La correlazione che non ci si aspetta: come gli stili di attaccamento influenzano le decisioni finanziarie

Gli stili di attaccamento influenzano in modo decisivo le nostre vite, ma come si possono mettere in relazione con i comportamenti finanziari?

ID Articolo: 173059 - Pubblicato il: 31 marzo 2020
La correlazione che non ci si aspetta: come gli stili di attaccamento influenzano le decisioni finanziarie
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Un recente studio si propone di comprendere se e come l’attaccamento romantico e la soddisfazione finanziaria siano in relazione tra loro. Esiste una correlazione?

 

Messaggio pubblicitario È ormai risaputo quanto gli stili di attaccamento (Bowlby, 1973) che si sviluppano nei primi anni di vita siano decisivi per ogni aspetto della personalità e del comportamento degli individui. Tuttavia, nel presente studio viene presa in considerazione un’associazione di cui non si sente spesso parlare: il rapporto che esiste tra le scelte finanziare di tutti i giorni e l’influenza che gli stili di attaccamento individuali hanno su queste (Li et al., 2020).

Durante l’infanzia, le figure di attaccamento principali sono tendenzialmente i genitori (in particolare la madre; Bowlby, 1973) mentre, andando avanti con l’età, gradualmente aumentano di importanza le relazioni romantiche, che in età adulta diventano i rapporti d’attaccamento d’elezione (Shaver and Mikulincer, 2006): uno stile di attaccamento sicuro durante la giovane età porta, come dimostrato da diversi studi, a una soddisfazione di vita maggiore (es. Cook et al., 2017; Moore and Leung, 2002).

Gli stili di attaccamento possono essere di diversi tipi, ma nel presente articolo gli autori si sono concentrati sull’attachment anxiety (quello che in Italiano definiamo attaccamento ansioso/ambivalente), ovvero uno stile caratterizzato da una bassa stima di sé stessi e un’alta considerazione dell’altro, che porta la persona a temere costantemente un abbandono, e sull’attachment avoidance (ovvero lo stile di attaccamento insicuro/evitante), caratterizzato da un’alta considerazione di sé e una bassa stima dell’altro dal quale deriva l’evitamento delle relazioni affettive (Bowlby, 1973).

A questo punto, come si possono mettere in relazione gli stili di attaccamento con i comportamenti finanziari? La soddisfazione economica (intesa qui come la soddisfazione per le proprie finanze), così come una buona relazione di attaccamento, è uno dei più potenti indicatori di benessere per gli individui (Joo and Grable, 2004) e molto spesso i ricercatori hanno espresso la necessità di correlare questa variabile con i tratti psicologici (Ng and Diener, 2014). Lo scopo principale di questo studio è proprio comprendere come l’attaccamento romantico e la soddisfazione finanziaria siano in relazione tra loro (Li et al., 2020).

Messaggio pubblicitario Gli autori hanno reclutato 635 soggetti, tutti impegnati in una relazione romantica, che avevano frequentato 5 anni di college. A ognuno di loro sono stati forniti strumenti self-report per valutare i comportamenti finanziari (es. spendaccione o tendente al risparmio), la soddisfazione finanziaria e lo stile di attaccamento (Li et al., 2020).

I risultati hanno mostrato che sia l’attaccamento ansioso/ambivalente sia l’insicuro/evitante erano correlati a una scarsa soddisfazione generale di vita e una scarsa soddisfazione relazionale. L’attaccamento ansioso/ambivalente era correlato a una bassa soddisfazione finanziaria e comportamenti finanziari più irresponsabili. Inoltre, sia l’attaccamento ansioso/ambivalente sia l’insicuro/evitante sono stati correlati a una minor soddisfazione relazionale dovuta ai comportamenti finanziari del partner (Li et al., 2020).

In conclusione, il presente studio ha dimostrato una correlazione tra comportamenti finanziari e stili di attaccamento, aprendo la strada a una serie di possibili risvolti in campo sia terapeutico che di ricerca.

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Razionalità nei processi decisionali: le scelte sono sempre fatte con logica?

Siamo davvero così razionali come crediamo? L’irrazionalità nei processi decisionali

La capacità di prendere decisioni non segue sempre le leggi della razionalità: essa è influenzata sia da processi cognitivi che da aspetti emotivi e sociali

Bibliografia

State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario