution. In the cognitive task participants had to count backwards out loud for seven from a three digits random number. In this task participants had the instruction to progressively increase the speed of execution, as in the tapping task. Both tasks included experimental test and control test. In the control test the metronome was heard by participants for the first 10 second, and then the test begun. In the experimental test, the metronome was present for the whole duration of the test. The main result of this study was a significant correlation between cognitive task e metronome presence. No significant correlation was founded on the motor-behavioral task

Keywords: Rhythmic enhancement, Metronome, Mental Calculation, Tapping, Mozart Effect

 

 

ALLEGATO 1

ALLEGATO 2

ALLEGATO 3

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Attività ludico-motorie e sviluppo delle competenze cognitive nell’età evolutiva

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Messaggio pubblicitario