Reappraisal

ID Articolo: 2994 - Pubblicato il: 16 novembre 2011
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi
Psicopedia - Proprietà di State of MindReappraisal: La traduzione letterale sarebbe “riesame”, “rivalutazione”, “riconsiderazione” e si riferisce, nelle ricerche scientifiche e in ambito clinico, ad un processo mentale cosciente che permette di modificare  l’interpretazione che si dà ad uno stimolo emotivo, con l’obiettivo di ridurre il potenziale effetto stressante (Gross,2002).

In generale, questa strategia produce effetti sull’esperienza soggettiva, sulle risposte fisiologiche e sul comportamento,  e coinvolge numerosi sistemi cognitivi (memoria, attenzione, ragionamenti), di regolazione delle emozioni (sistema nervoso autonomo, sistema endocrino,..) e neurali (corteccia prefrontale e amigdala).

In psicoterapia, una forma “positiva” e “costruttiva” di reappraisal può essere la cosiddetta “ristrutturazione cognitiva”, che permette di esaminare pensieri, emozioni e comportamenti legati a particolari eventi stressanti e di produrre una ‘nuova valutazione’ degli eventi stessi, che sia più funzionale e costruttiva agli scopi dell’individuo.

Al contrario, il reappraisal può essere associato ad “esiti negativi” laddove l’interpretazione degli eventi è sistematicamente orientata in senso negativo, accompagnata da una rigida e deficitaria valutazione degli aspetti cognitivi ed emotivi, tipica dei soggetti ansiosi e/o depressi.

 
BIBLIOGRAFIA:
  • Gross, J. J. (2002). Emotion regulation: Affective, cognitive, and social consequences. Psychophysiology, 39, 281–291.
VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi

Articoli che trattano questo argomento

La regolazione emotiva nella depressione: quali aree cerebrali sono attivate?
Neuroscienze Psicoterapia

La regolazione emotiva nella depressione: quali aree cerebrali sono attivate?

FLASH NEWS Dallo studio emerge che a livello neurale le strategie di accettazione, rispetto al reappraisal, presentano attivazioni significativamente maggiori proprio nelle regioni deputate alla consapevolezza corporea delle emozioni: quasi a sottolineare -dal punto di vista neurocognitivo – l’importanza dell’accettazione per rimanere in contatto, riconoscere e di conseguenza regolare le

La psicologia dei Vigili del Fuoco: affrontare le catastrofi senza esserne traumatizzati
Psicologia

La psicologia dei Vigili del Fuoco: affrontare le catastrofi senza esserne traumatizzati

L’esposizione ripetuta a eventi catastrofici potrebbe avere ripercussioni psicologiche anche molto gravi in chi è costretto, per lavoro, ad affrontare determinate situazioni, primi tra tutti i Vigili del Fuoco. Tuttavia, in alcuni studi, è stato visto come alcuni Vigili del Fuoco, nonostante l’esposizione continua a terribili esperienze, non riportino alcun sintomo di Disturbo

Fobia sociale: perfezionismo e ruminazione come predittori di ansia sociale e depressione
Psicologia Psicoterapia

Fobia sociale: perfezionismo e ruminazione come predittori di ansia sociale e depressione

Alcuni fattori di personalità come il perfezionismo e la disregolazione emotiva sembrano essere implicati nel mantenimento dell’ ansia sociale. La fobia sociale è un disturbo d’ansia caratterizzato da ansia significativa indotta dall’esposizione a determinate situazioni interpersonali o prestazionali in pubblico (come parlare o mangiare insieme ad altre persone, firmare un

Come e quando ridurre il dolore: dentro la regolazione emotiva – EABCT 2014
Psicoterapia

Come e quando ridurre il dolore: dentro la regolazione emotiva – EABCT 2014

EABCT 2014 The Hague  Report dal congresso    TUTTI I REPORTAGE DEI CONGRESSI EABCT Ieri è iniziato il congresso annuale della European Association of Behavioral and Cognitive Therapy a Den Haag (Aia) in Olanda. Il tema principale è una sfida tanto proibitiva quanto centrale per il futuro della psicoterapia: la

Strategie per incrementare l’efficacia della regolazione emotiva
Psicologia

Strategie per incrementare l’efficacia della regolazione emotiva

    – FLASH NEWS-   La ricerca rappresenta un contributo empirico sperimentale nell’ambito della psicologia generale che sostiene l’efficacia a medio termine dell’appropriazione di strategie di regolazione emotiva in un campione di soggetti non patologici. Una delle criticità nello studio dei processi di regolazione emotiva nell’ambito della psicologia generale

Reappraisal cognitivo, nuove esperienze e pensiero divergente: correlazioni

Reappraisal cognitivo, nuove esperienze e pensiero divergente: correlazioni

    – FLASH NEWS- La ri-valutazione (o re-appraisal) cognitiva  è certamente una delle principali strategie cognitive di regolazione emotiva in dotazione all’essere umano (Gross,1998; Gross & Thompson, 2007), che consiste nel cambiamento del modo con cui la persona pensa e valuta la situazione “emotivamente” critica al fine di modificarne

Un training sul reappraisal cognitivo per adolescenti con disturbi depressivi.

Un training sul reappraisal cognitivo per adolescenti con disturbi depressivi.

  Rome Workshop on Experimental Psychopathology Lo sviluppo di un training sul reappraisal cognitivo per adolescenti con disturbi depressivi. TUTTI I REPORTAGES DAL WORKSHOP DI ROMA Il Rome Workshop on Experimental Psychopatology ha avuto come filo conduttore la ricerca scientifica su popolazione clinica, dimostrando come sia necessario portare nuove evidenze

Cognitive Reappraisal, l’efficacia dipende dal contesto!
Psicologia

Cognitive Reappraisal, l’efficacia dipende dal contesto!

– FLASH NEWS- Saper regolare le proprie emozioni è importante ma in alcune circostanze può essere poco utile. Il cognitive reappraisal, letteralmente rivalutazione cognitiva, prevede il riconoscimento del fatto che ciò che proviamo dipende non tanto dalle situazioni in cui ci troviamo bensì dal significato che gli attribuiamo, cioè dai

STILI DI PENSIERO E VARIABILI PSICOFISIOLOGICHE

STILI DI PENSIERO E VARIABILI PSICOFISIOLOGICHE

Uno studio per approfondire il legame tra mente e corpo, in relazione a diverse modalità di pensiero.   E’ stato ipotizzato che il  svolga numerose funzioni, quali prepararsi all’eventualità di eventi negativi (“prepararsi al peggio”; Sassaroli & Ruggiero, 2003) e mantenere sotto controllo l’arousal fisiologico legato all’ansia (Borkovec, Lyonfields, Wiser, &

Reappraisal di un volto collerico: è possibile allenarsi?

Reappraisal di un volto collerico: è possibile allenarsi?

-Rassegna Stampa- Alcuni ricercatori di Stanford, tra cui il famoso studioso di regolazione emotiva James J. Gross, hanno recentemente indagato l’efficacia e la velocità del processo di , e cioè di ri-valutazione di espressioni facciali della collera. Nello studio venivano mostrate ai soggetti diverse serie di volti in diverse condizioni

Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Categorie

Messaggio pubblicitario