Centri Clinici

Il trucco e l’autostima – cosa hanno in comune?

L’autostima si costruisce gradualmente, accumulando esperienze positive o negative. Per questo alcune donne sono appassionate di trucco

ID Articolo: 186449 - Pubblicato il: 28 giugno 2021
Il trucco e l’autostima – cosa hanno in comune?
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Quando miriamo alla perfezione, otteniamo anche l’autostima!

Il “percorso” dell’autostima

Nessuno è perfetto eppure di tanto in tanto affrontiamo piccole imperfezioni, il che va benissimo. Bisogna amare il proprio corpo e la propria pelle in qualunque forma essi siano, con e senza imperfezioni.

Tutta questa lunga “strada verso la fiducia in se stessi” è, purtroppo, cosparsa di molte frustrazioni che derivano dai cosiddetti “standard” imposti dalla società.

L’autostima si costruisce gradualmente, accumulando esperienze positive o negative. Per questo le donne sono sempre state appassionate di trucco, ma soprattutto interessate a sentirsi bene e a vedersi belle. Da qui deriva la varietà di trucco, dal più stridente al più naturale.

Otteniamo l’autostima attraverso il trucco

Molte donne preferiscono “rivelare” la loro bellezza attraverso il trucco al naturale. Ciò consente di evidenziare i propri punti di forza, sia che si tratti di occhi, di labbra o di altri dettagli che si vogliono evidenziare. Questo tipo di trucco non richiede molti prodotti ed è molto facile da realizzare. È fondamentale utilizzare solo la quantità di cui si ha bisogno e la “tecnica” più importante si chiama “autostima”.

Ma cosa comporta esattamente il trucco naturale?

Gli specialisti https://makeup.it/brand/24147/ affermano che questo tipo di trucco non richiede molto tempo e può essere applicato ovunque, in qualsiasi momento e in qualsiasi contesto.

Il trucco e l autostima - cosa hanno in comune IMM1

I “punti di forza” del trucco

Certamente, nessuna donna si sente bene quando viene criticata, soprattutto per il suo aspetto fisico. Le critiche diminuiscono considerevolmente l’autostima. Da qui il desiderio della donna di aumentare la sua attrattività. Questa convinzione è trasmessa anche dalle aziende cosmetiche che promettono “sembrerai irresistibile” a chi utilizzerà i loro prodotti. In una certa misura è vero che il trucco aiuta una donna ad avere un bell’aspetto: migliora la simmetria del viso, rende l’aspetto più giovane, coprendo piccole imperfezioni e macchie, contornando le linee delle labbra, mettendo in risalto gli occhi e donando volume alle ciglia.

Aspetti psicologici del trucco

Il trucco è uno strumento di comunicazione e benessere. Questo non solo aumenta l’autostima, ma può anche cambiare in modo significativo la percezione che gli altri hanno della nostra personalità.

I cosmetici possono cambiare in modo significativo il modo in cui le persone ti percepiscono, quanto pensano che tu sia intelligente a prima vista, quanto sei cordiale e disponibile – ha dichiarato Sarah Vickery, al New York Times.

Le donne possono utilizzare con successo i cosmetici per “manipolare” il modo in cui vengono valutate, il che può essere vantaggioso in situazioni sociali in cui le donne possono essere giudicate per il loro aspetto, come le interviste. Rispetto alle donne non abituate a truccarsi, quelle truccate sembrano essere più sane, più sicure delle proprie forze e hanno più possibilità di essere remunerate meglio.

Il trucco può fare “miracoli” per la psiche femminile, per il modo in cui lo percepisce chi lo applica e per il suo grado di autostima. C’è però una condizione: che l’applicazione dei cosmetici sia una scelta personale, non imposta. Altrimenti l’effetto è diametralmente opposto.

La ricerca suggerisce che le donne possono sentirsi “oggettivate” dal trucco e per queste donne, ogni potenziale vantaggio potrebbe essere deviato dal disagio di indossarlo – scrive la dottoressa Nancy Etcoff, psicologo del Massachusetts General Hospital e autrice di “Sopravvivenza del più bello: la scienza della bellezza”, per il New York Times https://www.nytimes.com/1999/03/21/books/the-beautiful-people.html.

La percezione della bellezza

Sono tante le donne che rinunciano alla naturalezza e usano i cosmetici per la bellezza e per attirare l’attenzione su di loro. Gli uomini percepiscono le donne che si truccano come prestigiose, mentre le donne percepiscono le altre donne truccate come dominanti. Sia le donne che gli uomini percepiscono le donne truccate fisicamente più attraenti e più sane. La pelle luminosa, in contrasto con labbra rosse e ombretti, è valutata come un segno di salute. Le donne si sentono più sicure quando si truccano, sono più produttive al lavoro e anche hanno una gioia interiore.

Dove è nascosta la bellezza?

L’opinione del dottor Kelly Flanagan, riguardo il trucco femminile, in una lettera a sua figlia, su ciò che la rende veramente bella, è davvero emotiva ed eloquente. Nella lettera, l’autore chiede a sua figlia: “Dove è nascosta la tua bellezza?” e vuole ricevere la risposta: “Dentro!https://www.today.com/parents/dads-letter-daughter-forget-makeup-your-beauty-inside-2d12111554

Il trucco e l autostima - cosa hanno in comune IMM2

Quindi, il trucco non è una cosa negativa, finché c’è moderazione e viene utilizzato per nascondere piccole imperfezioni e accentuare alcune caratteristiche e vantaggi del viso. Quando il trucco, invece, diventa una “mascherina” quotidiana, questo è già un modo non funzionale per risolvere i problemi di autostima.

Il benessere viene dall’interno e “si riflette” sull’autostima, indipendemente dal fatto di essere truccata o meno!

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 3,80 su 5)

Consigliato dalla redazione

La donna e il tatuaggio: un modo per ritrovare se stessa

La donna ed il tatuaggio: un modo per ritrovare se stessa

Il tatuaggio nelle donne può essere un modo per riappropriarsi del proprio corpo perduto o smarrito a causa di eventi traumatici o spiacevoli - Psicologia
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario