Centri Clinici

Il Pensiero Analitico e la Fede Religiosa

I'attivazione del pensiero analitico può far diminuire temporaneamente il livello di fede e credo religioso anche nei fedeli più devoti.

ID Articolo: 8617 - Pubblicato il: 02 maggio 2012
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

– Rassegna Stampa – 

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze PsicologicheUn nuovo studio della University of British Columbia dimostra che il pensiero analitico può far diminuire temporaneamente il livello di fede e credo religioso anche nei fedeli più devoti. La ricerca è stata pubblicata su Science il 27 aprile scorso.

I ricercatori hanno utilizzato in quattro distinti esperimenti alcuni compiti di problem-solving e stimoli priming per riuscire a indurre nei partecipanti un pensiero analitico. Il livello di fede religiosa è stata misurata attraverso una serie di questionari self-report. I risultati hanno evidenziato che la credenza religiosa diminuiva significativamente, almeno nel momento immediatamente successivo alla fase in cui i soggetti erano stai impegnati in compiti analitici in cui credenze inizialmente intuitive venivano messe in discussione da una modalità di pensiero analitico. Più di 650 partecipanti di cultura americana e canadese sono stati reclutati come campione dello studio.

Gli autori si riferiscono a un modello psicologico che vede la combinazione di due sistemi cognitivi distinti ma interdipendenti : un sistema intuitivo che si basa su scorciatoie euristiche per portare a risposte veloci ed efficaci e un sistema più analitico che favorirebbe risposte più deliberate e razionali. Secondo tale ipotesi esplicativa quindi l’attivazione del sistema cognitivo analitico potrebbe quindi minare il supporto del sistema cognitivo intuitivo alla fede religiosa, almeno temporaneamente.

Future ricerche dovranno indagare più precisamente se la diminuzione della fede religiosa sia realmente temporanea oppure a lungo termine, così come la generalizzabilità di tali risultati in culture non occidentali. Le convinzioni religiose spirituali sono comunque l’esito di una molteplicità di fattori psicologici e culturali che possono fluttuare nel tempo e nelle situazioni, tra cui evidentemente anche la tipologia di pensiero intuitivo o analitico che si attiva in specifiche contingenze.

 

 

 BIBLIOGRAFIA: 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Università e centri di ricerca

Riviste scientifiche

Categorie

Messaggio pubblicitario