Trauma psicologico: la terapia migliore è quella somatica

La terapia somatica è uno dei migliori metodi utilizzati con successo per curare le persone che soffrono di trauma psicologico - Psicoterapia Sensomotoria

ID Articolo: 102687 - Pubblicato il: 03 ottobre 2014
Trauma psicologico: la terapia migliore è quella somatica
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

FLASH NEWS

La terapia somatica è uno dei migliori metodi utilizzati con successo per curare e ridare una vita normale alle persone che soffrono di trauma psicologico.

Gli avvenimenti che accadono nella nostra vita possono influenzare il funzionamento della nostra mente sia al livello conscio che inconscio. Certi eventi come un lutto inaspettato di una persona cara, la malattia, pensieri ansiosi,  incidenti ed esperienze  ai confini della morte possono determinare la comparsa della sintomatologia traumatica. Di conseguenza il trauma psicologico provoca dei danni alla psiche che si verificano in seguito ad un evento ad alto impatto emotivo e difficile da elaborare.

La terapia somatica è uno dei migliori metodi utilizzati con successo per curare e ridare una vita normale alle persone che soffrono di trauma psicologico.

Il termine somatico deriva dal greco “soma” che significa corpo. La terapia somatica è una terapia olistica che studia la relazione tra corpo e mente in base ai problemi di salute emotiva e mentale del soggetto.

La teoria che sostiene la terapia somatica postula l’idea che la sintomatologia traumatica comporta un’instabilità a livello del sistema nervoso autonomo (SNA). Secondo gli psicoterapeuti somatici, i nostri corpi trattengono i traumi del passato che si riflettono nel nostro linguaggio del corpo, nella nostra postura e anche nelle espressioni.

Messaggio pubblicitario In alcuni casi, i traumi del passato possono manifestare sintomi fisici come dolore, problemi digestivi, squilibri ormonali, disfunzioni sessuali e del sistema immunitario, problemi medici, la depressione, l’ansia e la dipendenza.

Tuttavia i sostenitori di questa corrente psicoterapeutica affermano che attraverso la psicoterapia somatica il SNA può ritrovare l’equilibrio, l’omeostasi, e che questa terapia ridà la quiete ai pazienti con un quadro di trauma psicologico e cura sintomi fisici e mentali derivati da traumi passati.

La terapia somatica conferma il forte legame esistente tra la mente e il corpo, legame sostenuto da numerose ricerche nel campo della neuropsicologia che sostengono  come la mente influenza il corpo e viceversa.

L’obiettivo principale della terapia somatica è il riconoscimento e il rilascio della tensione fisica accumulata che può rimanere nel corpo a seguito di un evento traumatico. Le sessioni di terapia somatica insegnano al paziente come monitorare  l’esperienza passata attraverso  le sensazioni corporee. A seconda della forma di terapia somatica utilizzata, le sessioni possono focalizzarsi sulla la consapevolezza delle sensazioni corporee o possono includere corsi di danza, tecniche di respirazione, canto, esercizio fisico, tocco di guarigione e ipnosi.

La terapia somatica offre una varietà di benefici: rivede e trasforma esperienze negative presente o passate, trasmette un maggior senso di sé,  aumenta la fiducia, la resilienza e la speranza. Riduce il disagio, affaticamento e lo stress grazie ad una maggiore capacità di concentrazione.

La terapia somatica non agisce meccanicamente sul corpo per togliere il dolore. Essendo una terapia olistica, la terapia somatica indica al paziente il perché del problema riscontrato e suggerisce le modalità di eliminazione del dolore.

L’obiettivo del terapeuta è anche quello di far emergere, grazie a una forte empatia con il paziente, le cause emotive del dolore.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Il trauma e il corpo (2012) – Recensione dell’edizione italiana

 

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 13, media: 2,92 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Categorie

Messaggio pubblicitario