inTherapy

I tratti di personalità e il loro ruolo nelle difese immunitarie

Un nuovo studio suggerisce che alcuni tratti della personalità possano effettivamente avere un ruolo attivo nel funzionamento del sistema immunitario.

ID Articolo: 105454 - Pubblicato il: 09 gennaio 2015
I tratti di personalità e il loro ruolo nelle difese immunitarie
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

FLASH NEWS

I ricercatori hanno a lungo ipotizzato che la personalità possa influenzare lo stato di salute. Ora, un nuovo studio suggerisce che alcuni tratti della personalità possano effettivamente avere un ruolo nel funzionamento del sistema immunitario.

Un team di ricerca della Facoltà di Medicina dell’Università di Nottingham ha rilevato, infatti, che le personalità estroverse hanno più probabilità di avere un sistema immunitario forte, mentre chi è socialmente più cauto tende ad avere un sistema immunitario più debole.

Messaggio pubblicitario Il team ha arruolato 121 adulti sani (86 femmine e 35 maschi) di età compresa tra i 18 e 59 anni, tutti i partecipanti erano tenuti a compilare un test che misurava cinque dimensioni principali della personalità: estroversione, nevrosi, apertura, piacevolezza e coscienziosità. I partecipanti hanno anche fornito campioni di sangue, e i ricercatori hanno utilizzato la tecnologia dei microarray (un insieme di microscopiche sonde di DNA che permettono di esaminare simultaneamente la presenza di moltissimi geni all’interno di un campione di DNA) per valutare il legame tra i cinque tratti della personalità e l’attività dei geni nelle cellule bianche del sangue che svolgono un ruolo nella risposta del sistema immunitario.

I risultati delle analisi hanno rivelato che i partecipanti con un alto punteggio in estroversione avevano un’aumentata espressione di geni pro-infiammatori nelle cellule bianche del sangue, mentre le personalità più coscienziose mostravano una più ridotta espressione di questi geni. Ricordiamo che i meccanismi difensivi messi in atto dalla risposta infiammatoria tendono a eliminare lo stimolo dannoso e i detriti delle cellule danneggiate e a riparare il danno, ripristinando l’omeostasi funzionale e strutturale dell’organismo, la risposta infiammatoria è cioè indice di buon funzionamento del sistema immunitario.

I risultati erano indipendenti da comportamenti come l’esercizio fisico, il fumare il bere e lo sperimentare emozioni negative.

Nel complesso, i ricercatori pensano che i loro risultati possano migliorare la comprensione di come la personalità influisce sulla salute e la longevità, anche se la vera domanda che rimane aperta è:

E’ la nostra biologia a determinare la nostra psicologia o la nostra psicologia determinare la nostra biologia?

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

In che modo l’autoritarismo dei genitori influenza la personalità dei figli?

 

BIBLIOGRAFIA:

 

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 6, media: 3,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario