La coppia in terapia: la prospettiva trigenerazionale

Terapia di Coppia: i problemi hanno a che fare con difficoltà nei processi di differenziazione intergenerazionale dalle famiglie di origine.

ID Articolo: 15306 - Pubblicato il: 12 settembre 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

 

LEGGI TUTTI GLI ALTRI ARTICOLI SULLA TERAPIA DI COPPIA

La coppia in terapia- la prospettiva trigenerazionale. - Immagine: © olly - Fotolia.comDa un punto di vista sistemico relazionale la coppia è sempre il risultato dell’incontro di due sistemi familiari, e la qualità del legame di coppia, con i suoi punti di forza e di debolezza, il suo potenziale evolutivo o, al contrario, involutivo, ha a che fare con le vicissitudini relazionali di ciascun membro della coppia all’interno della sua famiglia di origine, cioè con il legame che questo ha stabilito con le persone significative della sua vita.

Questo punto di osservazione “verticale”, che guida l’analisi della forma e della qualità di questi legami, nonché l’osservazione di ridondanze o differenze nel passaggio da una generazione a quella successiva, è chiamato trigenerazionale (Andolfi, 2006).

In un ottica trigenerazionale, quindi, per capire cosa sta succedendo alla coppia in crisi che bussa alla nostra porta in cerca di aiuto, è necessario iniziare a esplorare i “piani superiori” del genogramma familiare, di cui la coppia rappresenta uno dei tanti punti nodali del complesso sistema trigenerazionale in cui ciascun individuo è inserito. 

La coppia infatti è il punto di incontro tra due assi immaginari: uno verticale, il vincolo di filiazione e uno orizzontale, quello di alleanza (Canevaro, 1999).

Il primo assicura la trasmissione da una generazione all’altra dei valori affettivi e culturali; grazie a questo vincolo viene anche garantita la sopravvivenza delle persone dopo la morte fisica.

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Articolo Consigliato: Alle origini della Famiglia: i Processi Evolutivi verso la Monogamia

Il secondo si muove sull’asse orizzontale, è quello che si stabilisce tra i membri di una coppia e che si consolida grazie alla formazione di regole proprie che danno vita alla complicità di coppia; delimitando un confine attorno alla coppia, queste vanno ad allentare i vincoli di filiazione di ciascuno con le rispettive famiglie di origine. Con la nascita dei figli si stabilisce un nuovo vincolo di filiazione che lega la nuova generazione alla precedente.

La tensione dinamica tra questi due assi, tra questi due vincoli, è il punto nodale del sistema trigenerazionale: i problemi della coppia hanno sempre a che fare con difficoltà nei processi di differenziazione intergenerazionale, cioè con i processi incompiuti di appartenenza e svincolo del singolo dalle famiglie di origine e di conseguenza con la difficoltà a stabilire un nuovo e funzionale vincolo di alleanza a livello di coppia. 

In generale un sistema funzionale e armonico a livello intergenerazionale è quello in cui ciascun individuo compie il ruolo assegnato dal suo momento evolutivo: i figli possono essere figli e non vengono utilizzati nella gestione delle problematiche di coppia o in quelle con la famiglia di origine dei genitori; i valori e le tradizioni di ciascun partner sono una “dote” da condividere con l’altro  e non un campo di battaglia sul quale fronteggiano per la supremazia le due famiglie di origine; i partner rimangono all’interno della relazione di coppia sullo stesso piano generazionale, cioè  si considerano membri alla pari di un team che funziona grazie alle risorse emotive e psicologiche di ciascuno.

Per questo quando si incontra una coppia si devono tenere presenti tre piani generazionali – la famiglia di origine, la coppia, i figli – e valutare se il bilanciamento tra appartenenza e separazione/differenziazione del sè permette ai tre piani di rimanere ben distinti; i confini tra le generazioni sono infatti uno dei principali indicatori di buona funzionalità del sistema familiare.  

Nei prossimi articoli verranno trattati più nello specifico i temi accennati in questa parte introduttiva: l’importanza dei processi di appartenenza e separazione dalla famiglia di origine nella costruzione del legame di coppia, i confini intergenerazionali, la triangolazione, la trasmissione intergenerazionale di modelli relazionali disfunzionali.

LEGGI TUTTI GLI ALTRI ARTICOLI SULLA TERAPIA DI COPPIA

 

 

BIBLIOGRAFIA:

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 6, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario