Psicologia & Marketing: Il Prezzo della Tristezza

L'emozione di tristezza, indotta dalla visione di un video, induce gli individui a scelte finanziarie impazienti e miopi, quindi a perdite.

ID Articolo: 22760 - Pubblicato il: 30 novembre 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

FLASH NEWS 

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

L’emozione di tristezza, indotta dalla visione di un video, induce gli individui a scelte finanziarie impazienti e miopi, quindi a perdite. 

LEGGI GLI ARTICOLI SU PSICOECONOMIA

Il nostro stato emotivo influenza le nostre decisioni, anche in ambito finanziario. Una nuova ricerca condotta da un team di ricercatori della Harvard Kennedy School of Government e della Columbia University ha studiato in che modo l’impazienza causata dalla tristezza può produrre notevoli perdite finanziarie. 

LEGGI GLI ARTICOLI SU: BIAS & EURISTICHE

Utilizzando i dati raccolti dall’Harvard Decision Science Laboratory e dal Center for Decision Sciences at Columbia, gli autori hanno scoperto che l’emozione di tristezza, indotta dalla visione di un video, induceva i soggetti sperimentali a scelte finanziarie impazienti e miopi: i loro guadagni aumentavano nell’immediato ma diminuivano sul lungo periodo producendo una sostanziale perdita finanziaria.

Messaggio pubblicitario  Chi invece era stato assegnato alla visione di un video neutro non andava incontro alle stesse reazioni e i loro guadagni risultavano complessivamente maggiori. L’effetto osservato è attribuibile a quello che i ricercatori definiscono “bias del presente”, in cui le decisioni vengono prese per ottenere una gratificazione immediata, ignorando le possibilità di guadagno differite nel tempo.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: DEPRESSIONE

Lerner e i suoi collaboratori sostengono che i risultati hanno implicazioni importanti per la progettazione di politiche pubbliche – in settori quali la gestione del patrimonio e i regolamenti della carta di credito. Secondo loro la progettazione e l’attuazione di politiche pubbliche dovrebbe essere basata sulla considerazione di tutta la gamma dei processi psicologici attraverso i quali vengono prese le decisioni; la comprensione di questi processi può anche aiutare a risolvere i problemi economici associati con la dipendenza crescente da carte di credito.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: PSICOECONOMIA – DEPRESSIONE – BIAS & EURISTICHE – 

 

BIBLIOGRAFIA: 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario