Messaggio pubblicitario Master DA 2020

Gli zuccheri? Una droga!

Gli zuccheri inducono il cervello a rilasciare la dopamina, una sostanza che genera perdita di controllo e ricerca di ulteriori dosi di zuccheri.

ID Articolo: 111188 - Pubblicato il: 27 settembre 2016
Gli zuccheri? Una droga!
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Guardatevi intorno, quanto zucchero trovate? Vi siete mai accorti di essere costantemente bombardati da cibi pieni di zucchero! E lo sapevate che mangiare troppo zucchero fa male? 

Ebbene, sì: lo zucchero fa male, è risaputo, sia alla forma fisica sia alla psiche. Pare si possano avere notevoli ripercussioni negative sia sulle funzioni cognitive sia sul benessere psicologico. In che modo? Scopriamolo insieme!

Le sostanze dolcificanti, chiamate anche glucosio, fruttosio, melata e sciroppo di mais, si trovano nel 75% dei cibi confezionati presenti nei supermercati. E nonostante l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomandi di fare in modo che solo il 5% delle calorie assimilate quotidianamente provenga dagli zuccheri, in una tipica dieta il 13% delle calorie assunte ogni giorno proviene dai dolcificanti. Caspita, quanto zucchero!

Messaggio pubblicitario Guardiamo più da vicino cosa succede. Gli zuccheri attivano le papille gustative presenti sulla lingua, esattamente come ogni altro alimento, ma subito dopo il segnale è inviato in una parte del cervello particolare: quella imputata alla ricompensa. In questo modo si attiva la produzione di una serie di ormoni associati alla sensazioni di benessere, uno fra tutti la dopamina che innesca un meccanismo a cascata di perdita di controllo sull’ingestione di zucchero portando la persona a continuare a cercare e ricercare ancora l’ennesima dose, di zucchero ovviamente.

Chiaramente, il problema nasce quando si stimola questo meccanismo costantemente, poiché solo in questo caso possono cominciare i problemi.
Attivare questo sistema di ricompensa in maniera incontrollata provoca una serie di infelici conseguenze: perdita di controllo, desiderio irresistibile di assumere sostanze zuccherine e l’incremento della tolleranza verso gli zuccheri stessi. Praticamente una catena di eventi simili a quelli delle droghe!
Insomma, guardiamo nel dettaglio cosa succede e “gustiamoci” la visione di questo video.
“Buona visione!”

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Ruminazione: basta un poco di zucchero e la pillola va giù? 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 7, media: 4,00 su 5)

Bibliografia

State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Università e centri di ricerca

Messaggio pubblicitario